Ryley Walker

Paradiso, Amsterdam - 02/05/2015

Trasferta olandese per ascoltare dal vivo il cantautore americano, da poco al suo secondo album con "Primrose Green".
IMG_1752

È il 2 maggio 2015 e io arrivo davanti al Paradiso di Amsterdam con due ore di anticipo. Sono senza biglietto e mi metto in coda nella disperata speranza di entrare. L’ansia sale ma la lunga attesa viene ripagata nel momento in cui stringendo il mio biglietto entro in questo tempio della musica. La sala da concerto più grande è stata ricavata dalla navata centrale di quella che una volta era una chiesa, ma questa costruzione elegantissima e maestosa ha anche molte altre sale ai piani superiori. Per farvi capire la polifunzionalità della struttura sappiate che in contemporanea con il concerto di Ryley Walker, nella sala principale suonerà anche Joshua Radin, ed è un vero peccato non poterli vedere entrambi, mentre nella notte il Paradiso ospiterà “Pink Istanbul”, un party gay leggendario, ma questa è un’altra storia.

Salgo le scale di legno che mi portano al primo piano e guadagno in tutta tranquillità la prima fila. La venue si riempie in un battibaleno e alle 19:30 spaccate sale sul palco Walker. Camicia a quadri e Timberland sono la divisa d’ordinanza per questo ragazzone che viene da Rockford, Illinois. Il primo pezzo strumentale serve per rompere il ghiaccio, ma l’indole buontempona di Ryley si manifesta ben presto. Il giovane folksinger, considerato dalla critica come la reincarnazione del “true American guitar player”, si scioglie subito in battute e racconti di episodi del tour che intervalleranno tutti i brani del concerto. Tanto è simpatico, umile e a suo agio quando interagisce con il pubblico, quanto è ispirato mentre suona. Canta a occhi chiusi, Ryley, alza sognante il volto al cielo, viaggiando con la mente chissà dove. Sembra lontanissimo eppure è proprio lì, davanti a noi. I frequenti “urletti” che intervallano il cantato sono come un modo per dire “Sono qui, sono ancora qui con voi! Non mi sono perso”. Il concerto si dipana tra Primrose Green, il suo cavallo da battaglia nato da un cocktail come racconta sempre ridacchiando, Summer Dress, Hide In The Roses e altri episodi tratti dal suo ultimo album.

IMG_1757

Grandissimo il feeling con il vecchio amico Frank Rosaly, batterista della scena jazz contemporanea di Chicago che prende letteralmente a schiaffi la batteria con le sue bacchette di bambù, regalando una performance davvero notevole. Discorso a parte merita la bassista, una ragazza giovane che sale sul palco con un quadernino su cui ha appuntato gli accordi: è un po’ nel panico e deduco che devono averla scritturata all’ultimo minuto. Nonostante buffe facce tipo “oddio, adesso cosa devo fare?”, anche lei si fa presto coinvolgere dall’atmosfera onirica di Ryley e se la cava egregiamente. O almeno non fa eccessivo danno.

Il finale ci regala un’indimenticabile esecuzione di Sweet Satisfaction, che tira fuori il meglio sia da Walker che da un indemoniato Rosaly. In tutto Ryley suona sei pezzi per poco più di un’ora di concerto. È l’ultimo show in Europa per lui, prima di tornare in America per esibirsi all’Elevation di Austin, e ci saluta nel bis con la splendida cover di Over The Hill, di John Martin.

Esco dal Paradiso che è ancora giorno, mi sembra di aver vissuto un sogno, ero veramente  a un concerto? È accaduto tutto per davvero, in questa città delle mille illusioni.

Commenti

Altri contenuti Concerti / Musica
© stefano masselli

Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade...
M.I.A-2544

M.I.A.

Royal Festival Hall, Londra - 18/06/2017

Quindici anni dopo i suoi primi passi nel mondo di musica e multimedia, M.I.A. diventa curatrice del...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...