Love is a mixtape #2

Regret dei New Order

"Alta fedeltà" compie vent'anni e sull'esempio del protagonista del romanzo di Nick Hornby abbiamo raccontato le nostre storie d'amore attraverso le canzoni. Questa è quella scelta da Violetta Bellocchio.
Love is a Mixtape #2
"Tick Of The Clock" dei Chromatics. L'amore per Claudia Durastanti.

You used to be a stranger
Now you are mine

 

Sono stata la ragazza di un giornalista musicale non famoso. Io avevo ventitré anni, lui ventisei. Siamo stati insieme quasi otto mesi e tutto il tempo io ero fatta di qualcosa. Conoscevamo i pusher che stavano seduti fissi ai giardinetti davanti casa sua, quelli dei parcheggi di Milano Sud, quelli davanti ai centri sociali. Eravamo ubriachi la prima volta che abbiamo parlato, eravamo fatti la prima volta che siamo usciti insieme e la mattina dopo aver dormito insieme, eravamo fatti quando lui mi ha detto per la prima volta “ti amo”. Andavamo in giro in macchina di notte e ci cantavamo Regret dei New Order. Ci piaceva la parte che dice una volta tu eri un perfetto estraneo, ora sei mio. Ci tenevamo sempre per mano quando camminavamo per strada, la gente ci prendeva in giro, diceva “ma non vi lasciate mai?”, diceva “ancora?, non se ne può più”. Poi è finita. Non ero mai stata innamorata di nessuno prima di lui e non sono stata innamorata di nessun altro, quindi è possibile che l’intera storia fosse una scusa per permettere a me stessa di provare sentimenti reali una volta nella vita, e per sentirmi dire “ti amo” da qualcuno che a grandi linee mi conosceva e al momento opportuno si sarebbe levato di torno senza fare troppo casino.

Prima di conoscere il giornalista musicale stavo con un ragazzo americano che aveva la mia stessa età e mi cantava If You Leave quando uno dei due doveva andare a prendere il treno. Mi aveva lasciato la settimana dopo essere tornato negli Stati Uniti: al telefono mi aveva detto che tutta la sua vita in Italia era stata recess, una pausa di ricreazione, e per lui era arrivato il momento di mettersi a lavorare sul serio. Non ha mai combinato niente che avesse un valore nemmeno per sbaglio, però siamo andati a cena insieme qualche volta dieci anni più tardi. Il giornalista musicale, invece, non l’ho più rivisto, anche se abbiamo vissuto a lungo nella stessa città. La New Wave commerciale non ho mai ricominciato ad amarla sul serio, ma ho continuato ad ascoltarla. In fondo non era cambiato niente. I giovani hanno sempre la scusa del periodo storico.

* Violetta Bellocchio è una scrittrice. Il suo ultimo libro è Il corpo non dimentica (Mondadori, 2014) e un suo racconto è nell’antologia L’età della febbre (minimum fax, 2015).  Sta curando una raccolta di racconti nonfiction in uscita a Settembre per Utet. Sul web ha dato vita ad una rivista tutta al femminile che raccoglie storie vere di donne, Abbiamo le prove

 

Commenti

Altri contenuti Musica
20171118_214233(0)

The War On Drugs

@ Fabrique, Milano (16/11/17)

È un Fabrique gremito quello che accoglie i War On Drugs, reduci da tre album entusiasmanti a...
20171116_214218

Father John Misty

@Fabrique, Milano (16/11/2017)

La valigia di Josh Tillman è andata persa durante il viaggio aereo verso Milano. “Sembro vestito perfettamente...
shabazz_palaces_01

Shabazz Palaces

Oval Space, Londra - 06/11/2017

Quazarz atterra a Londra: i Shabazz Palaces portano in concerto il loro idiosincratico mix di free jazz...
20171110_215423

Fleet Foxes

@Fabrique, Milano (10/11/2017)

L’ultima incursione dei Fleet Foxes a Milano risale ad un altro novembre, quello del 2011. Nella location...
_MG_0573

Massimo Zamboni

1917-2017: i Soviet + L'elettricità

A Bologna per I Soviet + L'elettricità: lo spettacolo multimediale sui cento anni di rivoluzione russa, un...
cohen

Leonard Cohen

Il piccolo profeta gobbo

Un anno fa moriva Leonard Cohen, il giorno prima dell’elezione di Trump che sconvolgeva il mondo. Questo...
dream-syndicate

Dream Syndicate

Dalle 22 alle 24, minuto più minuto meno. Due ore di carica esplosiva. Con gli strumenti caricati...
vallicelli

Matteo Vallicelli

Botta e risposta

Ripubblichiamo la nostra intervista a Matteo Valliceli in occasione della sua partecipazione alla decima edizione del Transmissions...
CRISTALLO - Se i Melampus risplendono in italiano

Cristallo

La trasparenza del nero

Con l’omonimo EP del loro nuovo progetto, sempre avvolgente ma maggiormente elettronico, Francesca Pizzo e Angelo Casarrubia...
liars1

Liars

A tre anni di distanza da "Mess", i Liars tornano in veste di progetto solistico del frontman...
ZOLA JESUS - Dal vivo in Italia

Zola Jesus

Nostra signora dell'oscurità

A Novembre dal vivo in Italia con il quinto album, un lavoro volutamente heavy
aldousharding_2017blue

Aldous Harding

Strana come un'arancia meccanica

Il 31 ottobre a Torino sarà l'unica occasione per vedere dal vivo Aldous Harding, non perdetevela.
PROG ROCK ITALIANO - La serie in vinile di De Agostini Publishing

Prog Rock Italiano

La stagione d’oro del nostro progressive in vinile

Arriva Prog Rock Italiano, la nuova collana di De Agostini Publishing: sessanta album in vinile per rivivere...
DREAM SYNDICATE - Ad ottobre in Italia

The Dream Syndicate

La deformazione dello spazio-tempo

La stagione d'oro del Paisley Underground, quattro dischi, lo scioglimento e poi l'indefessa carriera tra album da...
La doppia vita di NICO

La doppia vita di Nico

Cinquant'anni da Chelsea Girl

Nell’ottobre 1967 usciva Chelsea Girl, primo album da solista della chanteuse dei Velvet Underground: femme fatale che...
SequoyahTiger5_byVampaClub

Sequoyah Tiger

Sulla rampa di lancio

Geometria e sinestesia, synthpop e psichedelia, movimento e ripetizione, comunicazione ed esplorazione. Tutto questo, e molto di...