Orlando 2018

Il festival dedicato a identità, generi e rappresentazioni del corpo

Bergamo, dal 15 al 20 maggio più di 30 proposte in 11 diversi spazi della città.
orlandohd18

È dedicata al coraggio la quinta edizione di Orlando. Identità, relazioni, possibilità: festival culturale queer che da cinque anni organizza a Bergamo una piccola temporanea rivoluzione grazie ad un programma che riflette sui temi dell’identità, dei generi, delle rappresentazioni del corpo e lo fa con film in anteprima anche nazionale, spettacoli e performance di teatro e danza, incontri con ospiti internazionali, mostre e workshop per tutte le età. Quest’anno da martedì 15 a domenica 20 maggio, comprendendo nel calendario la Giornata internazionale contro l’omofobia di giovedì 17 maggio.

Orlando è organizzato da Laboratorio 80 e dall’Associazione culturale Immaginare Orlando: quest’anno sono 35 le proposte in calendario, 11 gli spazi cittadini in cui si svolgono le iniziative e più di 40 le associazioni, istituzionali e non, coinvolte in una collaborazione che vede nel festival di maggio il momento culminante ma che prosegue per tutto il resto dell’anno.

Eventi di punta della quinta edizione sono la presentazione in anteprima italiana del film They di Anahita Ghazvinizadeh, giovane e apprezzata regista iraniana di livello internazionale che martedì 15 maggio sarà all’Auditorium di piazza Libertà ad accompagnare il suo film per la prima volta in Italia, lo stesso giorno in cui They, prodotto con il supporto di Jane Campion e selezionato al festival di Cannes 2017, esce nelle sale italiane distribuito da Lab 80 film; e poi la presenza della performer inglese Liz Aggiss, esplosiva interprete che mette in scena il suo graffiante ironicissimo spettacolo Slap and Tickle, giovedì 16 maggio sempre all’Auditorium, dedicato a morale e tabù e premiato l’anno scorso al Total Theatre Award al Festival di Edimburgo (serata organizzata in collaborazione con Domina Domna – Festival della cultura al femminile).

E poi un ricco calendario. In attesa dell’inaugurazione del festival, sabato 12 e domenica 13 maggio, ci sono il laboratorio teatrale per adulti “Nudi e coraggiosi. Nude e coraggiose” (da sabato 12 allo Spazio Giovanile del quartiere Boccaleone, iscrizione richiesta) e la festa di apertura all’Ink Club (sabato 12).
Da martedì 15 gli eventi ufficiali: 10 le proiezioni di film, tutti in anteprima per la città di Bergamo e alcuni in anteprima nazionale, a cui si aggiungono un pomeriggio dedicato ai cortometraggi domenica 20 al Monastero del Carmine in Città Alta, in collaborazione con Teatro tascabile di Bergamo, e un focus dedicato al cinema d’animazione di Chintis Lundgren in collaborazione con Bergamo Film Meeting (proiezioni in sala prima dei film). Tra i titoli da ricordare, oltre al già citato They, ci sono Rett Vest (Going West) di Henrik Martin Dahlsbakken in anteprima italiana (sabato 19 maggio); Tinta bruta (Hard Paint) di Marcio Reolon e Filipe Matzembacher, selezionato all’ultimo festival di Berlino (venerdì 18); Les garçons sauvages (The Wild Boys) di Bertrand Mandico, presentato al festival di Venezia 2017, e Ah-ga-ssi (The Handmaiden) del discusso Park Chan-wook, premiato dalla British Academy Film Arts.
Cinque gli spettacoli dal vivo. Oltre a Slap and Tickle di Liz Aggis, Dolores di e con Jessica Leonello, sarcastico spettacolo il cui protagonista è il pupazzo Dolores, transessuale (giovedì 17); Lo dico solo a te a cura di Lucio Guerinoni, performance conclusiva del progetto teatrale “Sguardi di un certo genere” (venerdì 18); #oggièilmiogiorno a cura di Silvia Gribaudi, protagoniste le donne che partecipano al laboratorio Over 60 (domenica 20, in collaborazione con Festival Danza Estate), e ID-Performance per uno spettatore di e con Dynamis, intimo e delicato racconto sul tema dell’incontro (da venerdì 18 a domenica 20, ogni 30 minuti, prenotazione richiesta).

