Baustelle

Montepulciano, Piazza Grande – 12/7/2014

“Titoli di coda”, ovvero la tranche conclusiva di un tour, quello a supporto del capolavoro “Fantasma”, che per il trio toscano ha decretato il raggiungimento della perfezione live.
image

Un tour iniziato nel febbraio del 2013, con l’accompagnamento dell’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Enrico Gabrielli, e proseguito in formazione ridotta con brani appositamente riarrangiati, spostandosi dai teatri alle piazze e viceversa. Per le ultime tre date in assoluto, incaricate di chiudere il sipario sull’esistenza dal vivo di un disco giocosamente concepito come una sorta di film horror (l’horror della nostra epoca, va da sé), Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini si fanno supportare da Ettore Bianconi (tastiere ed elettronica), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (chitarre), Sebastiano De Gennaro (percussioni orchestrali), Alessandro Minetto (batteria), Roberto Romano e Paolo Raineri (fiati).

A seguire Rimini e Roma, l’avventura giunge così a termine nella natia Montepulciano, location ideale che chiude un cerchio e assicura uno scenario da sogno: la suggestiva Piazza Grande è gremita, il palco è montato sulle scalinate della Cattedrale. Location che finisce per esaltare il fascino di Fantasma, un album dopotutto classico nelle sonorità ma in grado di catturare appieno il sentimento del tempo.

La resa dei pezzi procede con meccanismi strumentali oliati e interpretazioni intense. Partenza toccante con Il Futuro, seguita da un 1-2 che scava subito a fondo: Nessuno e Radioattività, a fare staffetta tra le voci di Francesco e Rachele, sono due ballate da manuale. Sempre da Fantasma arrivano Cristina, Conta l’inverni, Monumentale e La morte non esiste più. Viene poi resa abbondante giustizia alla memoria de La Malavita (I provinciali, Il corvo Joe) e La moda del lento (la stessa title track, La canzone del parco, La canzone di Alain Delon, EN).

Proprio quando mancherebbero pochi episodi e gli immancabili bis di rito, dal cielo iniziano a cadere alcune gocce, che si trasformano ben presto in un vero e proprio acquazzone. La band, però, sa amare e sa come farsi amare e, poco dopo aver interrotto la performance, ricompare per eseguire unplugged Le rane, La guerra è finita, Sergio, Gomma e Charlie fa surf sotto i loggiati del chiostro, nell’abbraccio degli spettatori che si uniscono gioiosamente ai canti. Rappresentanti della miglior forma-canzone italiana della loro generazione, i Baustelle insegnano persino cosa voglia dire saper comunicare con il pubblico e regalano a tutti i presenti una serata indimenticabile suggellando un periodo di grandi soddisfazioni. Li aspettiamo al prossimo capitolo della loro bellissima storia.

Commenti

Altri contenuti
locandina

Elle

La recensione del film

Schermo nero e il suono della rottura di un vetro, poi gli occhi di un gatto che...
locandina

Les Sauteurs

La recensione del film

Se c’è un argomento che ci parla  dello spirito del tempo è il muro, il confine, la...
sleaford_mods_english_tapas_grande

Sleaford Mods

La recensione del disco

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156

Grandaddy

La recensione del disco

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One

Noveller

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
JULIE'S HAIRCUT
- "Il" gruppo psichedelico italiano per eccellenza in tour

Julie’s Haircut

Eterno movimento

A fine febbraio i Julie's Haircut sono tornati con un settimo album, “Invocation and Ritual Dance of...
locandina

Phantom Boy

La recensione del film

Un ragazzino leucemico viene ricoverato in ospedale per ricevere adeguate cure, conosce uno sbirro finito sulla sedia...
OvO
- Freak power!

OvO

Freak power!

L'album che ha visto la luce negli ultimi mesi del 2016, "Creatura". L'esteso tour europeo da poco...
julie's

Julie’s Haircut

Che gli piaccia o no, i Julie’s Haircut sono “il” gruppo psichedelico italiano per eccellenza (o quantomeno...
16406832_10154974528777277_5155378342824301449_n

Bergamo Film Meeting 2017

35° BFM| Marzo 11-19 2017

Giunto alla 35° edizione, lo storico Bergamo Film Meeting si avvia a celebrare il 2017 con un...
locandina

Maren Ade

Intervista alla regista di "Vi presento Toni Erdmann", in sala dal 2 marzo.

Magari la sbronza di premi sarà un po’ passata, dopo la sconfitta agli Oscar a favore di...
Piers Faccini

Piers Faccini

Guerra e pace

L'imminente manciata di date italiane ci offre l'assist per parlare con il songwriter del suo ultimo album...
locandina

Jackie

La recensione del film

Il volto in primo piano è quello che tutti conosciamo. Quello di un’icona del ventesimo secolo, una...
37239-the-king-il-magazine-cover

A tutto King

Il 2017 sarà l’anno di Stephen King

Non è un mistero che il 2017 sarà l’anno di Stephen King, in chiave cinematografica e...
THE XX
- Una nuova generazione

The xx

Una nuova generazione

In occasione della data italiana al Mediolanum Forum (MI), pubblichiamo un estratto dell'intervista di copertina del...