Benjamin Clementine

Festival Ferré, San Benedetto del Tronto – 12/06/2015

Standing ovation per una delle rivelazioni dell'anno, che riceve la speciale Targa Ferré del ventennale e regala un'esibizione memorabile.
IMG_0256-

Al Festival Ferré, che quest’anno festeggia il ventennale, brilla la stella di Benjamin Clementine, artista prodigioso passato, nel volgere di pochi mesi, dai concerti come busker sul metrò parigino alla pubblicazione del primo album lo scorso gennaio e all’acclamazione da parte di critica e pubblico.

Presenza che ammutolisce, voce che dilania, Benjamin arriva al Festival per onorare il suo grande idolo Léo Ferré e propone il suo repertorio con una forza ipnotica davvero strabiliante. Gone, The People And I, Adios, Condolence sono brani che nella versione piano e violoncello (ad accompagnare Benjamin c’è Barbara Leliepvre) acquisiscono una spiritualità nuda, pulsante, quasi violenta. Parole e note portano dentro la solitudine delle periferie in cui Benjamin è nato e cresciuto, le ferite della giovinezza e un dolore che viene da ancora più lontano, “dalla superba Africa”, come ha scritto il direttore artistico del Ferré, Giuseppe Gennari, citando a sua volta Baudelaire.

River Man è una rilettura del primo Nick Drake toccata dalla grazia, Cornerstone un grido di dolore vestito di quella rara forma di eleganza che, al giorno d’oggi, i soli Antony Hegarty e Rufus Wainwright riescono a sfoggiare e, in passato, Nina Simone aveva codificato in modo aspramente autentico. Il set si chiude con l’ennesima meraviglia, London, scritta da Benjamin durante gli anni parigini per ricordare la vita e gli affetti lasciati nella sua città natale. La magia si tocca con mano, quando le luci si accendono il pubblico del Teatro Concordia è in piedi.

Solo pochi istanti e Benjamin è di nuovo in scena, pronto a concedere altri due brani, tra cui la sua versione di Avec le temps, uno dei capolavori di Ferré. Si chiude così, con l’artista commosso nel ricevere la targa Ferré dalle mani di Maria, la moglie di Léo presente in teatro come ogni anno, un concerto che rimarrà nei cuori di tutti i presenti, che, siamo pronti a giurarci, ogni volta che sentiranno il nome di Benjamin Clementine mietere successi nei più grandi teatri del mondo, rischiariranno con un tremito e un filo di incredulità nella memoria quella serata del giugno 2015 in cui Benjamin stregò San Benedetto.

Foto di Davida Ruggieri

Commenti

Altri contenuti
vfewry

The Florida project

Cannes Day 7

Dall’iPhone al 35 millimetri, per Sean Baker il sogno americano e le sue declinazioni passano anche dal...
sq17_sito_testatapage_04

Sicilia Queer Filmfest 2017

Nuova edizione del festival siciliano

SICILIA QUEER FILMFEST Palermo, Cantieri Culturali alla Zisa / Cinema Rouge et Noir 24 maggio – 1...
locandina

Sicilian Ghost Story

Cannes Day 5

In un bosco che somiglia a quello delle fiabe, due giovani adolescenti si scambiano un bacio affettuoso....
tyutyu

120 battements par minute

Cannes Day 4

Un cuore accelerato o un ritmo travolgente che possono essere sinonimi o contrari. Per Robin Campillo i...
ANGEL OLSEN
Intervista e concerti in Italia

Angel Olsen

This woman's work

La cantautrice originaria del Missouri arriva in Italia (Bologna e Milano) con il nuovo album MY WOMAN,...
locandina

Wonderstruck

Cannes Day 3

Questo è un racconto che richiede pazienza e lentezza. Lo scrive Julianne Moore al piccolo protagonista di...
xiu xiu JAS blur

Xiu Xiu

La loggia nera della memoria

Con "Xiu Xiu Plays the Music of Twin Peaks", lo scorso anno la band omaggiò la serie...
PERFUME GENIUS
Il coraggio di essere

Perfume Genius

Il coraggio di essere

Mike Hadreas è tornato da poco con il suo quarto album, "No Shape", che sancisce la sua...
DAVID LYNCH - Quando parlammo con il leggendario regista

David Lynch

Dance Of The Dream Man

In occasione dell'eclatante ritorno su piccolo schermo di "Twin Peaks", riproponiamo la nostra intervista al leggendario regista...
f2c704f81e8d5ed4ec2581b7930e0101371d5523ff211c0bb01aaf633cb8f980_3950550

Cannes vs Netflix

Cannes Day 2 - Una polemica di retroguardia

L’ultima sentenza è arrivata ieri, mentre la conferenza stampa della giuria di Cannes aveva luogo, pronunciata proprio...
CHRIS-CORNELL

Chris Cornell

Euphoria Mo(u)rning

Raccontare Chris Cornell, attraverso un album, nel giorno in cui morì.
image

Hirokazu Kore’eda

Intervista al regista di "Ritratto di famiglia con tempesta"

Erede di un cinema giapponese delicato ma frontale, onesto e diretto ma anche ricco di tatto e...
closeknit

“Orlando”

"Orlando": l'identità di genere sul grande schermo

Torna e cresce "Orlando", festival dedicato a corpo, identità di genere e orientamenti sessuali. 14-21 maggio 2017:...
BillCallahan_byInigoAmescua

Bill Callahan

Hoxton Hall, Londra - 07/05/2017

Mr. Callahan è tornato a Londra per un’intima residenza di quattro giorni, tra concerti serali e pomeridiani....