Dice Mauro Danesi, curatore di Orlando: «Lottare per una società più giusta non è una moda del passato ma un dovere per tutte e per tutti soprattutto in questi ultimi anni in cui movimenti populisti mettono in discussione libertà e diritti acquisiti. Anche per questo abbiamo deciso di dedicare il quinto anno del festival al tema del coraggio; non quello appariscente e costruito, ma un coraggio meno visibile, tenace e costante che è caratterizzante l’agire della cultura e che sarà sia il tema di riflessione dei prodotti culturali scelti che la modalità in cui lavoreremo per l’anno a venire. Orlando è un festival che non vuole aver paura di affrontare temi complessi, con delicatezza, ironia e attenzione».

Il programma e le informazioni dettagliate sul festival si trovano sul nuovo sito internet dedicato a Orlando: www.orlandofestival.it.

Commenti

Altri contenuti Cinema / Visioni
2aea98c2-9e8f-4462-8f2c-c4fbcd961704

Sicilia Queer Filmfest 2018

31 maggio - 6 giugno 2018

SICILIA QUEER 2018 Palermo, Cantieri Culturali alla Zisa / Cinema Rouge et Noir 31 maggio – 6...
orlandohd18

Orlando 2018

Il festival dedicato a identità, generi e rappresentazioni del corpo

Bergamo, dal 15 al 20 maggio più di 30 proposte in 11 diversi spazi della città.
coverlg

AKIRA | 30° Anniversario

Solo il 18 aprile al cinema

In sala il 18 aprile torna il capolavoro distopico di Katsuhiro Otomo con un nuovo doppiaggio, fedele...
Mandatory Credit: Photo by Shizuo Kambayashi/AP/REX/Shutterstock (6738377d)
Isao Takahata Japanese animated film director Isao Takahata speaks about his latest film "The Tale of The Princess Kaguya" with its poster during an interview at his office, Studio Ghibli, in suburban Tokyo. The princess laughs and floats in sumie-brush sketches of faint pastel, a lush landscape that animated film director Isao Takahata has painstakingly depicted to relay his gentle message of faith in this world. But his Oscar-nominated work stands as a stylistic challenge to Hollywood's computer-graphics cartoons, where 3D and other digital finesse dominate. Takahata says those terms with a little sarcastic cough. The 79-year-old co-founder of Japan's prestigious animator, Studio Ghibli, instead stuck to a hand-drawn look
Japan Oscars Overseas Princess Animation, Tokyo, Japan

Il cinema di Isao Takahata

Storia di un uomo molto innamorato

All'età di 82 anni è scomparso Isao Takahata, regista noto per aver fondato insieme a Hayao Miyazaki...
66596_26815408_10156096207857277_4670907796239682441_n (828x315)

Bergamo Film Meeting 2018

36° Bergamo Film Meeting (10-18 marzo 2018)

Con la proiezione del capolavoro L’ultima risata di F.W. Murnau, musicato dal vivo dal Maestro Gerardo Chimini...
luca-guadagnino-conferma-remake-suspiria-con-protagoniste-dakota-johnson-tilda-swinton-254641

Luca Guadagnino

Intervista al regista

Il nuovo cinema italiano, la famiglia Agnelli, Renzi e la forza rivoluzionaria dell’eros. In attesa che "Chiamami...
sommario-besto_of_20172

Cinema: best of 2017 (pt.2)

Top ten: gli ultimi cinque

Un anno di cinema da racchiudere nell’abituale classifica di fine anno: già pubblicata in versione ridotta sulla...
sommario-besto_of_20172

Cinema: best of 2017 (pt.3)

I film da recuperare

Poco visti, forse incompresi, a volte equivocati, senz’altro da noi molto amati. Più che i nostri film...
LoveIsAllMovie-fb

Love is all: Piergiorgio Welby

Intervista agli autori del documentario

Non è vero che la sofferenza porta alla salvezza. Lo testimonia l’esistenza dinamica, ironica, curiosa, persino psichedelica...
2127142_14011444

Pino Donaggio

Intervista al compositore, vincitore del Gran Premio Torino

Dopo l'intervista a Cliff Martinez, continuiamo a esplorare il mondo della musica da film intervistando il compositore...
p9-fazio-martinez-a-20170112

Cliff Martinez

Dal rock ai synth: intervista al compositore statunitense

Nel 1989 ha iniziato la sua longeva collaborazione con Steven Soderbergh lavorando a Sesso, bugie e videotape,...
Grace-810x400

Sophie Fiennes

Incontro con la regista di "Grace Jones: Bloodlight and Bami"

La costruzione dell’icona, la narrazione spettacolare di un corpo e di una voce e il suo retroterra...