Il Web degli anni Dieci

Verso una dittatura illuminata?

Spotify, Amazon, Netflix: stiamo progressivamente tornando alle dinamiche del broadcast e della distribuzione dall’alto.
Il Web degli anni Dieci
Verso una dittatura illuminata

Lo scorso luglio, Thom Yorke e Nigel Godrich hanno acceso un petardo e l’hanno gettato nella discoteca di Spotify. La musica non si è fermata, ma un po’ di persone si sono voltate verso la fonte del rumore. Il cantante e lo storico produttore dei Radiohead, oggi compagni di viaggio negli Atoms For Peace, hanno accusato il servizio in streaming di penalizzare economicamente i nuovi artisti, annunciando la decisione di ritirare da Spotify The Eraser (l’album solista di Yorke), AMOK (l’esordio degli Atoms For Peace) e Ultraísta (dell’omonima band guidata da Godrich).

A differenza di sei anni fa, quando l’up to you di In Rainbows incoronò i Radiohead come sovrani del Web, la reazione del pubblico e dei media è stata però molto più tiepida. Per una semplice ragione: tanto al primo che ai secondi Spotify piace. Sono stati proprio loro – tra link, status e articoli – a favorirne l’ascesa. E pazienza se a questo giro significa stare dalla parte delle major e non dello zio Thom.

Sta accadendo qualcosa di interessante nel paese delle meraviglie digitali. Sull’inarrestabile ruota del cambiamento stanno uscendo numeri, simboli e combinazioni che ci riportano a scenari antichi. Dopo un decennio abbondante di anarchia e promesse di rivoluzione – solcando i Sargassi del Web sui galeoni di Napster, Kazaa, The Pirate Bay, BitTorrent, Megaupload e stilando manifesti di neoumanesimo orizzontale, condivisione e Creative Commons – oggi si assiste a un progressivo ritorno alle dinamiche del broadcast e della distribuzione dall’alto. Aggiornate, però, al nuovo contesto di Internet e della fruizione liquida.

Spotify, da questo punto di vista, è una formidabile Teano dove si incontrano gli interessi dell’industria (che vuole tornare a controllare il mercato: e infatti sul servizio non è ammesso user generated content) e i desiderata del pubblico (che vuole spendere poco e poter ascoltare tutto, anche su smartphone, anche tramite social network). Se ampliamo il nostro orizzonte, uscendo dal recinto musicale, non è scorretto parlare di una ridefinizione del mercato nella quale convivono vecchi modelli economici, moderne tecnologie e – in molti casi – nuovi protagonisti.

Se Spotify sta ridando ossigeno e potere allo storico gruppo major (pur ridotto a tre unità: Universal, Sony, Warner), nel settore degli ebook il boccino sembra ormai passato dai grandi editori/librai al moloch dell’ecommerce. Più o meno negli stessi giorni della ribellione yorkiana contro Spotify, il “New York Times” segnalava un trend in corso su Amazon: “Con Borders al cimitero, Barnes & Noble in crisi, le librerie indipendenti sempre meno rilevanti, per molti lettori ormai l’unica possibilità di acquistare determinati libri è Amazon”, scriveva David Streitfeld. “E di alcuni di questi, Amazon sta di fatto alzando i prezzi”. Quando diventi monopolista, d’altronde, hai degli obblighi da rispettare.

Dal punto di vista dell’utente, oggi è difficile lamentarsi di servizi come Spotify, Amazon o Netflix (per i film). I loro pregi sono oggettivi e potenti: la facilità d’uso, l’efficienza tecnologica, la capacità di gestire/ offrire archivi sconfinati, i prezzi popolari. Spesso la sensazione è di trovarsi di fronte al Servizio Perfetto: lascia incredibili libertà di scelta e fruizione e il “controllo dall’alto” in fondo agisce come alleato contro il peso dell’abbondanza e il fastidio del caos (addio MP3, AVI e PDF sparsi disordinatamente negli hard disk). Ordine e progresso, direbbero a Rio. Nemmeno i lamenti di Thom Yorke riescono a scalfire la granitica estasi. Ma potremmo usare anche un’altra definizione: Dittatura Illuminata. Il sogno nascosto di molti, l’eterna oscillante tra utopia e ossimoro. È quella l’ambigua natura in cui sta mutando – con il consenso del popolo e l’inevitabile intreccio con i vari Google, Facebook, Apple – il Web degli anni Dieci?

