America disperata

Venezia 2013

"Joe", "Night Moves" e "The Canyons": se tre film fanno una prova.
America disperata
I film a Venezia

La pattuglia americana che gli Stati Uniti hanno portato al Lido per la mostra del cinema è tra le più deboli degli ultimi anni. L’industria al di sotto dei kolossal e dei blockbuster è agonizzante e i vari tentativi si scontrano con problematiche crisi di idee. Quello che ne viene fuori però è la sua disperazione, il suo cercare rifugio in oasi – naturali e culturali – che invece rivelano l’ampiezza del declino e dell’abisso in cui la nazione una volta più potente del mondo sta scivolando. Sono tre i film americani che indagano questo declino: Joe di David Gordon Green, Night Moves di Kelly Reichardt e The Canyons di Paul Schrader.

 

Joe-di-David.Gordon.Green

Joe, celebrato come ritorno al cinema “serio” di Nicholas Cage, è la più tipica storia di provincia rurale, bagnata di white trash come un Faulkner corretto da Elmore Leonard: uomo complicato che stringe un rapporto d’amicizia e lavoro con un ragazzo dal padre ubriaco e violento e che deve affrontare l’inospitalità ancestrale dei redneck. Il dramma agreste e suburbano ai tempi della crisi, soprattutto di valori, passa per la violenza repressa e alla fine esplosiva, con un bel finale dal sapore western – non a caso, l’altro lato di Leonard – che suggella un film ben fatto, ma simile ad altri venti film analoghi. Eccezion fatta per Cage, credibile e meno esagitato del solito.

 

night-moves-3-620x350

Reichardt invece, celebrato talento emergente a stelle e strisce, con Night Moves racconta l’estremismo ecologista nei panni di due ragazzi e una sorta di guru che pianificano un attentato a una diga: la regista prima segue meticolosamente la preparazione del colpo e poi le sue conseguenze impreviste sugli attentatori, descrivendo un’America che vorrebbe ribellarsi, riprendersi la bellezza e credere in un sogno, cruento ma giusto e possibile. Resta però un peso la scelta di uno stile antitetico a ciò che la regista vorrebbe raccontare, agli obiettivi prefissati con lo spettatore: idea interessante ma che non raggiunge il suo scopo e delude, fatta eccezione per la sempre più brava Dakota Fanning.

 

the canyons(1)

The Canyons ha invece tutti i presupposti del gioiello: scritto da Bret Easton Ellis e diretto da Paul Schrader – per dire uno che ha scritto Taxi Driver e diretto un film su Mishima – è uno sguardo alla morte dell’industria dei sogni, tra Glamorama e American Psycho passando per Hardcore e Auto Focus. Eppure non quadra, gli manca la vera ferocia dello sguardo, la vera eleganza delle facciate e la vera decadenza degli interni, in cui lo scandalo passa più per lo sfruttamento mediatico di un pornodivo e un’ex divetta sfatta (Deen e Lohan) che per il peso dei suoi discorsi. E allora nasce il sospetto che questi film siano un doppio specchio della morte degli USA, consapevole nei contenuti, ma inconsapevole e quindi ancora più triste nella forma.

Altri contenuti Cinema / Visioni
luca-guadagnino-conferma-remake-suspiria-con-protagoniste-dakota-johnson-tilda-swinton-254641

Luca Guadagnino

Intervista al regista

Il nuovo cinema italiano, la famiglia Agnelli, Renzi e la forza rivoluzionaria dell’eros. In attesa che "Chiamami...
sommario-besto_of_20172

Cinema: best of 2017 (pt.2)

Top ten: gli ultimi cinque

Un anno di cinema da racchiudere nell’abituale classifica di fine anno: già pubblicata in versione ridotta sulla...
sommario-besto_of_20172

Cinema: best of 2017 (pt.3)

I film da recuperare

Poco visti, forse incompresi, a volte equivocati, senz’altro da noi molto amati. Più che i nostri film...
LoveIsAllMovie-fb

Love is all: Piergiorgio Welby

Intervista agli autori del documentario

Non è vero che la sofferenza porta alla salvezza. Lo testimonia l’esistenza dinamica, ironica, curiosa, persino psichedelica...
2127142_14011444

Pino Donaggio

Intervista al compositore, vincitore del Gran Premio Torino

Dopo l'intervista a Cliff Martinez, continuiamo a esplorare il mondo della musica da film intervistando il compositore...
p9-fazio-martinez-a-20170112

Cliff Martinez

Dal rock ai synth: intervista al compositore statunitense

Nel 1989 ha iniziato la sua longeva collaborazione con Steven Soderbergh lavorando a Sesso, bugie e videotape,...
Grace-810x400

Sophie Fiennes

Incontro con la regista di "Grace Jones: Bloodlight and Bami"

La costruzione dell’icona, la narrazione spettacolare di un corpo e di una voce e il suo retroterra...
halloween

Halloween: il buio oltre la siepe

Di nuovo in sala il cult movie di John Carpenter.

Come tutti i film dell’orrore che si sono fatti strada nella vita, anche Halloween (1978) di John...
wearex

Yoshiki

Il leader degli X-Japan presenta il film "We Are X"

Sembra fragilissimo, efebico, sul punto di rompersi da un momento all’altro. Nel corpo (il polso ben fasciato),...
Poster-Lucca-Comics-2017

Lucca Comics & Games 2017

Lucca | 1-5 novembre

Lucca Comics & Games  HEROES 1-5 novembre 2017 Torna anche quest’anno l’Area Movie di Lucca Comics & Games,...
210618363-89a705a2-7685-4ef2-84a3-57e9e4909cba

Venezia 74

Tutti i vincitori dell'edizione 2017

Si spengono i riflettori sulla 74ma edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con il Leone...
19780505_1949415118667274_6593648285938122217_o

Valentina Lodovini

Venezia - Intervista all'attrice

A 12 mesi di distanza, Valentina Lodovini torna alla Mostra del Cinema di Venezia e sempre come...
animaphix2_022930

Animaphix 2017

Il cinema d'animazione a Bagheria

ANIMAPHIX Festival internazionale del film d’animazione III edizione Bagheria (Pa) | Villa Aragona Cutò – Villa Cattolica...