Franco Battiato

Siena, 15/07/2014

Ph LucaBrunetti--3953

Siena, Piazza del Duomo. Il perimetro alla nostra sinistra, delimitato dalle splendide e longitudinali pareti marmoree, fa da cornice a una serata stellata e indimenticabile. Al centro dell’area è apparecchiato l’emiciclo dell’orchestra Toscanini, alla cui esperienza è affidato il compito di seguire il breve tour di Franco Battiato. Dopo una suite introduttiva, per archi e archetti, si spalanca ai cuori la suggestione mediterranea di Secondo imbrunire: “Cortili e pozzi antichi tra i melograni, chiese in stile normanno e una vecchia caserma dei carabinieri”; per poi passare ai limitrofi Giardini della preesistenza dove fra i gelsomini si palesa l’abbagliante candore della Sicilia. Restando in territori ultraterreni arrivano in successione Un irresistibile richiamo e Testamento, prese dall’ultima – eccellente – fatica di studio Apriti sesamo; dallo stesso lavoro più tardi sarà suonata Passacaglia con la vasta platea che stona e intona: “Vorrei tornare indietro, per rivedere il passato, per comprendere meglio, quello che abbiamo perduto” e sul finale tributa applausi indirizzati al palco.

Da Il vuoto sono proposte Niente è come sembra, Tiepido aprile e Io chi sono?; mentre Tra sesso e castità appartiene alla scaletta del discontinuo Dieci stratagemmi. A seguire la superba cartolina di Veni l’autunno dal dimenticato L’ombrello e la macchina da cucire, viene resuscitata Fornicazione: ”Vorrei tra giaculatorie di versi spirare, e rosari composti di spicchi d’arancia, e l’aria del mare, e l’odore marcio di un vecchio porto, e come pesce putrefatto, putrefare”, su cui viene innestata la gagliarda deriva cosmica No Time No Space. Il resto è una specie d’ouverture di vecchi brani, dove fra gli altri spiccano Prospettiva Nevski, Un’altra vita, E ti vengo a cercare, Te lo leggo negli occhi (di Sergio Endrigo), Gli uccelli, La cura, Bandiera bianca, L’animale e la stupenda, immaginifica, inarrivabile Stranizza d’amuri dove il sentimento infinito e sincero per la regione d’origine è sublimato dall’armonia perfetta di un pezzo intramontabile: “Ccu tuttu ca fora c’è a guerra mi sentu stranizza d’amuri, l’amuri…”. E dolcemente come si era aperto, si chiude il sipario.

 

Foto di Luca Brunetti

 

Commenti

Altri contenuti
170414-coldplay-ghost-stories-tour_0

Secondary Ticketing

Nacque tutto dai Coldplay (ogni tanto servono ancora, via): biglietti ufficiali esauriti in un amen e ricomparsi...
thexx-iseeyou

The xx

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album

Baustelle

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jones

Stephen Graham Jones

L'orrore in letteratura

Lo scrittore americano autore di "Albero di carne", pubblicato in in Italia da Racconti edizioni.
locandina

Silence

La recensione del film

Per più di 20 anni, Silence è stato il “prossimo film di Martin Scorsese”. Ora il progetto,...
SOHN
- Correre

SOHN

Correre

Un secondo album, "Rennen", e un'imminente tappa italiana. Una doppia occasione per tornare a conversare con il...
David Bowie
- Accadde un anno fa

David Bowie

David Bowie ha lasciato un'impronta indelebile sul nostro tempo. Nei suoni, nello stile, nel modo di pensare,...
amerigo_img-6136

Amerigo Verardi

Spirito, mente e materia

"È un vero e proprio viaggio da fare con la giusta predisposizione d’animo", sostiene Amerigo Verardi, giunto con...
A-Tribe-Called-Quest-We-Got-It-From-Here-Thank-You-4-Your-Service-1478899602

A Tribe Called Quest

Nel momento in cui scriviamo queste righe, salta fuori la notizia che We Got It From Here…...
metallica

Metallica

Da circa venticinque anni, ovvero dal Black Album del 1991, i Metallica sono una band che procura...
locandina

Passengers

La recensione del film

Si capisce che la sfiga è assoluta in Passengers sin dal principio. Immaginate gigantesca e lussuosa (astro)nave...
PHANTASMAGORICA
Lo spettacolo di MP5 e Teho Teardo a Roma la notte di Capodanno

Phantasmagorica

L'illusione di MP5 e Teho Teardo

Domenica 1 gennaio a Roma, Teho Teardo e MP5 presentano una versione speciale di "Phantasmagorica". Un appuntamento...
HOWE GELB
- Il classico di domani

Howe Gelb

Classico di domani

"Future Standards" è un disco costruito attorno a pianoforte, basso e batteria, in cui il fondatore dei Giant...
KLIMT2

Klimt 1918

Freakout, Bologna - 14/12/2016

Dense sonorità da tempesta elettrica per il ritorno della band capitanata da Marco Soellner, in concerto per...
best

Film: best of 2016

Non abbiamo dubbi che il 2016 sarà ricordato come l’anno di Pablo Larraìn, che ha proposto tre...