Bergamo Film Meeting 2017

35° BFM| Marzo 11-19 2017

16406832_10154974528777277_5155378342824301449_n

Giunto alla 35° edizione, lo storico Bergamo Film Meeting si avvia a celebrare il 2017 con un festival ricco di omaggi imperdibili e appuntamenti importanti. Dall’11 al 19 marzo si susseguiranno nove giorni di proiezioni, più di 150 film, tra corti, medi e lunghi, provenienti da tutto il mondo. Ad arricchire l’edizione ci sarà la presenza di ospiti internazionali, incontri con gli autori, eventi speciali, mostre, anteprime, oltre che un percorso di visione dedicato alle scuole e agli spettatori più giovani. BFM35 si aprirà ufficialmente venerdì 10 marzo presso il Teatro Donizetti: alle ore 21.00 sarà proiettata la versione integrale di 180′ del film Amadeus – Director’s Cut, anticipata alle ore 20.00 dall’inaugurazione della mostra “Miloš Forman, la ribellione e lo sfarzo. Costumi da Oscar di Theodor Pištěk” che porterà a Bergamo i preziosi costumi originali dei film Amadeus e Valmont, realizzati dal premio Oscar Theodor Pištěk. Sette i film che concorrono al Premio Bergamo Film Meeting, assegnato ai tre migliori titoli della sezione sulla base delle preferenze espresse dal pubblico.

Come sempre, di grande interesse è la sezione “Europe, Now!” che vede protagonisti i nuovi volti eccellenti del cinema europeo, dove troveremo le personali complete di tre registi emergenti: il greco Thanos Anastopoulos, attento osservatore della società greca (e non solo), anche nelle sue più recenti e drammatiche evoluzioni e oggi tra i registi e documentaristi più noti del suo Paese, la francese Dominique Cabrera, regista di fiction e di documentari, nonché attrice, produttrice, docente e scrittrice, Dagur Kári, brillante esponente della nuova e vivace cinematografia islandese che, oltre a dirigere i propri film, ne crea la colonna sonora con il suo gruppo di musica elettronica Slowblow. Ai tre registi viene dedicata anche l’immagine ufficiale della 35° edizione prendendo ispirazione dai film Diorthosi (Correction) di Anastopoulos, Le lait de la tendresse humaine di Cabrera e Voksne mennesker (Dark Horse) di Kári.

La sezione “Europe, Now!”, con il sostegno anche quest’anno dell’Unione Europea attraverso il sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, si aggiunge all’ampia retrospettiva dedicata al pluripremiato regista ceco Miloš Forman: 5 premi Oscar e 2 Golden Globe con Qualcuno volò sul nido del cuculo; 8 Oscar con Amadeus; Golden Globe con Larry Flynt – Oltre lo scandalo; Gran Premio Speciale della Giuria al Festival di Cannes per Taking Off; Orso d’argento per la miglior regia al Festival di Berlino con Man on the Moon e infine Orso d’oro alla carriera. Al regista, autore di gemme della cinematografia come Gli amori di una bionda e L’asso di picche, il festival dedicherà una retrospettiva completa, di cui una parte sarà successivamente ospitata alla Cineteca di BolognaMa non è il solo tributo che il festival quest’anno presenta al pubblico, perché ci sarà anche un omaggio allo sceneggiatore francese Jean-Claude Carrière composto da 18 film, tra i quali grandi capolavori come Il fascino discreto della borghesia di Luis Buñuel, Il tamburo di latta di Volker Schlöndorff , Danton di Andrzej Wajda, Milou a maggio di Louis Malle. Ai lungometraggi si aggiungono un’importante riscoperta, la serie televisiva diretta da Peter Brook Il Mahabharata, suddivisa in tre episodi (Il gioco dei dadi, Esilio nella foresta, La guerra) e tre piccoli gioielli, le tre regie firmate dallo stesso Carrière, Rupture e Heureux anniversaire co-diretti con Pierre Étaix e La pince à angle, sceneggiato con Miloš Forman.

