Disappears

Firenze @ Glue - 5 dicembre

Quinto dei sei concerti nel nostro Paese per la band americana, fra brani dal loro album dello scorso anno, "Irreal", e cover di David Bowie.
_MG_3974

Dopo il set d’apertura impeccabilmente pop di His Clancyness, sul palco del Glue Alternative Concept Space cala il sipario dell’oscurità, in attesa di accogliere una band che il Mucchio ha avuto il piacere di intervistare da poco: i Disappears. La sala è gremita di gente quando Brian Case e i suoi tre compagni danno inizio alle danze con le schitarrate corrosive di Joa, tratta dal terzo album Pre Language. L’aria si carica subito di ossessive vibrazioni post-punk mentre il gruppo si scatena saltando dal 2012 direttamente nel 2015 con l’annebbiata frenesia di Another Thought, seguita dalla coldwave dilatata di I_O, entrambi contenuti nel quinto e più recente lavoro di studio, Irreal. Non c’è tempo per gli applausi, i brani si rincorrono febbrili: dai dieci minuti della monumentalità esacerbante di Ultra alle atmosfere più alt-rock di Replicate, fino ad arrivare al beat dirompente di Elite Typical.  La voce, dallo straniante accento quasi brit, ha una consistenza densa, e si inserisce tra gli interstizi pulsanti di ogni pezzo, caricandolo di una sensualità sporca. Vedendo i quattro sul palco sembra di tornare indietro nel tempo, tra le sanguinose performance degli Stooges e i freddi automatismi dei Suicide. Si avvertono impressioni di modernità incastonate in uno spirito d’antan, tra linee di basso ballerine e ritmi metallici. La precisione scolpita di Halcyon Days serpeggia con fare psichedelico, seminando una crescente follia schizo-paranoide che si conclude con una furtiva uscita di scena della formazione.

Dei sei appuntamenti in Italia, questa è la penultima data. La reazione che si è andata creando fra gli spettatori del locale è di quelle potenti, sinergiche. Aspettiamo in silenzio: quando i quattro tornano per il bis, insieme agli applausi, li accompagna lo spirito cangiante del Duca Bianco e si lanciano in un’atmosferica versione krautrock di A New Career In A New Town, stregando il pubblico in un ondeggiante saluto finale. Da Chicago con furore, in terra di Cesare i Disappears hanno fatto il loro dovere: sono venuti, hanno visto e hanno conquistato.

DISAPPEARSMUCCHIO2b
Foto di Sara Mautone

 

DISAPPEARSMUCCHIO1
Foto di Sara Mautone

 

Commenti

Altri contenuti
locandina

Elle

La recensione del film

Schermo nero e il suono della rottura di un vetro, poi gli occhi di un gatto che...
locandina

Les Sauteurs

La recensione del film

Se c’è un argomento che ci parla  dello spirito del tempo è il muro, il confine, la...
sleaford_mods_english_tapas_grande

Sleaford Mods

La recensione del disco

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156

Grandaddy

La recensione del disco

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
17157472_1359727164087978_3672625944240950680_o

Baustelle

Teatro dell'Opera, Firenze - 06/03/2017

In splendida forma, il trio toscano inanella un sold out dopo l’altro nel suo tour più completo...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One

Noveller

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
JULIE'S HAIRCUT
- "Il" gruppo psichedelico italiano per eccellenza in tour

Julie’s Haircut

Eterno movimento

A fine febbraio i Julie's Haircut sono tornati con un settimo album, “Invocation and Ritual Dance of...
locandina

Phantom Boy

La recensione del film

Un ragazzino leucemico viene ricoverato in ospedale per ricevere adeguate cure, conosce uno sbirro finito sulla sedia...
OvO
- Freak power!

OvO

Freak power!

L'album che ha visto la luce negli ultimi mesi del 2016, "Creatura". L'esteso tour europeo da poco...
julie's

Julie’s Haircut

Che gli piaccia o no, i Julie’s Haircut sono “il” gruppo psichedelico italiano per eccellenza (o quantomeno...
16406832_10154974528777277_5155378342824301449_n

Bergamo Film Meeting 2017

35° BFM| Marzo 11-19 2017

Giunto alla 35° edizione, lo storico Bergamo Film Meeting si avvia a celebrare il 2017 con un...
locandina

Maren Ade

Intervista alla regista di "Vi presento Toni Erdmann", in sala dal 2 marzo.

Magari la sbronza di premi sarà un po’ passata, dopo la sconfitta agli Oscar a favore di...
Piers Faccini

Piers Faccini

Guerra e pace

L'imminente manciata di date italiane ci offre l'assist per parlare con il songwriter del suo ultimo album...
locandina

Jackie

La recensione del film

Il volto in primo piano è quello che tutti conosciamo. Quello di un’icona del ventesimo secolo, una...
37239-the-king-il-magazine-cover

A tutto King

Il 2017 sarà l’anno di Stephen King

Non è un mistero che il 2017 sarà l’anno di Stephen King, in chiave cinematografica e...
THE XX
- Una nuova generazione

The xx

Una nuova generazione

In occasione della data italiana al Mediolanum Forum (MI), pubblichiamo un estratto dell'intervista di copertina del...