Live: My Bloody Valentine

12-13 marzo 2013 - Londra, Hammersmith Apollo

i My Bloody Valentine dal vivo restano una delle migliori music-experience di tutti i tempi. Un passato, un presente e un futuro che sembrano armonizzati vvolti da una coltre di rumore, come se il passare del tempo fosse una mera questione per i comuni mortali.
mbv1

Chi li ha visti nei tour di reunion tra 2008 e 2009, e soprattutto chi li ha visti in qualche venue al chiuso (uno dei numerosi dettagli che, nell’universo perfetto di Kevin Shields, fanno la differenza), è consapevole di un aspetto che tutti gli altri possono immaginare adeguatamente solo spingendo la fantasia molto oltre la realtà a cui siamo abituati. Un concerto dei My Bloody Valentine non è un’esperienza “musicale”, “culturale”, “sociale” come i live comunemente sono. Un concerto dei My Bloody Valentine è un’esperienza fisica. Sensoriale e psichedelica. Forse non “mistica” come nel caso degli Swans – con cui condividono i volumi e l’appartenenza a una categoria “altra” di live band, che si appropria della mente, del corpo e delle orecchie degli ascoltatori ben oltre la fine della performance – ma certamente un’epifania accecante, che giustifica, e alimenta, l’appartenenza a un credo. Per l’esordio ufficiale dei MBV a Londra post m b v, la location è di quelle per le grandi occasioni, che (già) storicizza, e con classe, questi due concerti “in casa” del gruppo. Il pubblico, oltre a provenire da mezza Europa, è trasversale per età, con tanti giovanissimi. La scaletta, è quella ideale: tanto Loveless, tre brani nuovi (l’unico punto su cui si poteva rischiare di più), un paio di estratti furiosi da Isn’t Anything e poi la sorpresa, dolcissima, con parecchio materiale dagli EP. In platea, a pochi metri dal palco, la prima sensazione con cui ci accolgono i concerti di entrambe le serate, sulle note di I Only Said, sono le vibrazioni che dal pavimento salgono lungo il corpo. Una terapia d’urto purificante, che stordisce con una tabula rasa sonora, ma d’altra parte non rinuncia alla cromoterapia rosa-violetto che è l’essenza, dei visual ma anche delle melodie da sogno-ad-occhi-aperti, della band più rumorosa sulla Terra. Vibrazioni che percuotono ininterrottamente le viscere fino alle schegge impazzite di Wonder 2, brano conclusivo (perfetto) lanciato in orbita dall’orgia rumorista dell’Holocaust (11 minuti di orologio) di You Made Me Realise. Nel mezzo, un’abbondanza di suoni ripetitivi e in continuo crescendo (“Earplugs are available everywhere!” recitano i numerosi cartelli in sala, e dall’attacco dell’Holocaust sarà davvero impossibile farne a meno), la muraglia di amplificatori dietro Kevin Shields, secchiate di caleidoscopi lisergici alle spalle della band, l’ipnosi languida di Cigarette in Your Bed e Slow, quella acida di Soon, la forma asimmetrica di Only Tomorrow che guadagna spessore rispetto al disco, le voci che affiorano di tanto in tanto – e che se pure non si sentiranno mai, non sarà mai davvero un problema. Ma soprattutto, quella sensazione di disorientamento costante, quell’aggressione morbida, quell’oscillazione interiore che è la stessa dei dischi. Ma all’ennesima potenza.

Pubblicato sul Mucchio 705 

Altri contenuti Concerti / Musica
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...
JF-hi-res-promo-foto-by-M-Borthwick-color-lores

Josephine Foster

25/26 Febbraio, Londra

Nel 2000 la cantautrice e polistrumentista del Colorado Josephine Foster pubblicava There Are Eyes Above, un’autoproduzione in...
FatWhiteFamily12

Fat White Family

2 marzo 2016, Parigi

Non è mica da poco il dilemma che si trovano a fronteggiare Lias Saoudi e i Fat...
1401x788-Grimes---Kill-V.-Maim

Grimes

10 MARZO 2015 - O2 BRIXTON ACADEMY, LONDRA

Il tour di Artangels riporta Grimes a Londra dopo quattro anni. La Brixton Academy non potrebbe essere...
mum2

múm

4 marzo 2016, Bergamo

La 34a edizione di Bergamo Film Meeting è stata inaugurata dall’anteprima italiana della performance della band islandese...
11826022_881445975276903_4379589732803519447_n

Ypsigrock Festival

Castelbuono (Palermo) – 06-09/08/2015

Come a ogni edizione, Giulia Sarno/unePassante ci racconta il festival siciliano che quest'anno porta nelle sue terre...
deus

dEUS

Villa Ada, 25 luglio 2015

Ho sempre pensato che se mai il Belgio dovesse cambiare inno nazionale – quello attualmente in vigore...
IMG_1752

Ryley Walker

Paradiso, Amsterdam - 02/05/2015

Trasferta olandese per ascoltare dal vivo il cantautore americano, da poco al suo secondo album con "Primrose...
10918993_966678046698254_8783892567178930641_n

Giovanni Lindo Ferretti

Sonar, Colle Val d'Elsa, Siena - 28/02/2015

Un concentrato di accordi, canzoni e sentimenti per due ore di spettacolo che di sicuro non hanno...
MY BRIGHTEST DIAMOND 30 © stefano masselli

My Brightest Diamond

Milano, Salumeria della Musica - 17/02/2015

Salumeria della Musica di Milano non gremita, ma più piena di quanto mi aspettassi: stasera a Milano...