Live: Radiodervish

15 agosto 2013 - Casabona (KR)

La festa di piazza di un piccolo centro nel Marchesato crotonese è il teatro per una data di mezzo agosto dei Radiodervish. Il meticciato mediterraneo dello Human Tour 2013 sa come conquistare il cuore degli spettatori. Anche di quelli più distratti.
radio

Nabil Salameh, cantante dei Radiodervish, trova affascinante Casabona: gli ricorda il suo Libano. Un luogo remoto, non al passo coi tempi, immerso nella natura di ulivi e valli riarse, edifici senza intonaco. Festa comunale di Ferragosto, a Casabona, con sforzo meritorio per avere in cartellone i Radiodervish. Una “festa del ritorno” per gli emigranti, che esalta suggestioni di lontananza, esilio e nostalgia: humus in cui Nabil e soci vanno a nozze.
Il gruppo pugliese-palestinese si presenta in quartetto: “cuore battente” Pippo D’Ambrosio, più i tre titolari della ditta: il direttore Michele Lobaccaro si alterna tra chitarre e basso, Alessandro Pipino è una piccola orchestra, fabbrica di suoni (tastiere, fisarmonica, ukulele); Nabil, voce e carisma.

Set di grande calore, di pregnanza poetica e civile, quello dello Human Tour. Parte con il sirtaki lento e sensuale di Birds, quindi spazio all’atto di nascita, i “limpidi silenzi” di Radio Dervish, quando ancora il gruppo si chiamava Al Darawish e fu pioniere di una etno-music d’autore. Il concerto è abitato quasi fisicamente dalla presenza dei protagonisti che vivono nelle canzoni: Pippa Bacca, l’attivista-performer uccisa in Turchia mentre attraversava gli stati vestita da sposa, per unire Oriente e Occidente. A lei è dedicata Velo di sposa. Vittorio Arrigoni, il cooperante italiano morto nei territori occupati di Gaza, “partigiano di umanità”, che con la ricerca ostinata della convivenza esortava se stesso, davanti a tanta bruttezza, a “restare umano”. Al suo slogan sono intitolati disco e tour (“Human”). Vecchi e nuovi testimoni di civiltà, in una scaletta appassionata, riconciliante, ponte di culture, nello stile dei Radiodervish. Come Gramsci, dalla cui visionaria lettera carceraria è tratta la sempre magica Rosa di Turi, un classico insieme a Centro del mundo, L’esigenza (che non ci pentiamo di definire una delle più belle canzoni d’amore scritte in italiano), i “passaggi indispensabili” di Belzebù.

I combattenti di piazza Taksim e le primavere arabe sono narrati in Istanbul e In fondo ai tuoi occhi. Nabil imbraccia il bouzouki quando narra la favola di Erevan, uno dei momenti del concerto più trascinanti, sulla necessità di conservare dentro di noi la fanciullezza. E in Tutto quello che ho canta “le trasformazioni in questa vita mi faranno più che bene”. L’immagine di te (bissata a gran richiesta in chiusura di serata), viene accompagnata da un coro a bocca chiusa del pubblico. Nel bis, anche un doppio omaggio a Modugno con Tu si na cosa grande e Amara terra mia. L’incanto è nulla senza il coraggio: tanto coraggio e anima, occorrono, e bravura, per narrare credibilmente questi “tempi di pietra”, con umanità.

foto di Ida Veltri

Altri contenuti Concerti / Musica
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...