Il Mucchio n. 741 – Aprile 2016

sommario

741 pic

Moderat
Capitolo III per il supertrio elettronico composto da Modeselektor e Apparat che incontriamo a Berlino con l’obiettivo di sviscerare perbene il loro immaginario e parlare anche con il collettivo multimediale Pfadfinderei che cura tutte le loro cover e i visual dal vivo. A completare il tutto il focus sull’etichetta discografica Monkeytown. di Damir Ivic + Carlo Affatigato

Primal Scream
Se CHAOSMOSIS è l’album più pop nella discografia dei Primal Scream, dal 1987 a oggi i valori di BOBBY GILLESPIE non sembrano troppo diversi: punk, coscienza politica, cultura pop e attitudine al cambiamento di un uomo che è ancora il ragazzino incazzato di un tempo. di Chiara Colli

Suuns
La band canadese torna con HOLD/STILL. Ben Shemie ci racconta come ha perfezionato la sua estetica post-punk fatta di frenate e contrapposizioni. di Giuseppe Zevolli

Teho Teardo & Blixa Bargeld
A precedere un tour europeo che partirà da Roma il prossimo 4 maggio, NERISSIMO è il secondo album che ribadisce l’eccellente unione tra il frontman dei tedeschi Einstürzende Neubauten e il musicista italiano. Due amici, due sperimentatori di infinite possibilità. di Eugenia Durante

Deftones
Nove album in curriculum – tra i quali uno mai pubblicato – non hanno attenuato l’alone di mistero che aleggia intorno alla band californiana. GORE è qui a dimostrare che una delle formazioni più rumorose della sua generazione sa ancora come muoversi in silenzio. di Simone Dotto

Essaie Pas
Con il suo primo album per DFA Records, DEMAIN EST UNE AUTRE NUIT, il duo di Montreal rapisce con una cupissima new wave elettronica. Spegnete le luci. di Elena Raugei

The Exploding Plastic Inevitable
A mezzo secolo di distanza, rievochiamo la memoria dello show costruito da Andy Warhol intorno ai Velvet Underground: snodo essenziale delle vicende artistiche del Novecento. di Alberto Campo

Supporti discografici
Un nuovo album intitolato DISCO PUBBLICO, un esperimento che restituisce attenzione alla forma-canzone liberandola dalla gabbia dei supporti discografici. L’ennesima, coraggiosa scommessa di Marco Parente ci fornisce lo spunto per un’illuminante chiacchierata vis-à-vis e di pari passo per una riflessione più ampia. di Elena Raugei + Stefano Solventi

This is Shane Meadows
Con This Is England ’90 le storie di Shaun, Lol e gli altri della banda sono giunte al capolinea. Mentre ci lecchiamo le ferite per quest’addio, che sembra essere solo un arrivederci, cerchiamo di consolarci parlandone con il regista Shane Meadows, ospite del festival Bergamo Film Meeting. di Rosario Sparti

Poesia
C’è qualcosa che evidentemente mi sfugge e che è al di là della mia percezione“. Michele Mari non si spinge oltre sull’eccezione che lo riguarda: in effetti i libri di poesia sono soliti vendere pochissimo, ma quelle d’amore che ha raccolto per Ladyhawke hanno ormai raggiunto le 10mila unità, un numero importante anche per un romanzo. Faithful And Virtuous Night, invece, sta già a 20mila, ma negli Stati Uniti dove non più di un paio di anni fa ha vinto il più ambito premio letterario americano. Il suo autore si chiama Louise Glück e il “New York Times” lo ha messo a confronto con Tyler Knott Gregson, instapoet con 120mila copie all’attivo, per certi versi un collega di Guido Catalano. Cosa sta succedendo alla poesia, dove e perché. di Sara Marzullo e Beatrice Mele

…e tantissimo altro ancora.

Il Mucchio 741 – dal 1 Aprile in edicola, tablet e pdf*

*Per scaricare il pdf sul computer tutti gli abbonati possono far riferimento alla MyPage o a questo link shop.ilmucchio.it/abb_download.php utilizzando le solite credenziali. Per info: beatricemele@ilmucchio.it

AVVISO N.1: Sei un insegnante? Utilizza il bonus di 500 euro per entrare nel Mucchio. La carta del docente, come previsto dal Ministero dell’Istruzione, prevede che il bonus di 500 euro garantito a tutti gli insegnanti per l’autoformazione possa essere utilizzato per abbonarsi alle riviste, dunque anche al Mucchio.

