Mucchio 738 – Gennaio 2016

sommario

AVVISO N.1: Eccezionalmente anche nel mese di Gennaio 2016 se ti abboni o rinnovi il tuo abbonamento al Mucchio il costo è di 50 euro invece dei soliti 60. Di nuovo attiva anche la formula “solo digitale” a 35 euro. Tutte le info qui.

AVVISO N.2: Sei un insegnante? Utilizza il bonus di 500 euro per entrare nel Mucchio. La carta del docente, come previsto dal Ministero dell’istruzione, prevede che il bonus di 500 euro garantito a tutti i docenti per l’autoformazione possa essere utilizzato per abbonarsi alle riviste, dunque anche al Mucchio. La rivista non deve essere necessariamente attinente alla disciplina insegnata, così come previsto dalla legge 107/2015 (art. 1, comma 7), che riconosce fondamentale la formazione professionale del docente nel quadro degli obiettivi formativi, che riguardano competenze disciplinari e trasversali, scelte educative e metodologie laboratoriali, non riconducibili a una sola e specifica professionalità.” Per usufruire del bonus basta effettuare il pagamento con carta di credito o bonifico bancario e presentare la ricevuta alla segreteria didattica di riferimento.

AVVISO N.3: Con il numero 43, Estate 2015, il Mucchio Extra si prende una pausa dalle pubblicazioni. A tutti gli abbonati alla formula Deluxe, verrà prolungato l’abbonamento per compensare il mancato ricevimento del supplemento. Per info: abbonamenti@ilmucchio.it

In primo piano sul Mucchio 738

SAVAGES
Sono tornate con il secondo album, ADORE LIFE. Vi suoneranno canzoni rumorose e veloci. Vi parleranno, sì, di amore, ma anche di tutto ciò che gli altri preferiscono tacere. Vi guarderanno negli occhi e terranno i pugni chiusi. Ascoltatele, e il 2016 sarà già vostro. di Elena Raugei

DAUGHTER
Al secondo album, la band inglese guidata da Elena Tonra, nostra interlocutrice, non vuole più nascondersi. NOT TO DISAPPEAR è un atto di presenza, un naturale e deciso scatto in avanti. Un salto in un fiume sonoro dove pensieri ed emozioni scorrono liberamente. di Giulio Bartolomei

TINDERSTICKS
È in uscita THE WAITING ROOM, decimo vero e proprio album per la band inglese: un lavoro complesso, che segue l’acclamato The Something Rain del 2012 e segna uno dei picchi della sua produzione. Ne abbiamo discusso con il frontman Stuart A. Staples. di Magda Di Genova

TORTOISE
Il ritorno della band di Chicago, con il suo primo album pubblicato negli anni 10, è una notizia. THE CATASTROPHIST riprende il discorso con una miscela di post-rock, jazz e synth in qualche modo spiazzante, anomala e in grado di suscitare pareri contrastanti. Lo analizziamo con Jeff Parker. di Eugenia Durante

THE BESNARD LAKES
L’uscita del sesto album A Coliseum Complex Museum è l’occasione per fare il punto sull’evoluzione del sound e dell’immaginario della formazione psych-rock canadese, guidata dai coniugi Jace Lasek e Olga Goreas. di Fabio Guastalla

FAT WHITE FAMILY
Brutti, sporchi, cattivi e così dannatamente “british post-punk” da sembrare uno scherzo. Dopo qualche scaramuccia ben assestata, l’uscita di SONGS FOR OUR MOTHERS lancia definitivamente la “famiglia” brixtoniana nell’orbita dei nomi che contano. E il gioco da eterni outsider si fa sempre più difficile… di Simone Dotto

MACHWEO
Abbiamo incontrato Giorgio Spedicato, giovane producer in ascesa, approfittando della pubblicazione del suo secondo album, MUSICA DA FESTA. Per l’elettronica italiana è ancora tempo di brindisi. di Nicolò Arpinati

ANNETTE PEACOCK
I concerti della compositrice free jazz americana sono ormai avvenimenti più unici che rari. A Londra, Annette Peacock porta in scena la sua carriera da outsider. di Giuseppe Zevolli

