Love is a mixtape #3

"I’ll Be Your Mirror "dei Velvet Underground

"Alta fedeltà" compie vent'anni e sull'esempio del protagonista del romanzo di Nick Hornby abbiamo raccontato le nostre storie d'amore attraverso le canzoni. Questa è quella scelta da Gianluca Morozzi.
Love is a Mixtape #2
"Tick Of The Clock" dei Chromatics. L'amore per Claudia Durastanti.

 

I find it hard to believe you don’t know
The beauty that you are
But if you don’t let me be your eyes

 

La mostruosa fortuna di uno scrittore. A un certo punto, per un motivo o per l’altro, una ventiquattrenne sosia di Marianne Faithfull nata e cresciuta a Viterbo legge un tuo libro, poi ti cerca su Facebook, scopre dalle foto che non sei di ripugnante aspetto, e un bel giorno tu ti ritrovi alla stazione di Bologna ad aspettare Angela, venuta da Viterbo apposta per te. Ragazzi, che splendido mestiere, per te che hai sempre pensato che Marianne Faithfull epoca Rolling Stones fosse, tipo, la donna più bella del mondo.

Tu e Angela andate a cena, poi a bere qualcosa, poi lei ti chiede di farle vedere un luogo suggestivo di cui ha letto nel tuo romanzo. Ovvero, un certo colle in cui – come hai scritto – tutte le coppie vanno per baciarsi, rapite dallo spettacolo della città illuminata sotto il cielo stellato. La richiesta, lo intuisci, non è priva di sottintesi. Infatti – non ho spazio a sufficienza per creare suspense – vi baciate.

A questo punto vi spostate nel tuo bilocale. Mentre le cose si fanno concitate, ti ricordi una cosa che vi siete detti tra un bicchiere e l’altro. Ovvero: mentre parlavate di musica – e tu sfoggiavi tutte le tue medagliette da concerto, naturalmente – lei ha detto che trovava “sexy” i Velvet Underground. Quella parola, “sexy”, che avresti trovato normalmente fastidiosa, pronunciata da quelle labbra alla Marianne Faithfull ti era sembrata pregna di un erotismo sconcertante.

Così, prima che la vicenda si sposti sul letto, metti nello stereo il celeberrimo album della banana, quello con Nico. Tutto va bene all’inizio: il divertente sentiero dei preliminari si dipana da Sunday Morning fin verso la metà di All Tomorrow’s Parties. Ma, al momento di passare alla sacra unione dei corpi, ti viene in mente di colpo una delle altre cose che ha detto Angela durante la serata. Ovvero, mentre facevate la carrellata dei vostri ex più strani o folcloristici, lei ti ha raccontato di essere stata fino a poco prima con un avvocato esperto di sesso tantrico. Tu, il sesso tantrico, non sai neppure dove stia di casa. Tu, dal confronto con l’avvocato, lui lì, lo Sting di Viterbo, sappilo, ne uscirai perdente. La cosa ti rende così nervoso che d’improvviso speri che il tutto finisca presto, prestissimo, prima possibile. Speri che Angela raggiunga l’apice ancor prima di Heroin. E poi ti viene in mente un’altra cosa: che, tempo due canzoni, ci sarà The Black Angel’s Death Song. Ti ha sempre messo molta ansia, quel penultimo pezzo, con quella viola elettrica stridente, con quei sibili nel microfono. L’ansia, hai letto da qualche parte, non è amica dell’erezione. Dio dell’orgasmo femminile, pensi, ti prego, accelera il processo, per carità!

E se si dovesse andare ancora oltre, ai quasi otto minuti di European Son? No, no, tu non ce la puoi fare a portare avanti il confronto con l’avvocato tantrico in quella cacofonia di feedback, distorsioni, ritmi tribali, che brutta figura, che brutta figura…

Beh, come dicevo sopra, non ho tempo né spazio per creare suspense. Sappiate solo che anche adesso, se ascolto I’ll Be Your Mirror – terzultimo brano – sorrido beato, e con un fremito dei lombi brindo idealmente a Marianne Faithfull. E alla sua sosia di Viterbo.

* Gianluca Morozzi, scrittore e springsteeniano, 1971.  Ha esordito con Despero (Fernandel, 2001) e da quel momento è sempre stato nelle nostre corde.   

Commenti

Altri contenuti Musica
HDADD
Il nuovo album "Sense Of Wonder", l'etichetta Queenspectra, le collaborazioni: Marco Acquaviva si racconta

HDADD

La rinascita dello spirito

Per gli ascoltatori più attenti HDADD è una delle realtà più visionarie e al contempo concrete dell'elettronica italiana:...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
carlo barbagallo

Carlo Barbagallo

Anteprima del video "11 Dreams”

In esclusiva, il video della versione acustica di 11 Dreams, brano tratto da 9, il nuovo album...
SOVIET SOVIET
Nuovo album, nuovi concerti

Soviet Soviet

In attesa dell'imminente secondo album "Endless", il power trio marchigiano ha ripreso a macinare concerti. L'occasione giusta...
19'40"
La nuova scommessa di Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro

19’40”

Divulgazione divertente

La collana di dischi congegnata da Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli e Francesco Fusaro parte col botto...
SHARON JONES
Addio ad una grande voce del soul

Sharon Jones

Addio ad una grande voce del soul

L'intervistammo esattamente un anno fa mentre alla soglia dei sessant’anni se la stava vedendo con il tumore...
LEONARD COHEN
Spegniamo la candela

Leonard Cohen

Spegniamo la candela

Johnny Cash, David Bowie, Leonard Cohen; andarsene con un disco-testamento è un privilegio riservato ai migliori, un...
tumblr_n5qhv77Ne31tbydapo1_1280

Bye Bye Obama

I magnifici otto

I dischi e gli artisti che hanno fatto da colonna sonora all’era Obama: fra R&B, hip hop...
TOM BROSSEAU
Intervista

Tom Brosseau

Ritorno alle radici

Ha appena pubblicato "North Dakota Impressions", il terzo volume di una sorta di trilogia dedicata ai suoi...
jerusalem-in-my-heart

Jerusalem In My Heart

Cannibalismo culturale

Il progetto sull'asse Libano/Canada di Radwan Ghazi Moumneh e condiviso con il filmmaker Charles-André Coderre torna in...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
LOU REED
L'incipit del lungo servizio sul Mucchio in edicola

Lou Reed

Eurochild

Perché i riformati Velvet Underground accettarono di fare da spalla agli U2 durante il tour europeo del...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
ZEN CIRCUS
Un selfie sulle rovine del mondo

The Zen Circus

Un selfie sulle rovine del mondo

Andrea Appino, Ufo e Karim festeggiano i diciotto anni di carriera con un nuovo album: "La Terza...
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.