I pugni chiusi di Lou Castel

Intervista all’attore, protagonista del documentario di Pierpaolo De Sanctis - 34° Torino Film Festival

Lou-Castel-set-A-pugni-chiusi-2827

Attore icona di una generazione isterica e disperata per Bellocchio. Attivista maoista dentro e fuori dall’industria cinematografica. Espulso dall’Italia come persona pericolosa nel 1972. Dopo vari decenni di assenza dallo schermo e di chiusura con il mondo del cinema, Lou Castel torna in A pugni chiusi, documentario di Pierpaolo De Sanctis presentato al Torino Film Festival dove abbiamo incontrato regista e protagonista.

Io e Lou – dice De Sanctis – ci siamo conosciuti nel 2008, durante una retrospettiva del Centro Sperimentale. Lì ho registrato una sua intervista e sono rimasto colpito dalla sua storia e dalla sua presenza. Ci siamo visti più volte per tentare vari approcci a un film insieme. Solo dopo 7 anni siamo riusciti a concretizzare”. Sono stati i luoghi scelti dal regista a convincere Castel che quello era il momento giusto: periferie, reperti di archeologia industriale nel sud di Roma, intorno al gazometro e oltre, dentro campagne con vista sull’Eur. “Quei luoghi – ci dice Castel – sono come mezza sceneggiatura. Camminare lì in mezzo mi ha ridato la parola, una parola che avevo perso, che forse non ho mai avuto”. 

Regista e soggetto avevano il patto di non dirsi nulla, di lasciare che luoghi e domande restassero sorprese per poter far concretizzare meglio le idee del film: “Io e Pierpaolo ci siamo completati. Lui riflette prima di realizzare, non segue la sua prima idea, è stato bravo a far scattare qualcosa in me”. Come una sorta di comunicazione silenziosa tra i due: “In realtà abbiamo trovato il nostro metodo durante le riprese, nell’azione, tanto che avrei potuto e voluto far durare il film anche 9 ore, vista la quantità di materiale che avevo”. Tra cui anche video rari e inediti, oltre a sequenze del cinema dell’attore, in cui prima che l’arte di Castel ne viene fuori lo spirito, la mente.

E in A pugni chiusi anche il cuore aperto con cui parla di sé, della sua condizione esistenziale e fisica, ma anche del suo pensiero politico che lo ha reso persona pericolosa e niente affatto grata in Italia: “Ero già militante di estrema sinistra mentre recitavo, facevo parte di gruppi extra-parlamentari, ero un militante dentro i gruppi, non esterno come altri attori tipo Volonté. Lui cercava di sensibilizzare tutti con la carriera di attore, io invece facevo un lavoro diretto, nelle borgate, nei paesini della Calabria. Non ho alcun tipo di rimorso o rimpianto per ciò che ho fatto, solo la delusione per la sconfitta generale delle nostre idee, per l’abbandono della legalità da parte di qualcuno e per la vittoria del capitalismo”. 

È una sconfitta però a cui Castel non sembra volersi arrendere, mentre grida scherzosamente “Fatemi recitare!” ai registi di nuova generazione. E ha qualcosa da dire anche alle nuove generazioni di militanti: “Non so davvero cosa significhi oggi militanza e se qualcuno lo è oggi, avrà le sue ragioni. Sono tempi molto diversi e anche la militanza deve essere diversa. Io continuo a chiedermi, cosa fa male al capitalismo? Quali sono i suoi punti deboli oggi? Penso a Trump e ai modi nuovi che ha per sconfiggere la classe operaia. Però oggi, i lavoratori, gli sconfitti hanno una visibilità e una forza diverse, che bisogna sfruttare. Il nuovo capitalismo ha una sua logica: come la si sconfigge?”.

Commenti

Altri contenuti Cinema / Visioni
animaphix2_022930

Animaphix 2017

Il cinema d'animazione a Bagheria

ANIMAPHIX Festival internazionale del film d’animazione III edizione Bagheria (Pa) | Villa Aragona Cutò – Villa Cattolica...
lakecomo-film-festival-2017-132529

Lake Como Film Festival 2017

5a edizione | Lago di Como, 25 giugno - 16 luglio 2017

Lake Como Film Festival – La città paesaggio  La quinta edizione di Lake Como Film Festival, dedicata...
robert690

Il Cinema Ritrovato 2017

Torna a Bologna, per la XXXI edizione.

La Fondazione Cineteca di Bologna presenta la 31a edizione del festival Il Cinema Ritrovato, in programma dal 24 giugno al 1° luglio 2017, a...
Senza-titolo-1

Biografilm è finito

Evviva Biografilm

E nonostante l’heavy rotation del video che giustamente celebra il Guerrilla Staff prima di ogni proiezione consegni...
twinpeaksdougiejones.0.png

Twin Peaks 3

Episodi 3 e 4

Personaggi che parlano al contrario o che non parlano affatto, muti, sordi o senza occhi come la...
COPERTINA-sito3

Asian Film Festival 2017

Lo sguardo dell’Oriente nel cinema

A Bologna Taiwan week e Asian Film Festival 14 Lo sguardo dell’Oriente nel cinema 1-4 giugno Cineteca...
twin-peaks-dale-cooper_

Twin Peaks 3

Episodi 1 e 2

La terza stagione commentata episodio per episodio dopo la messa in onda italiana.
sq17_sito_testatapage_04

Sicilia Queer Filmfest 2017

Nuova edizione del festival siciliano

SICILIA QUEER FILMFEST Palermo, Cantieri Culturali alla Zisa / Cinema Rouge et Noir 24 maggio – 1...
f2c704f81e8d5ed4ec2581b7930e0101371d5523ff211c0bb01aaf633cb8f980_3950550

Cannes vs Netflix

Cannes Day 2 - Una polemica di retroguardia

L’ultima sentenza è arrivata ieri, mentre la conferenza stampa della giuria di Cannes aveva luogo, pronunciata proprio...
image

Hirokazu Kore’eda

Intervista al regista di "Ritratto di famiglia con tempesta"

Erede di un cinema giapponese delicato ma frontale, onesto e diretto ma anche ricco di tatto e...
closeknit

“Orlando”

"Orlando": l'identità di genere sul grande schermo

Torna e cresce "Orlando", festival dedicato a corpo, identità di genere e orientamenti sessuali. 14-21 maggio 2017:...
DANIELE VICARI
- Non una di meno

Daniele Vicari

Nessuna di meno

Conversazione con il regista su "Sole cuore amore", il suo nuovo film in uscita il 4 maggio....
intestazioneh2o

H2O: Iphoneography for human rights

Aperte le iscrizioni al contest H2O - Iphoneography for Human Rights

La macchina fotografica migliore è quella che hai sempre con te: a dirlo è Chase Jarvis, classe...
festival gusto della memoria 2017  dia133

Festival Cinema Vintage

Al via il bando 2017

FESTIVAL CINEMA VINTAGE “IL GUSTO DELLA MEMORIA” V edizione Roma – 28, 29 e 30 settembre 2017 Patrocinato dall’UNESCO AL VIA...
basquiat1

Basquiat: The Radiant Child

Jean-Michel Basquiat in mostra al Chiostro del Bramante

«Papa, I’m going to be famous»: c’è un certo grado di consapevolezza nelle parole di Jean-Michel Basquiat,...
tartaruga-rossa-Michael-Dudok-de-Wit

Michaël Dudok de Wit

Intervista al regista premio Oscar

L’olandese Michaël Dudok de Wit, già premio Oscar per il corto animato Father and Daughter (2000), è...