Live: Sigur Ros

22 febbraio 2013 - Berlino, Tempodrom

I Sigur Rós tornano a deliziarci live a pochi mesi di distanza dalla passata tournée estiva. Nella suggestiva cornice del Tempodrom di Berlino i tre islandesi (privi del polistrumentista Kjartan) ripercorrono le tappe più significative della loro carriera.
Foto di Claudia Rasmussen

Alle 20.59 in punto la bianca e gelida Berlino si ferma. Il tempo si dilata e i circa duemila presenti del Tempodrom, teatro che nella sua forma si ispira al tendone di un circo, si lasciano prendere per mano da tre elfi islandesi che nelle due ore successive avranno il compito di avvolgerli e cullarli nelle più eteree melodie e di riscaldarli con il loro suggestivo suono ambient.

Proponendosi, in questa nuova tournée, con un assetto rivisitato (accompagnati da tre violiniste e altrettanti fiati e da un poli-strumentista che va, o almeno dovrebbe andare, a colmare l’assenza di Kjartan Sveinsonn che a inizio 2013 ha lasciato il gruppo per dedicarsi a dei progetti solisti) e con una performance visuale come sempre suggestiva (una rete posta tra palco e pubblico che permette di sperimentare con ombre ed effetti ‘liquidi’) i Sigur Rós nelle due ore di concerto berlinese sembrano voler tirare le somme di quella che è stata la loro storia e allo stesso tempo di volere andare a disegnare le trame di quello che sarà il loro futuro prossimo (il nuovo ‘inaspettato’ album dovrebbe vedere la luce prima dell’estate). Ed ecco che in un clima totalmente rarefatto e incantevole che le delicate melodie di Hoppipolla, Svefn-g-englar e Vaka vanno ad alternarsi alle più elettriche e ‘nervose’ Sæglópur, E-bow e Lagið Í Gær e agli strati di ambient più puro e raffinato di Olsen Olsen, Varùò e Glòsoli. Nel mezzo ecco quindi spuntare Kveikur, Yfirborð, e Hrafntinna tre dei nuovi brani che molto probabilmente andranno a ‘riempire’ il prossimo album, che sembra volersi (ri)tuffare in sonorità e trame più elettriche e cosmiche che avevano finito per caratterizzare la prima parte di carriera dell’ormai trio islandese. In tutto questo i silenzi vengono spezzati da timidi quanto ‘inopportuni’ applausi che sembrano quasi non volere andare ad intaccare l’alone di magia venutosi a creare. Ma quando il sogno finisce, sono le scariche elettriche di Popplagi a riportare alla realtà il pubblico teutonico, ecco partire il tripudio di applausi e la giusta ovazione che ripaga il gruppo islandese per tutto quello fatto finora. Passato, presente e futuro nella fredda serata berlinese convergono in una sola emozione riassumibile in un unico nome: Sigur Rós.  Mentre al pubblico non resta che una semplice quanto onesta parola: takk.

Pubblicato sul Mucchio 705

Altri contenuti Concerti / Musica
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
IMG_20161024_224102

Minor Victories

Santeria Social Club, Milano - 24 Ottobre

L’esordio omonimo dei Minor Victories, uscito a Giugno, si è ritagliato un seguito di culto anche nel...
PJ HARVEY
Per chi l'ha vista a Firenze e anche per chi non c'era

PJ Harvey

OBIHall, Firenze – 24 ottobre 2016

Seconda delle due date italiane per la songwriter inglese, in strepitoso stato di grazia.
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...
JF-hi-res-promo-foto-by-M-Borthwick-color-lores

Josephine Foster

25/26 Febbraio, Londra

Nel 2000 la cantautrice e polistrumentista del Colorado Josephine Foster pubblicava There Are Eyes Above, un’autoproduzione in...
FatWhiteFamily12

Fat White Family

2 marzo 2016, Parigi

Non è mica da poco il dilemma che si trovano a fronteggiare Lias Saoudi e i Fat...
1401x788-Grimes---Kill-V.-Maim

Grimes

10 MARZO 2015 - O2 BRIXTON ACADEMY, LONDRA

Il tour di Artangels riporta Grimes a Londra dopo quattro anni. La Brixton Academy non potrebbe essere...