Sharon Jones

Addio ad una grande voce del soul

L'intervistammo esattamente un anno fa mentre alla soglia dei sessant’anni se la stava vedendo con il tumore che ora se l'è portata via.
SHARON JONES
Addio ad una grande voce del soul

Sharon Jones è cresciuta nel mondo dei cori gospel, ma senza trovare per lungo tempo i meritati riscontri. Si è sentita scartare dalla Sony. Negli anni Ottanta ha lavorato come guardia carceraria a Rickers Island, New York. Poi la Desco Records l’ha riscoperta e la Daptone l’ha servita su un piatto d’argento ai cultori del nuovo soul, che questa volta non se la sono lasciata scappare.

Molti artisti hanno pubblicato album natalizi nel corso degli anni. Ti spaventava l’idea di confrontarti con un territorio così noto e battuto?
Assolutamente no.

Qual è stato il tuo segreto per renderlo così speciale e personale?
Il fatto che per pubblicare un disco di Natale ci abbiamo messo vent’anni e adesso non vediamo l’ora di condividerlo con i nostri fan.

Ascoltando l’album si rimane particolarmente colpiti dallo spirito gioioso e dal senso del groove, che è una caratteristica cardine di tutta la tua produzione. Quanto contano questi due aspetti per te?
Sono due aspetti importanti in tutto ciò che facciamo. Più esattamente, sono quello che facciamo. In questo disco è stato ancora più speciale perché i ragazzi, i Dap-Kings, mi hanno seguito subito mentre suonavo Silent Night al piano, oppure Please Come Home For Christmas. Su White Christmas invece volevo qualcosa che ricordasse Ike e Tina Turner e loro lo hanno capito immediatamente, interpretando il brano con un sound energico e potente.

C’è qualche disco natalizio pubblicato da altri artisti che ti ha influenzato?
Sono innamorata delle compilation di soul natalizio e sono state tutte di ispirazione per me, in particolar modo i brani cantati da artisti come James Brown.

Ragionando per assurdo, quanto pensi che la tua musica sarebbe stata diversa se fossi rimasta a vivere ad Augusta invece che trasferirti a Brooklyn?
Sono felice di essermi trasferita a New York perché ho trovato più fonti di ispirazione in questa città che in tutto il resto degli Stati Uniti, tra i cori, le mie band giovanili e il mio gruppo per i matrimoni. Se fossi rimasta a vivere al Sud, probabilmente lavorerei in fabbrica o in un grande magazzino.

Hai sempre voluto fare la cantante?
Sì, anche se ci è voluto del tempo prima di arrivare alla carriera discografica. Fin da quando ero bambina mi piaceva imitare le grandi voci del soul, da Aretha Franklin a Otis Redding, sognando un giorno di essere come loro.

Come è stato essere nominata per un Grammy Award?
È stato fantastico, mi avrebbe fatto piacere vincerlo!

Quanto è stato importante per te il supporto della Daptone e, allo stesso tempo, il tuo contributo al successo della Daptone?
Siamo una famiglia e siamo nati tutti insieme dopo aver lasciato la Desco. Abbiamo dato vita alla Daptone con Gabriel Roth quando il suo partner alla Desco, Phillip, si è trasferito a Parigi.

Per te ultimamente non è stato un periodo facile. Ti ha aiutato avere attorno a te l’aiuto della band e delle persone che credono in te?
Sì, i miei fan e i miei amici hanno avuto un ruolo fondamentale per la mia guarigione, dandomi la forza e l’ispirazione per tornare a calcare i palchi.

Commenti

Altri contenuti Musica
CONTEST SACRED BONES
- Regala un abbonamento al Mucchio Selvaggio e ricevu due cd in omaggio

Contest Sacred Bones

Regala un abbonamento al Mucchio Selvaggio e ricevi due cd

L'etichetta, sinonimo di “oscurità”, sperimentazione e grafica impeccabile è nata dieci anni fa nel sotterraneo del negozio...
CRISTIANO GODANO - Italrock anni 90

Cristiano Godano

A tutti mancano gli anni 90. Tutti li citano. Li omaggiano. In Italia la scena rock di...
YOMBE - Il dono del new soul

Yombe

Il dono del new soul

Il duo campano, operativo a Milano, arriva al primo album con "GOOOD", un oggetto synthsoul di pregio...
20171118_214233(0)

The War On Drugs

@ Fabrique, Milano (16/11/17)

È un Fabrique gremito quello che accoglie i War On Drugs, reduci da tre album entusiasmanti a...
20171116_214218

Father John Misty

@Fabrique, Milano (16/11/2017)

La valigia di Josh Tillman è andata persa durante il viaggio aereo verso Milano. “Sembro vestito perfettamente...
shabazz_palaces_01

Shabazz Palaces

Oval Space, Londra - 06/11/2017

Quazarz atterra a Londra: i Shabazz Palaces portano in concerto il loro idiosincratico mix di free jazz...
20171110_215423

Fleet Foxes

@Fabrique, Milano (10/11/2017)

L’ultima incursione dei Fleet Foxes a Milano risale ad un altro novembre, quello del 2011. Nella location...
_MG_0573

Massimo Zamboni

1917-2017: i Soviet + L'elettricità

A Bologna per I Soviet + L'elettricità: lo spettacolo multimediale sui cento anni di rivoluzione russa, un...
cohen

Leonard Cohen

Il piccolo profeta gobbo

Un anno fa moriva Leonard Cohen, il giorno prima dell’elezione di Trump che sconvolgeva il mondo. Questo...
dream-syndicate

Dream Syndicate

Dalle 22 alle 24, minuto più minuto meno. Due ore di carica esplosiva. Con gli strumenti caricati...
vallicelli

Matteo Vallicelli

Botta e risposta

Ripubblichiamo la nostra intervista a Matteo Valliceli in occasione della sua partecipazione alla decima edizione del Transmissions...
CRISTALLO - Se i Melampus risplendono in italiano

Cristallo

La trasparenza del nero

Con l’omonimo EP del loro nuovo progetto, sempre avvolgente ma maggiormente elettronico, Francesca Pizzo e Angelo Casarrubia...
liars1

Liars

A tre anni di distanza da "Mess", i Liars tornano in veste di progetto solistico del frontman...
ZOLA JESUS - Dal vivo in Italia

Zola Jesus

Nostra signora dell'oscurità

A Novembre dal vivo in Italia con il quinto album, un lavoro volutamente heavy
aldousharding_2017blue

Aldous Harding

Strana come un'arancia meccanica

Il 31 ottobre a Torino sarà l'unica occasione per vedere dal vivo Aldous Harding, non perdetevela.
PROG ROCK ITALIANO - La serie in vinile di De Agostini Publishing

Prog Rock Italiano

La stagione d’oro del nostro progressive in vinile

Arriva Prog Rock Italiano, la nuova collana di De Agostini Publishing: sessanta album in vinile per rivivere...