Live: Body/Head

22 ottobre 2013, Torino

Approda anche in Italia per quattro date la collaborazione di Kim Gordon con Bill Nace. Back to Avantgarde.
Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)

Potremmo far finta di niente, ma a leggere il titolo del primo disco di Kim Gordon dopo i Sonic Youth, Coming Apart, e vederla ritratta in copertina assieme ad “un altro”, veniva subito da pensare al peggio: al C’Eravamo Tanto Amati, ai rancori per corrispondenza, alle cattiverie mandate a dire tramite ufficio stampa. Che ad amor finito, musicale o meno. ogni dietrologia pare più lecita.

Ma vogliamo far finta di niente, e ci tocca precisare che Coming Apart era anche il titolo di un film indipendente girato da Milton Moses Ginsberg a New York nel 1969. Rivederne le sequenze proiettate al rallentatore dietro ai due musicisti aiuta a capire i perché della citazione: si tratta di riprese a camera fissa con un attore e un’attrice soltanto, un’essenzialità che la proposta dei Body/Head raccoglie nello spirito. Allo Spazio 211 di Torino, Bill Nace e la Gordon abitano una scena spoglia, dove armeggiano due chitarre, tre amplificatori e nient’altro. Sarà (ingrato) compito dello spettatore farsi “orecchio immobile” dentro una musica che dal vivo torna ad essere un dialogo improvvisato tra distorsioni elettriche e una voce mai così fredda e distante.

A proposito di spettatori: anche se per educazione stiamo facendo finta di niente, è chiaro che un po’ tutti noi siamo venuti qui per rendere omaggio a Kim Gordon la Rockstar, anche se sappiamo che in un contesto del genere reclamare Teenage Riot sarebbe una cafonata, e delle più imperdonabili. Nel dubbio restiamo fermi, ci grattiamo il mento e intanto ascoltiamo. Vorremmo carpire l’irripetibile diem dell’esibizione ma sono le mosse più trite quelle che alla fine ci emozionano: un’arrampicata sull’amplificatore, un jack maltrattato, un’armonica microfonata, una chitarra strisciata contro i pali, tre accordi più secchi e ritmati degli altri… False partenze, annunci di uno show punk rock che non arriverà mai. Proprio come l’encore, quando, in risposta a tanta insistenza, un roadie sale sul palco a spegnere gli amplificatori insieme alle speranze della platea. Che poi, ha senso chiedere i bis a quella che ha tutta l’aria di una performance estemporanea? Lo si fa per buona creanza? Per riconoscenza? Per abitudine? Perché quarantacinque minuti divisi per quindici euro sono oggettivamente un risultato scarso? Perché in realtà una dose extra di questa roba ce la risparmieremmo pure volentieri ma, ancora una volta, facciamo finta di niente? O è solo perché non siamo sicuri di aver capito bene cosa volessero dirci e potrebbero mica ripetere, grazie?

Lo sperimentalismo che accoglie la ripartenza della Gordon è lo stesso che aveva inaugurato il suo percorso una vita fa: New York, i minimalisti, la no wave, le contaminazioni free jazz… Un patrimonio ostico per statuto, ma che ha già conosciuto la sua messa in prosa proprio grazie a quanto realizzato dai Sonic Youth e discepoli. Era un viaggio di sola andata, e oggi non c’è modo di farlo suonare ancora “sperimentale”. Al massimo è un’avanguardia dal sapore retrò, piena di consapevolezza ma dalla credibilità spuntata. Il set torinese dei Body/Head si conclude presto, dieci minuti prima della mezzanotte: l’indomani Daydream Nation avrà compiuto il suo primo quarto di secolo, e allora costerà davvero tanto fare finta di niente.

Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)
Foto di Francesca Sara Cauli (www.francescasaracauli.com)

 

Altri contenuti Concerti / Musica
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...
JF-hi-res-promo-foto-by-M-Borthwick-color-lores

Josephine Foster

25/26 Febbraio, Londra

Nel 2000 la cantautrice e polistrumentista del Colorado Josephine Foster pubblicava There Are Eyes Above, un’autoproduzione in...
FatWhiteFamily12

Fat White Family

2 marzo 2016, Parigi

Non è mica da poco il dilemma che si trovano a fronteggiare Lias Saoudi e i Fat...
1401x788-Grimes---Kill-V.-Maim

Grimes

10 MARZO 2015 - O2 BRIXTON ACADEMY, LONDRA

Il tour di Artangels riporta Grimes a Londra dopo quattro anni. La Brixton Academy non potrebbe essere...
mum2

múm

4 marzo 2016, Bergamo

La 34a edizione di Bergamo Film Meeting è stata inaugurata dall’anteprima italiana della performance della band islandese...
11826022_881445975276903_4379589732803519447_n

Ypsigrock Festival

Castelbuono (Palermo) – 06-09/08/2015

Come a ogni edizione, Giulia Sarno/unePassante ci racconta il festival siciliano che quest'anno porta nelle sue terre...
deus

dEUS

Villa Ada, 25 luglio 2015

Ho sempre pensato che se mai il Belgio dovesse cambiare inno nazionale – quello attualmente in vigore...
IMG_1752

Ryley Walker

Paradiso, Amsterdam - 02/05/2015

Trasferta olandese per ascoltare dal vivo il cantautore americano, da poco al suo secondo album con "Primrose...
10918993_966678046698254_8783892567178930641_n

Giovanni Lindo Ferretti

Sonar, Colle Val d'Elsa, Siena - 28/02/2015

Un concentrato di accordi, canzoni e sentimenti per due ore di spettacolo che di sicuro non hanno...
MY BRIGHTEST DIAMOND 30 © stefano masselli

My Brightest Diamond

Milano, Salumeria della Musica - 17/02/2015

Salumeria della Musica di Milano non gremita, ma più piena di quanto mi aspettassi: stasera a Milano...
bluesfest-banner

BluesFest

Londra, Royal Albert Hall - 29/10/2014

Uno dei luoghi simbolo della musica londinese, la prestigiosa Royal Albert Hall, da qualche anno a fine...