Live: Matt Elliott

Roma, Init, 5 marzo 2014

Nuovo tour in Italia per il cantautore di Bristol.
DSC_8308

È la solita vecchia storia. Ogni maledetta volta speri che sia diverso, che faccia meno male, invece finisci sempre per cascarci con tutte le scarpe. Ciascun spettatore, quando Matt Elliott sale sul palco, sa già che ogni arpeggio sarà un pugno allo stomaco, ogni pennata una coltellata in petto, ma si trova lì proprio per quella ragione: stupirsi di come la malinconia sappia trovare sempre una nuova strada per raggiungerci. La data romana del tour del musicista di Bristol, quindi, sembra essere l’occasione perfetta per testare la veridicità del titolo del suo ultimo lavoro, nell’illusione di scoprire se realmente only myocardial infarction can break your heart.

Elliott, stretto alla sua chitarra e supportato solo da una loop station, cerca subito il conforto del suo pubblico, già pronto a stringerlo in un caldo abbraccio, quando l’aria vibra con la prima nota di The Right To Cry. L’atmosfera del locale è accogliente ma disturbata dai soliti lanzichenecchi della vita notturna, ci pensa però il crescendo emotivo del brano (quel “again, again, again” che suona come un mantra disperato) a richiamare all’ordine. La scaletta non regala particolari sorprese, si susseguono perle di tristezza come Dust, Flesh And Bones e The Kursk, appuntamenti immancabili per chi segue l’artista, fino al richiamo della prima cover: una I Put A Spell On You che tracima disperazione da ogni nota. A quel punto siamo tutti stregati. Arriva allora il momento di trasformare il locale nel più fumoso e poco raccomandabile bar del porto. Nessuno, infatti, si stupirebbe se all’improvviso entrasse un barbone ubriaco o un vecchio pirata. Tra un flamenco e la personale versione di Bang Bang (My Baby Shot Me Down), passano in rassegna le varie influenze europee che hanno influenzato i suoi album solistici. Con grande padronanza delle sue abilità, il musicista, pian piano, orchestra un climax emotivo che raggiunge il suo apice con Il galeone, brano anarchico cantato in un italiano stentoreo ma intenso. Chiude le danze il folk greco-turco di Misirlou, qualcuno accenna un ritmo sbilenco a suon di mani che battono, ma è già ora di tornare a casa. Ci dirigiamo verso l’uscita, come ogni volta scossi nell’umore, desiderosi, però, di ricadere nuovamente nella stessa trappola emotiva.

Foto di Valentino Mochi

Commenti

Altri contenuti Concerti / Musica
20171118_214233(0)

The War On Drugs

@ Fabrique, Milano (16/11/17)

È un Fabrique gremito quello che accoglie i War On Drugs, reduci da tre album entusiasmanti a...
20171116_214218

Father John Misty

@Fabrique, Milano (16/11/2017)

La valigia di Josh Tillman è andata persa durante il viaggio aereo verso Milano. “Sembro vestito perfettamente...
shabazz_palaces_01

Shabazz Palaces

Oval Space, Londra - 06/11/2017

Quazarz atterra a Londra: i Shabazz Palaces portano in concerto il loro idiosincratico mix di free jazz...
20171110_215423

Fleet Foxes

@Fabrique, Milano (10/11/2017)

L’ultima incursione dei Fleet Foxes a Milano risale ad un altro novembre, quello del 2011. Nella location...
_MG_0573

Massimo Zamboni

1917-2017: i Soviet + L'elettricità

A Bologna per I Soviet + L'elettricità: lo spettacolo multimediale sui cento anni di rivoluzione russa, un...
dream-syndicate

Dream Syndicate

Dalle 22 alle 24, minuto più minuto meno. Due ore di carica esplosiva. Con gli strumenti caricati...
© stefano masselli

Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade...
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...