Live: tributo a Lucio Battisti

6 settembre, Palazzo Sersale Cerisano (CS)

Lo stesso giorno in cui la vedova riesuma le spoglie di Lucio Battisti dal cimitero in cui riposavano - che peccato riparlare di lui per questi motivi -, 1.000 chilometri più a Sud, nel cartellone del Festival delle Serre di Cerisano, un manipolo di musicisti mette in scena Confusione, gioioso tributo al grande cantante di Poggiobustone.
Foto di Ida Veltri

Ci sono tanti Battisti: da spiaggia, d’alta classifica, romantico, tardo-introverso, cervellotico. Poi c’è il Battisti magmatico, progressivo, caotico degli anni 70. In questo vulcano pescano gli autori del tributo dal titolo Confusione. Gli anni di Il mio canto libero, Il nostro caro angelo, Anima latina, ma anche di Io noi tutti e Una donna per amico. Omaggio originale, poco retorico, rispettoso, divertente, a quindici anni dalla morte. Si avvicendano gli artisti, e con loro grandi classici e brani più nascosti di un canzoniere maestoso. La Brunori SAS è la resident band: Massimo Palermo (batteria), Stefano Amato (basso e moog), Dario Della Rossa (tastiere), sotto la direzione del bravissimo battistiano doc Mirko Onofrio, sassofonista e arrangiatore del progetto, a cui tocca l’onere di aprire la serata cantando Gli uomini celesti. Alessandro Fiori sfodera un mini-concept con tre pezzi da Amore e non amore (1971): si penetra immediatamente un clima anni 70 col flauto traverso di Onofrio (Una), poi è armonica bluesy (Supermarket) e rock’n’roll (Se la mia pelle vuoi). Nicolò Carnesi è a suo agio con Comunque bella; da suoni tempestosi emerge Il veliero, poi la band lo lascia solo per una versione voce & chitarra di Ancora tu (applausi). Comincia in solitaria anche Appino, per proporre un inedito Battisti punk con La collina dei ciliegi, arrampicandosi e inciampando sulle foreste di versi (“ma quante parole ci metteva Mogol?”). Le tre verità alterna drammaticità e vitalismo rock. “Speriamo che Battisti non si stia rivoltando nella tomba”, ironizza Appino, alludendo alle tristi recenti vicende sepolcrali. Il mio canto libero riporta il clima dentro la classicità. “Quando musica e miseria diventan cosa sola”, è il turno di Di Martino: Anima latina è elettronica, giunglesca; è la dilatazione la cifra di questa sezione, irrompe il moog in Il nostro caro angelo; con Amarsi un po’ ti accorgi definitivamente di come Battisti faceva sembrare naturali e semplici le discese e le risalite, le cose più ardue e ardite (come tutti i fuoriclasse). Roberto Angelini accenna la melodia mesmerica di Umanamente uomo: il sogno. Quindi, accompagnandosi furiosamente alla pedal steel guitar, tra rumorismo e ambient approda a Insieme a te sto bene, con Carnesi che gli dà una mano a fare groove, per poi terminare il suo set trascinante con l’anima negroide, rock-blues di Dio mio no. Dario Brunori e Simona Marrazzo, in versione Johnny Cash & June Carter (loro dicono Albano & Romina, con apprezzabile autoironia), esplorano il Battisti della ballad sofisticata: Perché no, Due mondi, Una donna per amico molto elettrica. Mirko Onofrio torna al microfono per una Sognando e risognando sabbatica. È il turno infine dei Gatti Mèzzi per una sequenza di classiconi: Anna, Anche per te, poi Il tempo di morire tutti insieme come a The Last Waltz, che manco si sta tutti sul palco. Però che bello che è, ricordarlo così, Lucio Battisti.

Foto di Ida Veltri. Lo scatto ritrae Nicolò Carnesi e Roberto Angelini con i
quattro elementi della Brunori SAS (resident band del concerto).

Altri contenuti Concerti / Musica
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...