L’amicizia secondo il Torino Film Festival

I primi film del festival guardano ai rapporti d’amicizia e ai loro sedimenti

I primi film della 31esima edizione battono bandiera americana. Diversi, anche come modi d’intendere il cinema. Eppure segnano già una tendenza, ossia quella di parlare di amicizia. O ancora meglio di raccontare l’amicizia come un sedimento che filtra o intasa i rapporti e la loro percezione.
torino film festival 2013

A partire da Last Vegas, film di apertura della rassegna torinese: diretto da Jon Turtletaub, il film racconta di un addio al celibato nella capitale del gioco d’azzardo – messinscena con la memoria al magnifico finale di Casinò di Scorsese – tra quattro settantenni. Commedia che pare una versione senile di Una notte da leoni, più che raccontare ciò che può fare la terza età quando non si sente tale, Last Vegas si concentra sulla ruggine che piega ma non spezza un rapporto lunghissimo e descrive i protagonisti più o meno realizzati, acciaccati, disperati come somma non solo delle proprie esperienze ma soprattutto dei reciproci rapporti. A lieto fine e con tocchi di patetismo temperato qua e là, la rimpatriata pare comunque funzionare proprio perché la nostalgia è bandita e resta la consapevolezza.

K72A8892.CR2

Il filtro dell’amore è quello che usa Nicole Holofcener per Non dico altro, meglio noto come l’ultimo film di James Gandolfini. Qui la protagonista massaggiatrice diventa amica di una cliente che è però anche l’ex-moglie del suo nuovo compagno: ovviamente userà l’amicizia in incognito per carpire segreti. “Non dormiresti in un albergo mal recensito, no?” dice all’amica riguardo al suo doppio gioco. Non dico altro fa emergere qualche finezza di scrittura, nei dialoghi e di conseguenza negli attori. Il legame e i giudizi di chi ci sta intorno “avvelenano” le nostre percezioni e le rendono più simili a un Trip Advisor collettivo che a uno scambio di opinioni. Così la soggettività dei difetti diviene l’oggettività della lamentela. E infine del rimpianto.

enough-said-james-gandolfini-e-julia-louis-dreyfus-in-una-foto-promozionale-292763

A unire gli sguardi, le vie, le ottiche dell’amicizia ci penso il primo colpo di fulmine del festival, l’atteso Frances Ha di Noah Baumbach, storia della ricerca di una casa e dell’amicizia tra due ragazze. Ma soprattutto di una dipendenza più o meno celata, più o meno illuminata, dallo sguardo e dalla presenza di un’amica che definiscono l’adeguatezza al mondo, che rendono accettabili le stranezze che nessuno potrebbe accettare e che ci fanno essere, in momenti precisi, infrequentabili. L’amicizia per dinamiche, peso specifico nella crescita emotiva delle persone, ruolo fondamentale nell’educazione sociale diventa più importante dell’amore stesso, perché lo si vorrebbe indissolubile di natura, e invece va coltivato con più dedizione.
Baumbach, aiutato dalla musa Greta Gerwig, dalla scrittura alla selezione musicale, mette in scena con levità pensosa che reinventa Woody Allen e François Truffaut ai tempi dell’(est)etica indie. Che sulla sincerità e la mancanza di cinismo che pervadono l’amicizia ha fondato un’ideale.

frances_ha_58092565_st_6_s-high

Altri contenuti Cinema / Visioni
animaphix2_022930

Animaphix 2017

Il cinema d'animazione a Bagheria

ANIMAPHIX Festival internazionale del film d’animazione III edizione Bagheria (Pa) | Villa Aragona Cutò – Villa Cattolica...
lakecomo-film-festival-2017-132529

Lake Como Film Festival 2017

5a edizione | Lago di Como, 25 giugno - 16 luglio 2017

Lake Como Film Festival – La città paesaggio  La quinta edizione di Lake Como Film Festival, dedicata...
robert690

Il Cinema Ritrovato 2017

Torna a Bologna, per la XXXI edizione.

La Fondazione Cineteca di Bologna presenta la 31a edizione del festival Il Cinema Ritrovato, in programma dal 24 giugno al 1° luglio 2017, a...
Senza-titolo-1

Biografilm è finito

Evviva Biografilm

E nonostante l’heavy rotation del video che giustamente celebra il Guerrilla Staff prima di ogni proiezione consegni...
twinpeaksdougiejones.0.png

Twin Peaks 3

Episodi 3 e 4

Personaggi che parlano al contrario o che non parlano affatto, muti, sordi o senza occhi come la...
COPERTINA-sito3

Asian Film Festival 2017

Lo sguardo dell’Oriente nel cinema

A Bologna Taiwan week e Asian Film Festival 14 Lo sguardo dell’Oriente nel cinema 1-4 giugno Cineteca...
twin-peaks-dale-cooper_

Twin Peaks 3

Episodi 1 e 2

La terza stagione commentata episodio per episodio dopo la messa in onda italiana.
sq17_sito_testatapage_04

Sicilia Queer Filmfest 2017

Nuova edizione del festival siciliano

SICILIA QUEER FILMFEST Palermo, Cantieri Culturali alla Zisa / Cinema Rouge et Noir 24 maggio – 1...
f2c704f81e8d5ed4ec2581b7930e0101371d5523ff211c0bb01aaf633cb8f980_3950550

Cannes vs Netflix

Cannes Day 2 - Una polemica di retroguardia

L’ultima sentenza è arrivata ieri, mentre la conferenza stampa della giuria di Cannes aveva luogo, pronunciata proprio...
image

Hirokazu Kore’eda

Intervista al regista di "Ritratto di famiglia con tempesta"

Erede di un cinema giapponese delicato ma frontale, onesto e diretto ma anche ricco di tatto e...
closeknit

“Orlando”

"Orlando": l'identità di genere sul grande schermo

Torna e cresce "Orlando", festival dedicato a corpo, identità di genere e orientamenti sessuali. 14-21 maggio 2017:...
DANIELE VICARI
- Non una di meno

Daniele Vicari

Nessuna di meno

Conversazione con il regista su "Sole cuore amore", il suo nuovo film in uscita il 4 maggio....
intestazioneh2o

H2O: Iphoneography for human rights

Aperte le iscrizioni al contest H2O - Iphoneography for Human Rights

La macchina fotografica migliore è quella che hai sempre con te: a dirlo è Chase Jarvis, classe...
festival gusto della memoria 2017  dia133

Festival Cinema Vintage

Al via il bando 2017

FESTIVAL CINEMA VINTAGE “IL GUSTO DELLA MEMORIA” V edizione Roma – 28, 29 e 30 settembre 2017 Patrocinato dall’UNESCO AL VIA...
basquiat1

Basquiat: The Radiant Child

Jean-Michel Basquiat in mostra al Chiostro del Bramante

«Papa, I’m going to be famous»: c’è un certo grado di consapevolezza nelle parole di Jean-Michel Basquiat,...
tartaruga-rossa-Michael-Dudok-de-Wit

Michaël Dudok de Wit

Intervista al regista premio Oscar

L’olandese Michaël Dudok de Wit, già premio Oscar per il corto animato Father and Daughter (2000), è...