Air + Public Service Broadcasting

06/09/2016 – Prato, Piazza Duomo

Una serata a tema spaziale: dalle stelle alle stelle.
SMN_1159-Modifica

Nella geografia degli spettacoli toscani, Prato assurge ormai a piccolo punto di riferimento. Ne è palese dimostrazione le seconda edizione del festival “Settembre / Prato è Spettacolo”, organizzato da Fonderia Cultart e sviluppatosi nel corso di ben diciassette giorni. Tra i numerosi eventi, la musica ha rivestito un ruolo da protagonista, nel cuore del centro storico della città. Eclettica, la proposta: Gianna Nannini, l’abbinamento di Verdena e Marlene Kuntz nella stessa elettricissima serata, Goran Bregovic, Carmen Consoli, Elio e le Storie tese.

SMN_1030-Modifica
Foto di Simone Ridi

Dopo quella dell’anno scorso con gli Interpol, la grande chiusura ha visto l’accoppiata – azzeccatissima e non scelta, come spesso avviene, alla rinfusa – formata da Public Service Broadcasting, in apertura, e Air, in data unica italiana. Il duo inglese ha confermato quanto di buono fatto ascoltare durante i precedenti concerti a supporto del secondo album The Race For Space: dunque, una intrigante miscela nerd di elettronica, post-rock krauto ed echi di libray music, condita dai soliti riferimenti al mondo della tecnologia e dello spazio ripresi ad hoc su un piccolo schermo posizionato alle spalle dei musicisti e dedicato a proiezioni vintage. La voce filtrata di J. Willgoose Esq., che ringrazia un pubblico non numerosissimo (perché?, il costante rischio di pioggia ha forse influito…), è in perfetta sintonia con i garbati viaggi cosmici del duo francese, comparso in scena dopo un lungo cambio palco.

SMN_1260-Modifica
Foto di Simone Ridi

Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel sono interamente vestiti di bianco, accompagnati da un batterista dal tiro bizzarramente muscolare e da un quarto elemento posizionato a ulteriori synth/tastiere. La musica è piacevolmente suonata, senza ricorrere a eccessivi artifici: questo rende forse ancora più efficaci i pezzi strumentali, senza vocoderate. Il tempo passa e il french touch viene nominato ormai di rado, ma il downtempo tra pop ed eterea psichedelia degli Air non sembra essere invecchiato. È sempre lì, aggraziato ed esteticamente impeccabile, a tratti sin troppo pulito e perfettino – qualcuno affermerà più a ragione che a torto. Tre ampi pannelli utilizzati come superfici riflettenti amplificano i contrasti armonici fra algidità robotica e calore umano, fra le figure delle band e quelle delle luci in prevalenza rossobluastre. Il repertorio segue il recente, programmatico best of Twentyears. Le hit di sempre, insomma, non mancano: Cherry Blossom Girl, How Does It Make You Feel?, Kelly Watch The Stars… La scaletta si apre con Venus e i bis sono inaugurati da Sexy Boy: tutti, di tutti i gusti, possono così dirsi sedotti. E tornarsene a casa seguendo rotte per una volta tanto interstellari.

Commenti

Altri contenuti
locandina

Sicilian Ghost Story

Cannes Day 5

In un bosco che somiglia a quello delle fiabe, due giovani adolescenti si scambiano un bacio affettuoso....
tyutyu

120 battements par minute

Cannes Day 4

Un cuore accelerato o un ritmo travolgente che possono essere sinonimi o contrari. Per Robin Campillo i...
ANGEL OLSEN
Intervista e concerti in Italia

Angel Olsen

This woman's work

La cantautrice originaria del Missouri arriva in Italia (Bologna e Milano) con il nuovo album MY WOMAN,...
locandina

Wonderstruck

Cannes Day 3

Questo è un racconto che richiede pazienza e lentezza. Lo scrive Julianne Moore al piccolo protagonista di...
xiu xiu JAS blur

Xiu Xiu

La loggia nera della memoria

Con "Xiu Xiu Plays the Music of Twin Peaks", lo scorso anno la band omaggiò la serie...
PERFUME GENIUS
Il coraggio di essere

Perfume Genius

Il coraggio di essere

Mike Hadreas è tornato da poco con il suo quarto album, "No Shape", che sancisce la sua...
DAVID LYNCH - Quando parlammo con il leggendario regista

David Lynch

Dance Of The Dream Man

In occasione dell'eclatante ritorno su piccolo schermo di "Twin Peaks", riproponiamo la nostra intervista al leggendario regista...
f2c704f81e8d5ed4ec2581b7930e0101371d5523ff211c0bb01aaf633cb8f980_3950550

Cannes vs Netflix

Cannes Day 2 - Una polemica di retroguardia

L’ultima sentenza è arrivata ieri, mentre la conferenza stampa della giuria di Cannes aveva luogo, pronunciata proprio...
CHRIS-CORNELL

Chris Cornell

Euphoria Mo(u)rning

Raccontare Chris Cornell, attraverso un album, nel giorno in cui morì.
image

Hirokazu Kore’eda

Intervista al regista di "Ritratto di famiglia con tempesta"

Erede di un cinema giapponese delicato ma frontale, onesto e diretto ma anche ricco di tatto e...
closeknit

“Orlando”

"Orlando": l'identità di genere sul grande schermo

Torna e cresce "Orlando", festival dedicato a corpo, identità di genere e orientamenti sessuali. 14-21 maggio 2017:...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....
bambara

Gorilla, amore mio

Una scrittrice da (ri)scoprire

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

L’animale notturno

La recensione del libro

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...