Da non perdere è poi il BFM Daily Strip, che ospita il meglio del panorama italiano del fumetto. Ai tre giovani emergenti Cristina Portolano, Francesco Guarnaccia e Martoz, si affiancheranno due artisti già conosciuti e apprezzati: il fumettista (nonché musicista) Davide Toffolo, frontman della band Tre Allegri Ragazzi Morti che inaugurerà la mostra “Gli anni ’90 a colori-Le prime storie a fumetti di Davide Toffolo, oggi”, e Leo Ortolani, geniale creatore di Rat-Man, che con il suo irriverente e sarcastico sguardo realizzerà, in esclusiva per Bergamo Film Meeting, la recensione a fumetti di un film. Toccherà ai cinque nuovi illustratori addentrarsi nelle sale, dietro le quinte, nella cabina di proiezione e negli angoli più oscuri del Festival, per scrutare e raccontarci ogni segreto di questa 35a edizione. Ogni sera sarà presentata la striscia della giornata appena trascorsa e il pubblico potrà incontrare e conoscere da vicino i cinque autori. Dopo Tuono Pettinato, Sarah Mazzetti, dr. Pira, Daw, Lucia Biagi, Simone Angelini e Marco Taddei, Paolo Cattaneo e Spugna, toccherà ora ai cinque nuovi ospiti addentrarsi nelle sale, dietro le quinte, nella cabina di proiezione e negli angoli più oscuri del Festival, per scrutare e raccontarci ogni segreto di questa 35a edizione. Ogni sera sarà presentata la striscia della giornata appena trascorsa e il pubblico potrà incontrare e conoscere da vicino i cinque autori. Nel corso degli incontri, che si svolgeranno nel Meeting Point del Birrificio Indipendente Elav nei giorni 11, 13, 15 e 17 marzo, alle ore 20.00, ad eccezione di quello con Leo Ortolani che avverrà nel Bookshop, sempre in piazza Libertà il 14 marzo dalle 19.30, sarà possibile chiacchierare con gli illustratori, scoprire il loro modo di lavorare, conoscere le loro opere e i loro progetti. A fare gli onori di casa e presentare al pubblico gli ospiti sarà lo scrittore Simone Tempia.

http://www.bergamofilmmeeting.it

Commenti

Altri contenuti Cinema / Visioni
16406832_10154974528777277_5155378342824301449_n

Bergamo Film Meeting 2017

35° BFM| Marzo 11-19 2017

Giunto alla 35° edizione, lo storico Bergamo Film Meeting si avvia a celebrare il 2017 con un...
locandina

Maren Ade

Intervista alla regista di "Vi presento Toni Erdmann", in sala dal 2 marzo.

Magari la sbronza di premi sarà un po’ passata, dopo la sconfitta agli Oscar a favore di...
trainspotting

Verso Trainspotting 2

La colonna sonora

Per avvicinarci al secondo capitolo in uscita il 23 febbraio 2017, celebriamo una delle colonne sonore più...
trainspottin

Verso Trainspotting 2

La sottocultura che ha segnato il cinema mainstream

"Trainspotting", il film uscito vent'anni fa che ha segnato per sempre il rapporto tra cinema, droga e...
locandina_un_altro_me

Claudio Casazza

Intervista al regista di "Un altro me", in concorso al Trieste Film Festival.

Guardare per capire. Affrontare un tema spinoso e piuttosto scomodo senza giudizi preconcetti ma ascoltando la voce...
best

Film: best of 2016

Non abbiamo dubbi che il 2016 sarà ricordato come l’anno di Pablo Larraìn, che ha proposto tre...
Lou-Castel-set-A-pugni-chiusi-2827

I pugni chiusi di Lou Castel

Intervista all’attore, protagonista del documentario di Pierpaolo De Sanctis - 34° Torino Film Festival

Attore icona di una generazione isterica e disperata per Bellocchio. Attivista maoista dentro e fuori dall’industria cinematografica....
551491794

Sono Guido e non Guido

Alla scoperta di Guido Catalano. E di Armando - 34° Torino Film Festival

Un poeta ai tempi di Facebook e YouTube. Una figura ibrida tra cabarettista e poeta. Un performer...
1280x720-J60

Nessuno ci può giudicare

I musicarelli secondo Steve Della Casa - 34° Torino Film Festival

Ha impiegato 10 anni per poter realizzare il film: Steve Della Casa, critico cinematografico e storico del...
11

RomaFF 2016

Il meglio della 11esima Festa del cinema di Roma

Un anno di transizione oppure l'ennesimo segno di confusione di una manifestazione, nata sotto il segno di...
larrain

Pablo Larraìn

"Il cinema è un atto di compassione"

Incontro con il regista cileno Pablo Larraìn. Il suo "Neruda" uscirà il 13 ottobre e oggi scopriamo...
UN FILM PER L'ESTATE
Cosa guardare su Sky, Netflix e Infinity

Un film per l’estate

Pescato su Sky, Netflix e Infinity

Se qualcosa vi è sfuggito, ora è il momento di recuperare. 15 titoli per trascorrere l'estate in...
13-SEDOTTA E ABBANDONATA - 1963

Prato Film Festival 2016

Lungometraggi, corti e un omaggio a Pietro Germi

Quinta edizione del Prato Film Festival: al tradizionale concorso per cortometraggi, si aggiunge uno spazio competitivo dedicato...
Far East 2016

Far East 2016

Tempo di maturità

Giunta alla diciottesima edizione, la kermesse udinese conferma i pregi di una formula che consente all'appassionato di...
Morricone e il Western

Ennio Morricone e il western

Una lunghissima storia d'amore

“Ennio Morricone è come Mozart e Beethoven”. Lo ha detto Quentin Tarantino premiando il maestro con il...
Arcipelago

Arcipelago 2015

Street Art e Sperimentazione

Si è da poco conclusa la 2.3a edizione di ARCIPELAGO - Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove...