Contest: Lee ‘Scratch’ Perry

Due biglietti per il 24 aprile a Brescia

Lee ‘Scratch’ Perry
Vinci due biglietti per il 24 aprile a Brescia

“Road to #MZOO14” è il nome una serie di eventi che segna la marcia di avvicinamento alla sesta edizione del festival MusicalZOO, previsto dal 24 al 27 luglio dentro le mura del Castello di Brescia.

Il 24 aprile Lo ZOO e LATTERIA MOLLOY ospitano Lee “Scratch” Perry, un nome che ne ha fatte tante.

Dal 1971 al 1973 Perry collabora con Bob Marley, producendo singoli di successo (Soul Rebel, 400 Years e Sun Is Shining) e tre album: Soul Rebels, Soul Revolution, Soul Revolution part II.

Nei primi anni ’70 Perry si rivolge alla sperimentazione dando vita a quelle sonorità che prendono presto il nome di Dub: Blackboard Jungle Dub, del 1974, è uno dei primi veri album del genere ad essere pubblicati. Nel 1998 i Beastie Boys gli dedicano il brano Dr. Lee PhD, dove lo stesso Perry è presente.

Nel 2012 ha realizzato un album (The Orbserver in the star house) con esponenti storici della scena elettronica inglese come The Orb, mentre per aprile 2014 è previsto il nuovo disco “Lee ‘Scratch’ Perry – Back on Controls”.

Per vincere i due biglietti in palio per i lettori del Mucchio, rispondi nei commenti alla seguente domanda:

Come si chiamava il celebre studio fondato da Lee ‘Scratch’ Perry a Kingston nel 1973, dal quale diede vita al genere dub?

 

Commenti

Altri contenuti
BOB DYLAN
L'idiozia del vento (a proposito del Nobel)

Bob Dylan

L'idiozia del vento (a proposito del Nobel)

Approssimarsi a Bob Dylan è un’impresa destinata al fallimento. Dylan costringe al difficile esercizio della lontananza, dal...
WESTWORLD
Non cancellare il tuo ricordo

Westworld

Non cancellare il tuo ricordo

Sono le nostre percezioni a renderci umani. O forse no? "Westworld" e "Black Mirror" provano a rispondere.
jaar

Nicolas Jaar

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare

Romare

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori

Alessandro Fiori

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair

Soft Hair

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
locandina

Il cittadino illustre

La recensione del film

L’arte deve scuotere gli animi, nel bene o nel male. La letteratura e il cinema, in questo...
HDADD
Il nuovo album "Sense Of Wonder", l'etichetta Queenspectra, le collaborazioni: Marco Acquaviva si racconta

HDADD

La rinascita dello spirito

Per gli ascoltatori più attenti HDADD è una delle realtà più visionarie e al contempo concrete dell'elettronica italiana:...
new gen

AA. VV.

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
free-fire-ben-wheatley-poster-2

Free Fire

34° Torino Film Festival

Da un certo punto in poi, in Free Fire – il nuovo film di Ben Wheatley che...
Lou-Castel-set-A-pugni-chiusi-2827

I pugni chiusi di Lou Castel

Intervista all’attore, protagonista del documentario di Pierpaolo De Sanctis - 34° Torino Film Festival

Attore icona di una generazione isterica e disperata per Bellocchio. Attivista maoista dentro e fuori dall’industria cinematografica....
551491794

Sono Guido e non Guido

Alla scoperta di Guido Catalano. E di Armando - 34° Torino Film Festival

Un poeta ai tempi di Facebook e YouTube. Una figura ibrida tra cabarettista e poeta. Un performer...
1280x720-J60

Nessuno ci può giudicare

I musicarelli secondo Steve Della Casa - 34° Torino Film Festival

Ha impiegato 10 anni per poter realizzare il film: Steve Della Casa, critico cinematografico e storico del...