Love is a mixtape

"S&M" di Rihanna

"Alta fedeltà" compie vent'anni e sull'esempio del protagonista del romanzo di Nick Hornby abbiamo raccontato le nostre storie d'amore attraverso le canzoni. Questa è quella scelta da Marco Marsullo*, uno scrittore che vale la pena conoscere.
Love is a Mixtape #2
"Tick Of The Clock" dei Chromatics. L'amore per Claudia Durastanti.

 

May break my bones
But chains and whips
Excite me

 

‘Cause I may be bad but I’m perfectly good at it. Diceva così il tatuaggio sulla sua spalla destra. Lo notai su Facebook la prima volta, chiaramente. Lavinia non la vedevo da tre mesi, dal pomeriggio in cui mi aveva piantato senza darmi troppe spiegazioni. Erano cominciate per me settimane di passione: passavo tutto il giorno ad aggiornare la sua pagina Facebook in cerca di ogni minimo dettaglio che mi rivelasse qualcosa della sua, nuova, vita. Aveva un altro? Desiderava avere un altro? Perché mi aveva lasciato? Per novanta giorni, nulla. Poi, vidi quella foto. Effetto seppia, Lavi girata un po’ di spalle, mezza nuda, la testa ad ammiccare all’obiettivo (e inoltre: chi diavolo le aveva fatto quella foto?). ‘Cause I may be bad but I’m perfectly good at it. Che cazzo voleva dire? Con l’inglese mi ero fermato alla terza media. Al liceo troppe occupazioni e assenze per imparare una nuova lingua. Google translate non mi aiutò così tanto: “Causa io posso essere male ma io sono perfettamente bravo a farlo”. A meno che in Lavinia non fosse esplosa la passione per la lobotomia, qualcosa non quadrava.

Copiaincollai la frase su google. E scoprii la verità. S&M di Rihanna. Una canzone. Andai su YouTube e la cercai. Na na na, come on. I like it like it, come on. Un testo che incitava l’uso di fruste e catene nel sesso. Lavinia, cazzo fai? Mi venne un attacco di tachicardia, chiamai tutti i miei amici, ore al telefono con ognuno di loro: “Ma hai capito che cazzo si è tatuata quella scoppiata?”. Ma poi, Rihanna. Perché, Lavi? Perché Rihanna? Avevi sempre detto che era ’na zoccola buona per i boffolotti. Cos’era cambiato, adesso? Passarono i giorni, le settimane, i mesi. Andavo sempre sulla sua pagina, il tatuaggio era sempre lì in bella vista. ‘Cause I may be bad but I’m perfectly good at it. Quando mi decisi, ricordo, era un martedì mattina. Mi feci accompagnare da un amico che conosceva un bravo tatuatore, uno di quelli da cui vanno i calciatori. Gli spiegai un paio di volte la mia idea, ciò che mi volevo scrivere sul corpo. Quel tale sembrava non capire, mi chiedeva se fossi sicuro. RIHANNA STOCAZZO, con i caratteri gotici, sulla spalla sinistra, si vedeva benissimo. Risaltava proprio. Appena arrivato a casa chiesi allo stesso amico di farmi una foto. Io mezzo nudo, girato di schiena, la faccia dritta nell’obiettivo. La misi su Facebook. Aspettai. Lavinia non mise mi piace, non commentò. Ancora oggi aspetto, aspetto sempre. Non so bene che cosa, ma aspetto.

*Marco Marsullo è uno scrittore, classe 1985. Uno giovane, per davvero. Il suo secondo romanzo è L’audace colpo dei quattro di Rete Maria che sfuggirono alle miserabili monache (Einaudi, 2014).

Commenti

Altri contenuti Musica
PETER KERNEL_intervista

Peter Kernel

Un esorcismo a colori

Al quarto album, "The Size Of The Night", il duo svizzero-canadese si conferma una delle band più...
Mamuthones_Bags ok

Mamuthones

Italo-disco-occult-psychedelia

Dal misticismo dei primi dischi alla dance straniante del nuovo "Fear On The Corner": il ritorno dei...
GENERIC ANIMAL_intervista

Generic Animal

Equilibrista pop

In Generic Animal, Luca Galizia fa pop. Ma atipico. Una "nuova" realtà nel panorama italiano.
L I M_intervista

L I M

Come colla

Sofia Gallotti ci parla di tutto ciò che scorre attorno al suo progetto elettronico da solista, giunto...
_DSC3099

Cosmo

Tutta la libertà possibile

Oltre il tormentone dell’estate scorsa, il creatore di canzoni pop, il producer di elettronica, l’ex prof. di...
gdm-1

Jukka Reverberi

Post rock, una definizione

Cos’è il post rock? Cos’è stato? Esiste ancora? Proviamo a definirlo con Jukka Reverberi dei Giardini di...
INSECURE MEN_intervista

Insecure Men

La vita è piena di sorprese

Alla scoperta del curioso esordio omonimo, su Fat Possum, del nuovo duo formato dall'ex Fat White Family...
starcontrol 2017 - 02_preview

Starcontrol

Un quadro nerobluastro

Il trio lombardo approda finalmente al primo album "Fragments", per una "spleen wave” cupamente emotiva dalla quale...
1507251989-billy_corgan_tickets

Billy Corgan

Intervista a Mr Smashing Pumpkins

Di giorno in giorno aumentano gli indizi che fanno pensare ad un imminente ritorno degli Smashing Pumpikins....
maxresdefault

Roger Eno

Una promessa che ho mantenuto

Questa intervista è un estratto da "L'algebra delle lampade" di Paolo Tarsi, libro dedicato all’influenza esercitata dalle...
170415_JoanAsPoliceWoman

Joan As Police Woman

Giovanna Dark

"Damned Devotion", il nuovo album di Joan Wasser in uscita il 9 febbraio, si presenta, innanzitutto, come...
OUGHT

Ought

Oggi, più di ogni altro giorno

La band canadese è al terzo album, “Room Inside The World”, contraddistinto da una forte componente umana,...
wolf alice

Wolf Alice

@Santeria Social Club, Milano (13/01/2018)

Un uragano si abbatte su Milano e il suo nome è Wolf Alice. La band nord-londinese, reduce...
David Bowie
- Accadde un anno fa

David Bowie

David Bowie ha lasciato un'impronta indelebile sul nostro tempo. Nei suoni, nello stile, nel modo di pensare,...
throbbing-gristle

Throbbing Gristle

Distruttori di civiltà

Continua l'opera di ristampa della discografia dei Throbbing Gristle via Mute. A gennaio è il turno di...
SUICIDE_Visti da Massimo Zamboni

Suicide

Massimo Zamboni racconta

40 anni fa esatti il debutto dei Suicide: il duo newyorkese che anticipò il punk. Ce li...