Air + Public Service Broadcasting

06/09/2016 – Prato, Piazza Duomo

Una serata a tema spaziale: dalle stelle alle stelle.
SMN_1159-Modifica

Nella geografia degli spettacoli toscani, Prato assurge ormai a piccolo punto di riferimento. Ne è palese dimostrazione le seconda edizione del festival “Settembre / Prato è Spettacolo”, organizzato da Fonderia Cultart e sviluppatosi nel corso di ben diciassette giorni. Tra i numerosi eventi, la musica ha rivestito un ruolo da protagonista, nel cuore del centro storico della città. Eclettica, la proposta: Gianna Nannini, l’abbinamento di Verdena e Marlene Kuntz nella stessa elettricissima serata, Goran Bregovic, Carmen Consoli, Elio e le Storie tese.

SMN_1030-Modifica
Foto di Simone Ridi

Dopo quella dell’anno scorso con gli Interpol, la grande chiusura ha visto l’accoppiata – azzeccatissima e non scelta, come spesso avviene, alla rinfusa – formata da Public Service Broadcasting, in apertura, e Air, in data unica italiana. Il duo inglese ha confermato quanto di buono fatto ascoltare durante i precedenti concerti a supporto del secondo album The Race For Space: dunque, una intrigante miscela nerd di elettronica, post-rock krauto ed echi di libray music, condita dai soliti riferimenti al mondo della tecnologia e dello spazio ripresi ad hoc su un piccolo schermo posizionato alle spalle dei musicisti e dedicato a proiezioni vintage. La voce filtrata di J. Willgoose Esq., che ringrazia un pubblico non numerosissimo (perché?, il costante rischio di pioggia ha forse influito…), è in perfetta sintonia con i garbati viaggi cosmici del duo francese, comparso in scena dopo un lungo cambio palco.

SMN_1260-Modifica
Foto di Simone Ridi

Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel sono interamente vestiti di bianco, accompagnati da un batterista dal tiro bizzarramente muscolare e da un quarto elemento posizionato a ulteriori synth/tastiere. La musica è piacevolmente suonata, senza ricorrere a eccessivi artifici: questo rende forse ancora più efficaci i pezzi strumentali, senza vocoderate. Il tempo passa e il french touch viene nominato ormai di rado, ma il downtempo tra pop ed eterea psichedelia degli Air non sembra essere invecchiato. È sempre lì, aggraziato ed esteticamente impeccabile, a tratti sin troppo pulito e perfettino – qualcuno affermerà più a ragione che a torto. Tre ampi pannelli utilizzati come superfici riflettenti amplificano i contrasti armonici fra algidità robotica e calore umano, fra le figure delle band e quelle delle luci in prevalenza rossobluastre. Il repertorio segue il recente, programmatico best of Twentyears. Le hit di sempre, insomma, non mancano: Cherry Blossom Girl, How Does It Make You Feel?, Kelly Watch The Stars… La scaletta si apre con Venus e i bis sono inaugurati da Sexy Boy: tutti, di tutti i gusti, possono così dirsi sedotti. E tornarsene a casa seguendo rotte per una volta tanto interstellari.

Commenti

Altri contenuti
lincoln nel bardo

Lincoln nel bardo

Vincitore del "Man Booker Prize" 2017

Dicevamo – qualche tempo fa devo averlo scritto, dopo averlo letto da qualche altra parte – di...
locandina

La battaglia dei sessi

La recensione del film

È interessante il modo sottile, quasi “subdolo”, con cui La battaglia dei sessi racconta un personaggio per...
locandina

L’intrusa

La recensione del film

“Succede che per salvare qualcuno devi escludere altri.” E’ partito da qui Leonardo Di Costanzo, da un...
locandina

Blade Runner 2049

La recensione del film

“Hai mai visto un miracolo?” chiede Dave Bautista a Ryan Gosling all’inizio di Blade Runner 2049. La...
the_tower_motorpsycho-1024x1024

Motorpsycho

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
PROG ROCK ITALIANO - La serie in vinile di De Agostini Publishing

Prog Rock Italiano

La stagione d’oro del nostro progressive in vinile

Arriva Prog Rock Italiano, la nuova collana di De Agostini Publishing: sessanta album in vinile per rivivere...
DREAM SYNDICATE - Ad ottobre in Italia

The Dream Syndicate

La deformazione dello spazio-tempo

La stagione d'oro del Paisley Underground, quattro dischi, lo scioglimento e poi l'indefessa carriera tra album da...
La doppia vita di NICO

La doppia vita di Nico

Cinquant'anni da Chelsea Girl

Nell’ottobre 1967 usciva Chelsea Girl, primo album da solista della chanteuse dei Velvet Underground: femme fatale che...
SequoyahTiger5_byVampaClub

Sequoyah Tiger

Sulla rampa di lancio

Geometria e sinestesia, synthpop e psichedelia, movimento e ripetizione, comunicazione ed esplorazione. Tutto questo, e molto di...
jerusalem-in-my-heart

Jerusalem In My Heart

Cannibalismo culturale

Il progetto sull'asse Libano/Canada di Radwan Ghazi Moumneh e condiviso con il filmmaker Charles-André Coderre torna in...
geye

Dentro l’inverno

La recensione del libro

Peter Geye forse non avrà mai letto i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Eppure...
twinpeaks2

Twin Peaks

Episodi 3x17-18

Lynch e Frost dicono che è il passato che determina il futuro, così il doppio episodio finale...
Ascolta in streaming ATLAS /INSTRUMENTAL di PIeralberto Valli

Pieralberto Valli

Atlas / Instrumental

La versione strumentale del debutto discografico di Pieralberto Valli, "Atlas", da ascoltare in streaming.
210618363-89a705a2-7685-4ef2-84a3-57e9e4909cba

Venezia 74

Tutti i vincitori dell'edizione 2017

Si spengono i riflettori sulla 74ma edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con il Leone...
Outrage-0-Coda-620x329

Outrage Coda

Venezia Day 11

Con Outrage Coda Takeshi Kitano conclude la trilogia iniziata nel 2010 con Outrage e proseguita nel 2012 con Outrage Beyond, campione d’incassi,...
HANNAH-Charlotte-Rampling-2017-1

Hannah

Venezia Day 10

Lunga vita a chi cerca nuove strade e toni originali per raccontare le storie al cinema, purchè...