DAVID BOWIE
Cinquantanove anni di carriera, innumerevoli identità e un’eredità raccolta dai musicisti più disparati: l’abbiamo ripercorsa attraverso trenta classici, commentati (anche) da fan illustri e collaboratori storici, e le visioni (da stampare e condividere) di cinque illustratori. a cura di Chiara Colli e Alessio Trabacchini

DELLA MORTE E DI ALTRI DEMONI
“D’altronde sono sempre gli altri a morire” c’è scritto sulla tomba di Marcel Duchamp: vero, come le storie di Wilko Johnson dei Dr Feeelgood, Tig Notaro, Laurie Anderson, Piergiorgio Welby, Shelly Jackson, Cees Nooteboom e altri ancora nel lungo servizio con spunti e appunti sulla mortalità. a cura di Beatrice Mele

Il Mucchio 738 dal 30 Dicembre in edicola, tablet e pdf*

*Per scaricare il pdf sul computer tutti gli abbonati possono far riferimento alla MyPage o a questo link shop.ilmucchio.it/abb_download.php utilizzando le solite credenziali. Per info: beatricemele@ilmucchio.it

Commenti

Altri contenuti
2287_4ef9d454e539e1.23589375-big

Timothy Leary

Dalla psichedelia al cyberspazio

A 75 anni dalla scoperta dell'Lsd, ripercorriamo la vicenda di uno dei maggiori protagonisti della controcultura statunitense...
coverlg

AKIRA | 30° Anniversario

Solo il 18 aprile al cinema

In sala il 18 aprile torna il capolavoro distopico di Katsuhiro Otomo con un nuovo doppiaggio, fedele...
rs-198724-TheRoll_StickyF_Publici_3000DPI300RGB1000162369

Il 1971, l’anno d’oro del rock

Intervista al critico David Hepworth

Il racconto di un periodo cruciale nella storia della musica, featuring David Bowie, Nick Drake e tanti...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo

Il battito oscuro del mondo

La recensione del libro

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Mandatory Credit: Photo by Shizuo Kambayashi/AP/REX/Shutterstock (6738377d)
Isao Takahata Japanese animated film director Isao Takahata speaks about his latest film "The Tale of The Princess Kaguya" with its poster during an interview at his office, Studio Ghibli, in suburban Tokyo. The princess laughs and floats in sumie-brush sketches of faint pastel, a lush landscape that animated film director Isao Takahata has painstakingly depicted to relay his gentle message of faith in this world. But his Oscar-nominated work stands as a stylistic challenge to Hollywood's computer-graphics cartoons, where 3D and other digital finesse dominate. Takahata says those terms with a little sarcastic cough. The 79-year-old co-founder of Japan's prestigious animator, Studio Ghibli, instead stuck to a hand-drawn look
Japan Oscars Overseas Princess Animation, Tokyo, Japan

Il cinema di Isao Takahata

Storia di un uomo molto innamorato

All'età di 82 anni è scomparso Isao Takahata, regista noto per aver fondato insieme a Hayao Miyazaki...
Tonya-poster

Tonya

La recensione del film

Questa è la storia di Tonya Harding, pattinatrice americana, e del suo tonfo professionale avvenuto nel 1994...
Massimo Padalino_il gioco

Il gioco

La recensione del libro

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore

Reincarnation Blues

La recensione del libro

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana

1977. Gioia e rivoluzione

La recensione del libro

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
locandina

Ready Player One

La recensione del film

Sembra voler rispondere a una precisa domanda Ready Player One, il nuovo film di Steven Spielberg che...
1032815_0_0_97_1280x640

The Chi

Black dramedy again

Raccontare una città come Chicago, raccontarla bene. Ci riesce Lena Waithe – per inciso: la prima donna...
CS672934-01A-BIG

Jonathan Wilson

La recensione del disco

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only

Mount Eerie

La recensione del disco

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations

Preoccupations

La recensione del disco

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
PETER KERNEL_intervista

Peter Kernel

Un esorcismo a colori

Al quarto album, "The Size Of The Night", il duo svizzero-canadese si conferma una delle band più...
Mamuthones_Bags ok

Mamuthones

Italo-disco-occult-psychedelia

Dal misticismo dei primi dischi alla dance straniante del nuovo "Fear On The Corner": il ritorno dei...