Crocodiles

Gli alligatori del weird-rock

Dopo aver dato alle stampe il quinto album, il recentissimo "Boys", il duo californiano - formato da Brandon Welchez e Charles Rowell - ha iniziato un tour mondiale che da poco ha toccato anche l’Italia. Una buona occasione per scambiare quattro chiacchiere con Charles, e fotografare entrambi in un servizio esclusivo.
1bis

Boys è stato registrato a Città del Messico: perché avete scelto questo luogo, e in che modo esso ha influenzato lo spirito dell’album?
I nostri concerti a Città del Messico sono sempre stati divertenti e pieni di caldissimi fan ad accoglierci. Anche il promoter è ormai un buon amico. Brandon e io stavamo facendo festa a casa sua quando lui ha messo su l’album solistico di Martin Thulins. Era grandioso. Suonava come The Idiot di Iggy Pop. Ci siamo messi in contatto con Martin e lui sembrava eccitato alla prospettiva di lavorare insieme. Discutendo delle canzoni via email, è venuto fuori che era la persona più adatta per ciò che volevamo realizzare. Voleva sperimentare e creare un album molto sporco che contenesse l’anima di Città del Messico. Qualcosa che fosse diverso rispetto ai nostri ultimi dischi. Abbiamo scritto Cockroach laggiù. La città ha un’influenza molto creativa su di noi. E questo è il motivo per cui volevamo trovare qualcuno proprio là che potesse produrci.

6

Boys è anche il quinto lavoro nell’arco degli ultimi sei anni. Come componete le canzoni? E a cosa si riferisce il titolo del disco?
Componiamo sia separatamente che insieme. Durante l’anno siamo molto impegnati, perciò cerchiamo di mandarci a vicenda le canzoni. Poi, quando ci prendiamo un periodo di quiete, cominciamo a sognare insieme e a pianificare il prossimo album. Dopo che abbiamo messo a punto i brani, di solito facciamo un demo nella casa di Brandon a New York. Dopodiché, le inviamo al produttore. In pratica, questo è diventato il sistema. Per quanto riguarda Boys, dopo un po’ di tempo che eravamo immersi nelle registrazioni, abbiamo percepito che c’era un tema ricorrente non intenzionale. Una relazione approssimativa verso la vita, come quella di un ragazzo: avere a che fare con essa, celebrarla, cose così. E in questo modo è venuto fuori il titolo.

3

8b

La mia canzone preferita è The Boy Is A Tramp. Mi dici qualcosa al riguardo?
The Boy Is A Tramp è stata composta in Danimarca, mentre eravamo in tour. Il misterioso e cinematografico cambiamento a metà brano è stato scritto da Martin. Come ti dicevo, ci sono molti riferimenti a ragazzi nell’album. In questo caso specifico, è a proposito di un ragazzo le cui emozioni sono spericolate e sconnesse.

La vostra musica è ricca di stili: shoegaze, pop, garage e probabilmente molti altri ancora. Se potessi descriverla in una sola frase, come sarebbe?
Futuristic garage punk weirdo pop dall’anno 2065.

Siete stati recentemente in tour nel nostro Paese: qual è il vostro rapporto con il pubblico italiano?
L’Italia è uno dei nostri posti preferiti al mondo dove suonare. Ne parliamo con grande entusiasmo ogni volta che si pianifica di suonare qui.

7

4

Tutte le foto sono di Sara Mautone

Si ringraziano Glue Alternative Concept Space e Le Aspen Club

Commenti

Altri contenuti Musica
Gorillaz perform their new Album; Humanz live at the Print Works in London on Friday 24 March 2017.
Photo by Mark Allan

Gorillaz

Printworks, Londra – 24/03/2017

La nostra recensione del concerto segreto a Londra, in cui i Gorillaz hanno lanciato il nuovo album...
GimmeDanger_Trailer

Iggy Pop & The Stooges

Punk prima di te

A febbraio la storia degli Stooges è arrivata sul grande schermo anche in Italia e la “visione”...
The Can Project in the Barbican Hall on Saturday 8 April 2017.
Photo by Mark Allan

The Can Project

Barbican Centre, Londra - 08/04/2017

Il Barbican Centre di Londra ospita una lunga serata per celebrare i 50 anni di attività dei...
Senni

Lorenzo Senni

Oslo Hackney, Londra - 29/03/2017

Resoconto del set londinese tenuto dal musicista elettronico italiano ormai di casa Warp. Clean trance ed euforia...
misty1440

Father John Misty

Rio Cinema, Londra - 24/03/2017

Sul Mucchio di aprile troverete la nostra intervista a Father John Misty. L’abbiamo visto a Londra, dove...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
JULIE'S HAIRCUT
- "Il" gruppo psichedelico italiano per eccellenza in tour

Julie’s Haircut

Eterno movimento

A fine febbraio i Julie's Haircut sono tornati con un settimo album, “Invocation and Ritual Dance of...
OvO
- Freak power!

OvO

Freak power!

L'album che ha visto la luce negli ultimi mesi del 2016, "Creatura". L'esteso tour europeo da poco...
Piers Faccini

Piers Faccini

Guerra e pace

L'imminente manciata di date italiane ci offre l'assist per parlare con il songwriter del suo ultimo album...
THE XX
- Una nuova generazione

The xx

Una nuova generazione

In occasione della data italiana al Mediolanum Forum (MI), pubblichiamo un estratto dell'intervista di copertina del...
SAMPHA
- In tutta onestà

Sampha

In tutta onestà

Collaboratore tra gli altri di Kanye West, Solange e FKA twigs, il cantautore R’n’B Sampha ci racconta...
Tenco

Luigi Tenco

Ieri, oggi e forse domani

In che modo, a 50 anni dalla morte, l’eco delle sue canzoni si riverbera ancora nell’attualità?
SOHN
- Correre

SOHN

Correre

Un secondo album, "Rennen", e un'imminente tappa italiana. Una doppia occasione per tornare a conversare con il...
David Bowie
- Accadde un anno fa

David Bowie

David Bowie ha lasciato un'impronta indelebile sul nostro tempo. Nei suoni, nello stile, nel modo di pensare,...
amerigo_img-6136

Amerigo Verardi

Spirito, mente e materia

"È un vero e proprio viaggio da fare con la giusta predisposizione d’animo", sostiene Amerigo Verardi, giunto con...
HOWE GELB
- Il classico di domani

Howe Gelb

Classico di domani

"Future Standards" è un disco costruito attorno a pianoforte, basso e batteria, in cui il fondatore dei Giant...