Live: Yo la tengo

10 marzo 2013 - Milano, Limelight

“Ne ho visti parecchi, di loro concerti. Ma non ne ho mai visto uno uguale all’altro” si mormora all’uscita del (pessimo) "Limelight". E hanno ragione. Chi scrive si sta avvicinando alla doppia cifra, per gli Yo La Tengo, ed è davvero difficile ricordarsene due simili. Forse è questo il loro segreto.
Foto di Stefano Masselli

Rinnovarsi. Sempre e comunque. Cercare di evitare sempre le scorciatoie. Altrimenti come puoi durare più di vent’anni a questi livelli, sempre elevatissimi? Gli Yo La Tengo sono una di quelle istituzioni da cui puoi essere sicuro di avere sempre qualcosa da imparare e sempre motivi per cui sorprenderti. Come, ad esempio, la decisione di fare due set. All’americana. Prima un set acustico. Poi uno elettrico. A conti fatti, una scelta vincente. Personalmente ho sempre trovato un po’ smorzante l’effetto delle parentesi acustiche all’interno di flussi di rumore bianco e svisate psichedeliche. Motivo per cui la decisione di cristallizzare organicamente il raccoglimento può non solo permettere una maggiore attenzione, ma anche valorizzare un repertorio che se no rimarrebbe sommerso da tutto il resto. In generale, però, non sembra essere scelta apprezzata. La soglia di attenzione dello spettatore medio ha bisogno di hook forti, e la sensazione è che si sopporti come un calvario in attesa dell’apocalisse sonora. E infatti, dopo una pausa, l’attacco di Stupid Things manda in subbuglio il pubblico. Per quanto possano essere apprezzati come entità indie a tutto tondo, gli Yo La Tengo sono quelli delle grandi escursioni psichedeliche, dei pezzi pop perfetti con chitarre elettriche e divagazioni kraut-rock, delle cover rimasticate e ributtate con un nuovo vestito (Little Honda dei Beach Boys). Sembrano esserne consapevoli loro in primis. Ma una certa libertà possono prendersela, e a sorpresa evitano l’effetto greatest hits evitando Tom Courtenay e Stockholm Syndrome (si segnala la sola Sugarcube, come contentino). Sono in giro da talmente tanto tempo che possono permetterselo. Sono in giro da talmente tanto tempo anche da potersi permettere di fermarsi e chiudere il concerto con Tried So Hard di Gene Clark cantanta da Georgia Hubey, batterista più vicina ai sessanta che ai cinquanta e per questo comprensibilmente distrutta dopo un’ora di set indiavolato e inesorabile.

Photocredit: Stefano Masselli. Pubblicato sul Mucchio 705

Altri contenuti Concerti / Musica
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
13731805_10154351218814402_3019691915445494693_o

Festa della musica

Chianciano Terme (SI), 20 – 24 luglio

A Chianciano non si suona un genere preciso. Allo stesso tempo nessun genere viene escluso. Può capitare...
Jessy_Promo

Jessy Lanza

Corsica Studios, Londra - 19 maggio 2016

Il nuovo disco della canadese Jessy Lanza, uno dei nomi di punta della storica etichetta Hyperdub, si...
DIIV

DIIV

18 marzo 2016 - Londra, Heaven

“You ain’t the first / You ain’t the first”, sussurra Zachary Cole Smith durante "Is The Is...
JF-hi-res-promo-foto-by-M-Borthwick-color-lores

Josephine Foster

25/26 Febbraio, Londra

Nel 2000 la cantautrice e polistrumentista del Colorado Josephine Foster pubblicava There Are Eyes Above, un’autoproduzione in...
FatWhiteFamily12

Fat White Family

2 marzo 2016, Parigi

Non è mica da poco il dilemma che si trovano a fronteggiare Lias Saoudi e i Fat...
1401x788-Grimes---Kill-V.-Maim

Grimes

10 MARZO 2015 - O2 BRIXTON ACADEMY, LONDRA

Il tour di Artangels riporta Grimes a Londra dopo quattro anni. La Brixton Academy non potrebbe essere...
mum2

múm

4 marzo 2016, Bergamo

La 34a edizione di Bergamo Film Meeting è stata inaugurata dall’anteprima italiana della performance della band islandese...
11826022_881445975276903_4379589732803519447_n

Ypsigrock Festival

Castelbuono (Palermo) – 06-09/08/2015

Come a ogni edizione, Giulia Sarno/unePassante ci racconta il festival siciliano che quest'anno porta nelle sue terre...
deus

dEUS

Villa Ada, 25 luglio 2015

Ho sempre pensato che se mai il Belgio dovesse cambiare inno nazionale – quello attualmente in vigore...
IMG_1752

Ryley Walker

Paradiso, Amsterdam - 02/05/2015

Trasferta olandese per ascoltare dal vivo il cantautore americano, da poco al suo secondo album con "Primrose...
10918993_966678046698254_8783892567178930641_n

Giovanni Lindo Ferretti

Sonar, Colle Val d'Elsa, Siena - 28/02/2015

Un concentrato di accordi, canzoni e sentimenti per due ore di spettacolo che di sicuro non hanno...
MY BRIGHTEST DIAMOND 30 © stefano masselli

My Brightest Diamond

Milano, Salumeria della Musica - 17/02/2015

Salumeria della Musica di Milano non gremita, ma più piena di quanto mi aspettassi: stasera a Milano...
bluesfest-banner

BluesFest

Londra, Royal Albert Hall - 29/10/2014

Uno dei luoghi simbolo della musica londinese, la prestigiosa Royal Albert Hall, da qualche anno a fine...