Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

© stefano masselli

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade Fire, ospiti del Milano City Festival 2017. Gli “oooh ooooh” di Wake Up sfumano solo quando le luci vengono riaccese. C’era attesa per il passaggio di Win Butler e soci dalle nostre parti e questa, lo diciamo subito, è stata evidentemente ben ripagata. Almeno per coloro che seguivano il concerto da una posizione dalla buona acustica – i volumi non erano altissimi, ma questo è un altro discorso.

Sono da poco passate le 21:30 quando dalle casse risuona il motivo di Everything Now, solo molto più rallentato e solenne: è la versione lenta (e primo pezzo in tracklist) del primo singolo dal nuovo disco della band, in uscita il 28 Luglio. Sul palco sono in nove, numero cospicuo ma inferiore rispetto a quello dei membri del Reflektor tour: un solo percussionista, la sola Sarah Neufeld al violino, e un solo sassofono. Cosa che per la verità impedisce a qualche canzone di decollare come in passato (penso a Reflektor ma pure alla nuova Signs of Life). Del resto, a questo giro gli Arcade Fire hanno optato per un suono più sintetico, con Will Butler tuttofare a suonare synth e tastiere spesso contemporaneamente.

In mezzo alla tripletta iniziale senza pause Everything NowRebellion (Lies)Here Comes the Nighttime e il dittico Creature Comfort (più poderosa che su disco e inevitabilmente destinata a diventare un classico del gruppo) – Power Out, che chiude il main set, anche altri due pezzi dal nuovo album. Prima la già suonata Chemistry, numero reggae con un riff quasi hard rock di Richard Reed Parry, poi l’ultima anteprima di Everything Now, quella Electric Blue (al debutto live assoluto) che ha tanto spiazzato e che stasera si rivelerà il passaggio meno riuscito. Il resto della setlist si muove su coordinate piuttosto familiari, senza particolari chicche quali la Suburban War che sarebbe stata proposta la sera dopo a Firenze o la Windowsill infilata qua e là in queste date europee del pre-Infinite Content tour.

ARCADE FIRE 05 © stefano masselli
© stefano masselli

È invero un peccato, considerato che Neon Bible ha appena compiuto dieci anni; tuttavia le classiche No Cars Go, Tunnels, Ready to Start e The Suburbs (quest’ultima con dedica speciale a David Bowie) vengono cantate, anzi urlate a memoria, così come il “I need the darkness, someone please turn off the lights” di Sprawl II, mentre Regine Chassagne sventola i suoi proverbiali nastri colorati. L’impressione generale, sempre per chi l’ha seguita nell’epoca Reflektor, è quella di una band che ha ormai abbandonato le varie gimmick (superfici riflettenti, teste di cartapesta e duetti a distanza) in favore di un’attitudine più trattenuta, un approccio alla dimensione live senza fronzoli, con tutti i pro e i contro che ciò comporta.

È probabilmente l’encore ciò che fa fare il salto di qualità allo show. Non tanto la solita (e sempre sontuosa) Wake Up, con la voce di Butler udibile a malapena, quasi completamente sovrastata dalle ugole in fiamme aldiquà del palco, quanto Neon Bible. Win chiede che vengano abbassate le luci sul palco e si rivolge al pubblico: “Fate luce con i vostri cellulari, e stiamoci tutti vicino ‘ché son tempi duri”, tanto duri che il frontman ripete il verso “not much chance for survival” all’infinito. È il vellutato ritorno a terra dopo la rabbia e l’euforia della precedente ora e mezza, un momento tanto quieto quanto intenso che si chiude con l’accenno dell’incipit di Wake Up e i saluti finali.
Niente secondo bis, dunque, ma con quei sette minuti di cori è già iniziata l’attesa per il prossimo passaggio in Italia dei canadesi, sicuramente con qualche pezzo in più del nuovo album e, si spera, anche del sophomore del 2007.

 

Setlist:

Everything Now Slow

Everything Now

Rebellion (Lies)

Here Comes the Night Time

Chemistry

Electric Blue

Signs of Life

No Cars Go

The Suburbs

The Suburbs (Continued)

Ready to Start

Neighborhood #1 (Tunnels)

Sprawl II (Mountains Beyond Mountains)

Reflektor

Afterlife

Creature Comfort

Neighborhood #3 (Power Out)

 

Encore:

Wake Up

Neon Bible

Commenti

Altri contenuti Concerti / Musica
© stefano masselli

Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade...
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...