Barbagallo – In My Better Cup

Video in anteprima da Blue Record

barbagallo

carloBarbagallo-Blue-recordNon è uno che si risparmia, Carlo Barbagallo. Musicista e compositore ancora giovane, eppur con alle spalle lunghi e trasversali trascorsi in formazioni del sottobosco italiano (Suzanne’Silver, Albanopower, La Moncada) nonché autore di diversi album in veste solista, produttore, curioso sperimentatore che all’avanguardia sa abbinare le lezioni di ambiti non necessariamente convergenti. Caratteri che spiccano nel Blue Record (Noja Recordings) dell’artista siciliano ormai torinese d’adozione, in otto canzoni figlie di un insaziabile eclettismo.

Ogni brano fa storia a se, conduce in una precisa direzione e poi disorienta con una fitta trama strumentale mai fine a se stessa. Il rock incontra il jazz in SoulSelf, la lezione morriconiana si fa onirica in Radion, funk e soul convivono nella rilettura di For The Turnstiles di Neil Young, la musica popolare è un semplice refrain che esce da una grammofono in Jewish, mentre gli anni Novanta emergono nei moti alt-rock di In My Better Cup e negli Alice in Chains (il binomio Staley-Cantrell è stato uno degli incontri fondamentali nell’apprendistato musicale di Barbagallo, e si sente) che fanno capolino dietro alle raffinate trame acustiche di Rainbow. Nel piccolo, grande universo rappresentato in Blue Record, la quiete è disturbata (Rats & Mosquitoe), il frastuono è razionale (Hiss Of Hush). Caos e cosmo, o forse viceversa.

Fabio Guastalla/8

Altri contenuti
locandina

Il cittadino illustre

La recensione del film

L’arte deve scuotere gli animi, nel bene o nel male. La letteratura e il cinema, in questo...
HDADD
Il nuovo album "Sense Of Wonder", l'etichetta Queenspectra, le collaborazioni: Marco Acquaviva si racconta

HDADD

La rinascita dello spirito

Per gli ascoltatori più attenti HDADD è una delle realtà più visionarie e al contempo concrete dell'elettronica italiana:...
new gen

AA. VV.

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
foto di Francesca Sara Cauli

Preoccupations

Locomotiv Club, Bologna, 27/11/2016

È il Locomotiv Club di Bologna a ospitare la terza e ultima data italiana dei Preoccupations, dopo...
free-fire-ben-wheatley-poster-2

Free Fire

34° Torino Film Festival

Da un certo punto in poi, in Free Fire – il nuovo film di Ben Wheatley che...
Lou-Castel-set-A-pugni-chiusi-2827

I pugni chiusi di Lou Castel

Intervista all’attore, protagonista del documentario di Pierpaolo De Sanctis - 34° Torino Film Festival

Attore icona di una generazione isterica e disperata per Bellocchio. Attivista maoista dentro e fuori dall’industria cinematografica....
551491794

Sono Guido e non Guido

Alla scoperta di Guido Catalano. E di Armando - 34° Torino Film Festival

Un poeta ai tempi di Facebook e YouTube. Una figura ibrida tra cabarettista e poeta. Un performer...
1280x720-J60

Nessuno ci può giudicare

I musicarelli secondo Steve Della Casa - 34° Torino Film Festival

Ha impiegato 10 anni per poter realizzare il film: Steve Della Casa, critico cinematografico e storico del...
locandina

Snowden

La recensione del film

Se nel finale di un film basato su fatti e persone reali, il protagonista affronta il sole...
carlo barbagallo

Carlo Barbagallo

Anteprima del video "11 Dreams”

In esclusiva, il video della versione acustica di 11 Dreams, brano tratto da 9, il nuovo album...
maxresdefault

Author: The JT LeRoy Story

34° Torino Film Festival

Social prima di te. Parafrasando Enrico Ruggeri, una biografia di JT LeRoy potrebbe avere questo titolo: c’è...
SOVIET SOVIET
Nuovo album, nuovi concerti

Soviet Soviet

In attesa dell'imminente secondo album "Endless", il power trio marchigiano ha ripreso a macinare concerti. L'occasione giusta...
19'40"
La nuova scommessa di Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro

19’40”

Divulgazione divertente

La collana di dischi congegnata da Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli e Francesco Fusaro parte col botto...
between-us-indie-movie

Between Us

34° Torino Film Festival

A  Rafael Palacio Illingworth riesce un’operazione niente affatto semplice: rendere toccanti e coinvolgenti dei cliché narrativi, fargli superare...