La rivista non deve essere necessariamente attinente alla disciplina insegnata, così come previsto dalla legge 107/2015 (art. 1, comma 7), che riconosce fondamentale la formazione professionale del docente nel quadro degli obiettivi formativi, che riguardano competenze disciplinari e trasversali, scelte educative e metodologie laboratoriali, non riconducibili a una sola e specifica professionalità.”

Per usufruire del bonus basta effettuare il pagamento con carta di credito o bonifico bancario e presentare la ricevuta alla segreteria didattica di riferimento.

AVVISO N.2: Con il numero 43, Estate 2015, il Mucchio Extra si prende una pausa dalle pubblicazioni. A tutti gli abbonati alla formula Deluxe, è stato prolungato l’abbonamento per compensare il mancato ricevimento del supplemento. Per info: abbonamenti@ilmucchio.it

Commenti

Altri contenuti
121430920-a984694f-d13d-4700-a5a4-199d673d0ae0

Loro 1

La recensione del film

Tutto documentato. Tutto arbitrario. Tutto vero e tutto falso. Ma anche tutto troppo. Paolo Sorrentino ci tiene...
2287_4ef9d454e539e1.23589375-big

Timothy Leary

Dalla psichedelia al cyberspazio

A 75 anni dalla scoperta dell'Lsd, ripercorriamo la vicenda di uno dei maggiori protagonisti della controcultura statunitense...
coverlg

AKIRA | 30° Anniversario

Solo il 18 aprile al cinema

In sala il 18 aprile torna il capolavoro distopico di Katsuhiro Otomo con un nuovo doppiaggio, fedele...
rs-198724-TheRoll_StickyF_Publici_3000DPI300RGB1000162369

Il 1971, l’anno d’oro del rock

Intervista al critico David Hepworth

Il racconto di un periodo cruciale nella storia della musica, featuring David Bowie, Nick Drake e tanti...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo

Il battito oscuro del mondo

La recensione del libro

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Mandatory Credit: Photo by Shizuo Kambayashi/AP/REX/Shutterstock (6738377d)
Isao Takahata Japanese animated film director Isao Takahata speaks about his latest film "The Tale of The Princess Kaguya" with its poster during an interview at his office, Studio Ghibli, in suburban Tokyo. The princess laughs and floats in sumie-brush sketches of faint pastel, a lush landscape that animated film director Isao Takahata has painstakingly depicted to relay his gentle message of faith in this world. But his Oscar-nominated work stands as a stylistic challenge to Hollywood's computer-graphics cartoons, where 3D and other digital finesse dominate. Takahata says those terms with a little sarcastic cough. The 79-year-old co-founder of Japan's prestigious animator, Studio Ghibli, instead stuck to a hand-drawn look
Japan Oscars Overseas Princess Animation, Tokyo, Japan

Il cinema di Isao Takahata

Storia di un uomo molto innamorato

All'età di 82 anni è scomparso Isao Takahata, regista noto per aver fondato insieme a Hayao Miyazaki...
Tonya-poster

Tonya

La recensione del film

Questa è la storia di Tonya Harding, pattinatrice americana, e del suo tonfo professionale avvenuto nel 1994...
Massimo Padalino_il gioco

Il gioco

La recensione del libro

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore

Reincarnation Blues

La recensione del libro

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana

1977. Gioia e rivoluzione

La recensione del libro

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
locandina

Ready Player One

La recensione del film

Sembra voler rispondere a una precisa domanda Ready Player One, il nuovo film di Steven Spielberg che...
1032815_0_0_97_1280x640

The Chi

Black dramedy again

Raccontare una città come Chicago, raccontarla bene. Ci riesce Lena Waithe – per inciso: la prima donna...
CS672934-01A-BIG

Jonathan Wilson

La recensione del disco

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only

Mount Eerie

La recensione del disco

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations

Preoccupations

La recensione del disco

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
PETER KERNEL_intervista

Peter Kernel

Un esorcismo a colori

Al quarto album, "The Size Of The Night", il duo svizzero-canadese si conferma una delle band più...