Disappears

Firenze @ Glue - 5 dicembre

Quinto dei sei concerti nel nostro Paese per la band americana, fra brani dal loro album dello scorso anno, "Irreal", e cover di David Bowie.
_MG_3974

Dopo il set d’apertura impeccabilmente pop di His Clancyness, sul palco del Glue Alternative Concept Space cala il sipario dell’oscurità, in attesa di accogliere una band che il Mucchio ha avuto il piacere di intervistare da poco: i Disappears. La sala è gremita di gente quando Brian Case e i suoi tre compagni danno inizio alle danze con le schitarrate corrosive di Joa, tratta dal terzo album Pre Language. L’aria si carica subito di ossessive vibrazioni post-punk mentre il gruppo si scatena saltando dal 2012 direttamente nel 2015 con l’annebbiata frenesia di Another Thought, seguita dalla coldwave dilatata di I_O, entrambi contenuti nel quinto e più recente lavoro di studio, Irreal. Non c’è tempo per gli applausi, i brani si rincorrono febbrili: dai dieci minuti della monumentalità esacerbante di Ultra alle atmosfere più alt-rock di Replicate, fino ad arrivare al beat dirompente di Elite Typical.  La voce, dallo straniante accento quasi brit, ha una consistenza densa, e si inserisce tra gli interstizi pulsanti di ogni pezzo, caricandolo di una sensualità sporca. Vedendo i quattro sul palco sembra di tornare indietro nel tempo, tra le sanguinose performance degli Stooges e i freddi automatismi dei Suicide. Si avvertono impressioni di modernità incastonate in uno spirito d’antan, tra linee di basso ballerine e ritmi metallici. La precisione scolpita di Halcyon Days serpeggia con fare psichedelico, seminando una crescente follia schizo-paranoide che si conclude con una furtiva uscita di scena della formazione.

Dei sei appuntamenti in Italia, questa è la penultima data. La reazione che si è andata creando fra gli spettatori del locale è di quelle potenti, sinergiche. Aspettiamo in silenzio: quando i quattro tornano per il bis, insieme agli applausi, li accompagna lo spirito cangiante del Duca Bianco e si lanciano in un’atmosferica versione krautrock di A New Career In A New Town, stregando il pubblico in un ondeggiante saluto finale. Da Chicago con furore, in terra di Cesare i Disappears hanno fatto il loro dovere: sono venuti, hanno visto e hanno conquistato.

DISAPPEARSMUCCHIO2b
Foto di Sara Mautone

 

DISAPPEARSMUCCHIO1
Foto di Sara Mautone

 

Commenti

Altri contenuti
Twin-Peaks-Il-ritorno-

Twin Peaks 3

Episodio 3x10

Twin Peaks - Il ritorno è un thriller oscuro e visionario che farcisce un involucro da sitcom...
© stefano masselli

Arcade Fire live

Ippodromo del Galoppo (Milano), 17/07/2017

Sette minuti. Tanto ha atteso invano la platea dell’Ippodromo del Galoppo per un secondo bis degli Arcade...
twin-peaks-3-ferrer-lynch-copertina

Twin Peaks 3

Episodio 3x09

Nella puntata che serve a tirare il fiato dopo l’Apocalisse di due settimane fa, Lynch e Frost...
Chrysta_Bell_BeatTheBeat

Chrysta Bell

È tra i 217 nomi reclutati nel cast della terza serie di "Twin Peaks", nei panni dell'agente...
animaphix2_022930

Animaphix 2017

Il cinema d'animazione a Bagheria

ANIMAPHIX Festival internazionale del film d’animazione III edizione Bagheria (Pa) | Villa Aragona Cutò – Villa Cattolica...
Naomi Punk (cred. Jami Nadel)

Naomi Punk

Energia

Parliamo con Travis Coster, cantante/chitarrista del trio di Olympia al terzo album con il nuovo "Yellow", di...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640

Broken Social Scene

La recensione del disco

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
1494589284011_twin-peaks-3-teaser-trailer_videostill_1

Twin Peaks 3

Episodio 3X08

Molti hanno parlato del finale di "2001: Odissea nello spazio" o della parentesi di "The Tree of...
a2340015657_10

Cigarettes After Sex

La recensione del disco

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
MAC DEMARCO - Vecchie abitudini

Mac DeMarco

Vecchie abitudini

Il cantautore canadese in concerto per due date ad Agosto ci racconta la genesi del suo “album...
9788806233884_0_0_0_80

Mohsin Hamid

La recensione del libro

Ci sono le stelle nel cielo e sotto le stelle ci sono la terra, le città e...
%C3%88+giusto

Matteo Nucci

La recensione del libro

C’è vita sulle sponde del Tevere, e non sono solo le nutrie che offrono il loro simpatico...
laurel-halo-dust

Laurel Halo

La recensione del disco

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
JTpanorama

U2

Le lacrime di Warhol

The Joshua Tree fa trent’anni, un anniversario celebrato con un tour mondiale con tappe anche a Roma...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso

Chino Amobi

La recensione del disco

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...