Pubblicato sul Mucchio 710

Altri contenuti Argomenti / Tecnologia
arancio

Quanto manca al futuro?

Diritti per tutti

“C’è stato un tempo in cui le persone avevano davvero paura di dire che preferivano la montagna...
Un matrimonio è per sempre
Divorzio all'italiana

Un matrimonio è per sempre

Divorzio all'italiana

Perché lo Stato dovrebbe impicciarsi delle scelte personali e della nostra vita privata? Perché dovrebbe venirci a...
Monthy Phyton
Nei negozi il dvd della reunion dello scorso luglio

Monty Phyton

La reunion (perché, se ne erano andati?)

Quando sei stato il migliore di tutti è praticamente impossibile scomparire, non solo dalla scena. Nonostante il...
Visioni stellari
Il punto sulla fantascienza

Visioni stellari

La fantascienza torna a entusiasmare al cinema e nei libri. Perché il nostro mondo sta cambiando rapidamente,...
mantellini

Internet Italia. Anno Zero.

Intervista a Massimo Mantellini

Massimo Mantellini è uno dei più attenti osservatori del fenomeno "Internet" in Italia, nonché uno dei pionieri...
19gzsx6dtbbyqjpg

Normcore

Non c'è gusto ad essere normali

È da un po’ che li vedo gironzolare nel mio quartiere. Sono vestiti come i nostri parenti...
334637_10150377225959580_23402039579_8569946_1520980128_o

They Will Survive

Chi salverà i piccoli club inglesi

Tra i locali che abbassano la saracinesca e quelli a rischio chiusura, il circuito musicale indipendente inglese...
Berlinguer
Andrea Saba ricorda Enrico Berlinguer

Berlinguer

Andrea Saba ricorda Enrico Berlinguer

Enrico e Andrea vanno in barca insieme per tanti anni: Enrico al timone, Andrea a prua. Le...
vaccini-antinfluenzali

Vaccini

Isterismo ad libitum

Dopo aver affrontato sul numero di aprile le bufale sulla salute, l'attualità ci dà lo spunto per...
Salute e bugie
Intervista a Salvo Di Grazia di Medbunker

Salute e bugie

Sulla nostra pelle

Cialtroneria, malafede, credulità, disperazione: ingredienti perfetti per un disastro, che si ripete negli anni e coinvolge migliaia...
Valerio Verbano
22 febbraio 1980

Valerio Verbano

22 febbraio 1980

“Sono la mamma di Valerio Verbano, ucciso nel 1980 in casa davanti ai miei occhi da tre...
caso_stamina_4671

Stamina

Se niente importa

Sono mesi che si parla di Stamina e del suo “metodo” per curare malattie neurodegenerative. Il presidente...
Music_Overload_3_by_vicky987654321

Per lo meno

Consumare meno per apprezzare di più

Produrre meno, consumare meno: non è decrescita felice, ma semplice gestione delle idee.
Alice Wheeler
Quando ho fotografato i Nirvana

Alice Wheeler

Quando ho fotografato i Nirvana

Un’amica comune fu il tramite, l’obbiettivo della sua macchina il mezzo. Alice conobbe Kurt per gli scatti...
Realtà aumentabili
Il potere del rock

Realtà aumentabili

Spotify nativo

Il rock ti aggiunge una dimensione. Ti aumenta. Ed è un fenomeno deliziosamente ingovernabile.