Live: Savages

Bologna, Locomotiv Club, 26 febbraio 2014

Se gli scettici volevano altre dimostrazioni, la prova live spazza via qualsiasi dubbio: la band inglese è una delle più credibili realtà elettriche degli ultimi anni. Per dirla con loro, "la musica può ancora andare dritta al punto, efficiente ed eccitante".
20140226_A_Dead_Index_Forest_Savages_Locomotiv-9885

Terza tappa del recente passaggio italiano, il concerto delle Savages – aperto dagli australiani A Dead Index Forest – è destinato a imprimersi tra i ricordi più forti dell’anno. Il gruppo inglese, nel suo campo d’azione, ha tutto: un impatto sonoro che arriva violentemente a destinazione, scuote e annichilisce, seppur ottenuto dall’essenziale triade chitarra-basso-batteria; una precisione nelle dinamiche che, nonostante l’urgenza espressiva, consente di godere di ogni passaggio strumentale; una presenza on stage magnetica, quasi d’altri tempi, che vince grazie a minimalismo ed eleganza.

Le quattro ragazze, in look total black, macinano un pezzo dopo l’altro per circa un’ora e un quarto di durata: si è parlato tanto di revival post-punk, eppure la resa perfetta del repertorio, ancora più trascinante e personale che su disco, conferma la sensazione di avere semplicemente a che fare con una band punk-rock con i controcazzi. Jehnny Beth – capello cortissimo e tacchi alti – avrà una voce che ricorda Siouxsie Sioux, ok, ma fila come un treno, Gemma Thompson e Ayse Hassan maneggiano le rispettive corde producendo rumore e groove a getto continuo, Fay Milton batte il ritmo senza requie. Allo spirito iconoclasta si abbina poi una padronanza della propria visione concettuale davvero rara oggidì: ecco che le parole affascinano sempre più, ecco la richiesta di immergersi nelle note e dimenticare i telefoni cellulari per rendere la serata speciale. Perché lo scopo dichiarato è “discover better ways of living and experiencing music”. A centrare l’obiettivo provvedono i brani del primo album Silence Yourself (proiettili ad alta velocità, da Shut Up ad Husbands, ed episodi maggiormente d’atmosfera, da Waiting For A Sign a Marshal Dear), ma anche rarità più datate (Flying To Berlin) e un paio di inediti che dovrebbero finire in un imminente ep: bene il recitato di I Need Something New, superbene la lunga marcia di Fuckers che rapisce con innumerevoli cambi di passo e il mantra “Don’t let the fuckers get you down”. Loro non si lasciano abbattere dagli stronzi, no, e sono promosse una volta per tutte, subito nel giro dei grandi.

Foto di Gloria Soverini

Commenti

Altri contenuti Concerti / Musica
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...
JF-hi-res-promo-foto-by-M-Borthwick-color-lores

Josephine Foster

25/26 Febbraio, Londra

Nel 2000 la cantautrice e polistrumentista del Colorado Josephine Foster pubblicava There Are Eyes Above, un’autoproduzione in...
FatWhiteFamily12

Fat White Family

2 marzo 2016, Parigi

Non è mica da poco il dilemma che si trovano a fronteggiare Lias Saoudi e i Fat...
1401x788-Grimes---Kill-V.-Maim

Grimes

10 MARZO 2015 - O2 BRIXTON ACADEMY, LONDRA

Il tour di Artangels riporta Grimes a Londra dopo quattro anni. La Brixton Academy non potrebbe essere...
mum2

múm

4 marzo 2016, Bergamo

La 34a edizione di Bergamo Film Meeting è stata inaugurata dall’anteprima italiana della performance della band islandese...
11826022_881445975276903_4379589732803519447_n

Ypsigrock Festival

Castelbuono (Palermo) – 06-09/08/2015

Come a ogni edizione, Giulia Sarno/unePassante ci racconta il festival siciliano che quest'anno porta nelle sue terre...
deus

dEUS

Villa Ada, 25 luglio 2015

Ho sempre pensato che se mai il Belgio dovesse cambiare inno nazionale – quello attualmente in vigore...