Live: Body/Head

22 ottobre 2013, Torino

Approda anche in Italia per quattro date la collaborazione di Kim Gordon con Bill Nace. Back to Avantgarde.
Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)

Potremmo far finta di niente, ma a leggere il titolo del primo disco di Kim Gordon dopo i Sonic Youth, Coming Apart, e vederla ritratta in copertina assieme ad “un altro”, veniva subito da pensare al peggio: al C’Eravamo Tanto Amati, ai rancori per corrispondenza, alle cattiverie mandate a dire tramite ufficio stampa. Che ad amor finito, musicale o meno. ogni dietrologia pare più lecita.

Ma vogliamo far finta di niente, e ci tocca precisare che Coming Apart era anche il titolo di un film indipendente girato da Milton Moses Ginsberg a New York nel 1969. Rivederne le sequenze proiettate al rallentatore dietro ai due musicisti aiuta a capire i perché della citazione: si tratta di riprese a camera fissa con un attore e un’attrice soltanto, un’essenzialità che la proposta dei Body/Head raccoglie nello spirito. Allo Spazio 211 di Torino, Bill Nace e la Gordon abitano una scena spoglia, dove armeggiano due chitarre, tre amplificatori e nient’altro. Sarà (ingrato) compito dello spettatore farsi “orecchio immobile” dentro una musica che dal vivo torna ad essere un dialogo improvvisato tra distorsioni elettriche e una voce mai così fredda e distante.

A proposito di spettatori: anche se per educazione stiamo facendo finta di niente, è chiaro che un po’ tutti noi siamo venuti qui per rendere omaggio a Kim Gordon la Rockstar, anche se sappiamo che in un contesto del genere reclamare Teenage Riot sarebbe una cafonata, e delle più imperdonabili. Nel dubbio restiamo fermi, ci grattiamo il mento e intanto ascoltiamo. Vorremmo carpire l’irripetibile diem dell’esibizione ma sono le mosse più trite quelle che alla fine ci emozionano: un’arrampicata sull’amplificatore, un jack maltrattato, un’armonica microfonata, una chitarra strisciata contro i pali, tre accordi più secchi e ritmati degli altri… False partenze, annunci di uno show punk rock che non arriverà mai. Proprio come l’encore, quando, in risposta a tanta insistenza, un roadie sale sul palco a spegnere gli amplificatori insieme alle speranze della platea. Che poi, ha senso chiedere i bis a quella che ha tutta l’aria di una performance estemporanea? Lo si fa per buona creanza? Per riconoscenza? Per abitudine? Perché quarantacinque minuti divisi per quindici euro sono oggettivamente un risultato scarso? Perché in realtà una dose extra di questa roba ce la risparmieremmo pure volentieri ma, ancora una volta, facciamo finta di niente? O è solo perché non siamo sicuri di aver capito bene cosa volessero dirci e potrebbero mica ripetere, grazie?

Lo sperimentalismo che accoglie la ripartenza della Gordon è lo stesso che aveva inaugurato il suo percorso una vita fa: New York, i minimalisti, la no wave, le contaminazioni free jazz… Un patrimonio ostico per statuto, ma che ha già conosciuto la sua messa in prosa proprio grazie a quanto realizzato dai Sonic Youth e discepoli. Era un viaggio di sola andata, e oggi non c’è modo di farlo suonare ancora “sperimentale”. Al massimo è un’avanguardia dal sapore retrò, piena di consapevolezza ma dalla credibilità spuntata. Il set torinese dei Body/Head si conclude presto, dieci minuti prima della mezzanotte: l’indomani Daydream Nation avrà compiuto il suo primo quarto di secolo, e allora costerà davvero tanto fare finta di niente.

Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)
Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)

 

Altri contenuti Concerti / Musica
© stefano masselli

Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade...
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...