Chrysta Bell

È tra i 217 nomi reclutati nel cast della terza serie di "Twin Peaks", nei panni dell'agente Tammy Preston, ma collabora con Lynch anche in campo musicale. L'abbiamo contattata poco prima dell'uscita del suo ultimo album, "We Dissolve", e del suo passaggio in Italia. Qui l'intervista integrale.
Chrysta_Bell_BeatTheBeat

Dicci qualcosa sul tuo coinvolgimento nella nuova stagione di Twin Peaks.
Sono ancora in soggezione nell’esserne parte. È difficile credere che non sia soltanto un sogno. Ciascuna persona che ho incontrato, partecipe della creazione della terza serie, si sentiva estremamente fortunata. C’erano una riverenza e un senso di meraviglia condivisi da tutti perché è uno show talmente venerato e amato…

Il tuo primo album, This Train, era prodotto da David Lynch, che ne aveva scritto anche i testi, dopo che avevate già lavorato assieme alla colonna sonora di INLAND EMPIRE. Anche l’EP Somewhere In The Nowhere, del 2016, è stato in parte composto e prodotto da lui. Come è avvenuto il vostro incontro?
Ci siamo conosciuti tramite un agente a conoscenza del fatto che David amava fare musica ed era aperto a possibili collaboratori. Questo agente ha avuto l’intuizione che ci saremmo potuto connettere artisticamente. La sua intuizione era azzeccata: siamo in sintonia con il blues e abbiamo scritto la nostra prima canzone il giorno stesso in cui ci siamo incontrati.

Infatti alcuni dei tuoi brani, quelli più eterei, richiamano proprio Julee Cruise (colei che ha cantato Falling e altri pezzi della colonna sonora di Twin Peaks, NdR), ma in generale li definirei “dark electro-blues”: che ne pensi?
Mi piace!

Che tipo di esperienza è collaborare con Lynch?
Quando io e David facciamo musica, l’intenzione è invocare uno stato d’animo, un sentimento. Ci comunichiamo a vicenda il mood che spereremmo di creare e poi ci prepariamo per cercare di arrivarci. Lavorare con lui è fantastico perché sa quando siamo in pista o fuori pista, e mi spiega come aggiustare la rotta in modo da raggiungere i nostri obiettivi. Mentre compongo le melodie per le canzoni, cerco spesso la sua guida per capire se sono vicina alla meta o se sto vagando nel buio. Lui mi indirizza gentilmente con aneddoti e critiche costruttive, talvolta mi suggerisce di prendermi del tempo e ricentrarmi. È ovviamente un “marvellous director”, ma il suo dono è più profondo del dirti semplicemente cosa fare: trova la maniera per permetterti di raggiungere nuove vette.

Tua madre era una cantante e i tuoi genitori ti hanno introdotta alla musica, ma quando è scattata di preciso dentro di te l’esigenza di esprimerti attraverso le canzoni?
Il mio desiderio di essere una cantante deriva dall’euforia che provo a stare sul palcoscenico. Non c’è niente di simile per me. Mi sono sempre sentita vulnerabile ma del tutto potente quando ero lassù. Perché potevo cantare ed ero appassionata al riguardo. C’è stata una naturale progressione nello scrivere, registrare e poi eventualmente eseguire la musica dal vivo, che per me resta la parte più soddisfacente.

Come ti destreggi attualmente tra musica, recitazione e moda?
Mi concentro sulla musica e lascio che il resto mi trovi.

Oltre all’anno del ritorno di Twin Peaks, il 2017 è anche l’anno del tuo secondo album, We Dissolve (uscito lo scorso 9 giugno, NdR), prodotto da John Parish con ospiti del calibro di Adrian Utley dei Portishead e Stephen O’Malley dei Sunn O))). Cosa ci puoi rivelare al riguardo?
Ho scelto John perché sono fan delle sue produzioni, che mi affascinano per purezza e ruvidità, e sentivo che aveva le qualità perfette per dare un seguito ai miei precedenti lavori con David. John ha molto gusto ed è premuroso in quel che fa, oltre a essere una persona divertente. Sa non sopraffare una canzone e come supportare un gran pezzo con ciò di cui ha esattamente bisogno. In studio si ha sempre la tentazione di aggiungere strati su strati perché si hanno a disposizione tempo e grandi musicisti, ma per sapere quando fermarsi per lasciar respirare un brano ci vogliono esperienza e moderazione. Credo che l’album sia venuto bene.

 

IN ITALIA
13 luglio 2017 – Rocca di Carmignano, Carmignano (Prato)

Commenti

Altri contenuti Musica
jeff-buckley

Tutto per una canzone

Musicista per Casio

Ho un ricordo di me che ascolto questa canzone e la amo nel 1994; ho un ricordo...
GettyImages-885676404_gorillaz_1000-920x584

Gorillaz

Lucca, 12 luglio 2018

Al Lucca Summer Festival l'unica tappa in Italia dei Gorillaz.
Yakamoto Kotzuga_intervista

Yakamoto Kotzuga

Il fascino della dissolvenza

Il secondo album "Slowly Fading", la partecipazione alla prossima Red Bull Music Academy: parliamo con il giovane...
Pink Floyd_accadeva 50 anni fa

Pink Floyd

L'esercito della Salvezza racconta

Nell’estate di 50 anni fa Syd Barrett si congedava dai Pink Floyd con una canzone folle nata...
Efrim Manuel Menuck_intervista

Efrim Manuel Menuck

Il fondatore dei Godspeed You! Black Emperor affronta la sua carriera a cerchi concentrici: dalla solitudine del...
Eleanor Friedberger_intervista

Eleanor Friedberger

In viaggio con l’ex Fiery Furnaces, inconfondibile songwriter al quarto album con "Rebound". Dagli U.S.A. alla Grecia,...
Cat Power_Ode a Chan Marshall

Cat Power

Ode a Chan Marshall


“A volte ricordo che il pubblico è lì davanti e vado nel panico. Allora mi dico: forza,...
100x140-PRINT-CONTORNO.indd

TRI-P

Musica indisciplinata

Dalla rivelazione Moses Sumney ad un veterano come Mark Lanegan, ce n’è per tutti i gusti in...
Medimex 2018_Cartolina da Taranto

Medimex 2018

Cartolina da Taranto

Da giovedì 7 giugno a domenica 10 giugno siamo volati al Medimex, evento Puglia Sounds,...
breeders 1

The Breeders

@Cortile Castello Estense, Ferrara (05/06/2018)

Prima data italiana, in assoluto, per la celebre band delle sorelle Deal, a inaugurare la 23esima edizione...
Yorke Firenze

Thom Yorke (+ Oliver Coates)

@Teatro Verdi, Firenze (28/05/2018)

Prima data del nuovo tour europeo da solista, per il leader dei Radiohead, con il violoncellista Oliver...
Bruno Belissimo_intervista

Bruno Belissimo

Il party del musicista italo-canadese entra nel vivo con il secondo album “Ghetto Falsetto”, all’insegna della disco...
The Breeders_intervista

The Breeders

Icona indie rock, assente di lusso nel nuovo corso discografico dei Pixies, Kim Deal ritorna alla sua...
Greil Marcus racconta Lester Bangs

Lester Bangs

Greil Marcus ricorda l'amico e collega

35 anni fa moriva Lester Bangs. Ce lo racconta il critico rock Greil Marcus, suo amico e...
Downtown Boys_intervista

Downtown Boys

Lottare per la libertà

Spirito DIY, dinamismo a mille, ritornelli killer sparati a pieni polmoni, contenuti di protesta per un mix...