Lattex + Experience

all'Anfiteatro delle Cascine di Firenze

Due biglietti in omaggio per i lettori del Mucchio: per averli basta scrivere nome, cognome, e una mail valida nei commenti alla fine dell'intervista.
Contest
Due ingressi omaggio per i lettori del Mucchio

A Firenze, domenica 7 giugno, a partire dalle 14:00 per ben dodici ore consecutive, ritorna Lattex+ Experience in una delle location più suggestive e scenografiche della Toscana: l’Anfiteatro delle Cascine.

L’evento, giunto alla sua terza edizione e organizzato dal progetto di clubbing fiorentino Lattex+, si presenta con una line up importante di artisti internazionali: Zip, cofondatore dell’etichetta discografica Perlon; Levon Vincent, dj e produttore americano al suo primo album solistico proprio quest’anno; Tama Sumo, dj-resident del Panorama Bar di Berlino.

Ne abbiamo approfittato per fare qualche domanda agli organizzatori.
Ci raccontate come nasce Lattex+, in cosa consiste il progetto e come si è evoluto in questi anni?
Giacomo Gentiletti: Il Lattex come idea, come concetto di party, nasce nella mia testa anni fa… ma sicuramente si sviluppa più “concretamente” dopo la mia esperienza di un anno a Londra. I primi eventi sono datati 2010. Principalmente Il Lattex+ si caratterizza per l’attività di clubbing… anche se negli ultimi anni abbiamo sempre più differenziato la tipologia di eventi, creando dei format ben precisi come Lattex On Theater, Lattex Experience e Lattex Extreme.
Come scegliete gli artisti da presentare nei vostri eventi?
Biniam Mahdere: La scelta finale degli artisti avviene prevalentemente tra me e Giacomo, anche se nel processo decisionale che la precede vengono coinvolti e consultati tutti i nostri djs, ai quali dobbiamo riconoscere un gran merito nell’aver sviluppato insieme a noi durante questi anni il marchio Lattex.

Ultimamente la musica elettronica sta trovando ottime vetrine anche in Italia, grazie a vari festival e iniziative (roBot, Club2Club, Spring Attitude…). Come vedete la situazione in generale e nello specifico a Firenze se rapportata alle altre città?

G: Penso sinceramente che la presenza a livello nazionale di festival come Club2Club, roBOt, Dancity e Spring Attitude faccia molto bene all’intera scena italiana. Tutti questi festival stanno riscontrando ottimi risultati, le line up di artisti che propongono non hanno niente da invidiare ai vari festival stranieri e anche le location utilizzate, come musei e palazzi storici, ne aumentano il valore e il prestigio. Ritengo che a Firenze, considerando il numero degli utenti/partecipanti e le dimensioni stesse della città, ci sia una buona offerta di eventi. Sono presenti vari promoter sul territorio, anche se bisogna ben distinguere tra chi lo fa professionalmente come mestiere e chi lo fa saltuariamente come hobby.

Pensando a location come il Cinema Odeon oppure, stavolta, all’Anfiteatro delle Cascine, emerge da parte vostra anche una grande attenzione verso il contesto. Quanto è importante quest’ultimo nell’abbattimento di certe barriere, fra i generi e fra le tipologie di pubblico per esempio, e nella fruizione della musica dal vivo?
G:
La scelta della location è fondamentale per la riuscita di un buon evento. Ha la stessa importanza della scelta artistica o della strategia di marketing. L’Italia per motivi storici ben noti è piena di location meravigliose… Allo stesso tempo stanno emergendo in varie città spazi moderni destinati a iniziative artistiche e culturali. Credo si possa quindi affermare che da questo punto di vista c’è l’imbarazzo della scelta, rimane invece molto complicato parlare con le istituzioni per ottenere questi spazi, anche per l’estrema complessità della burocrazia italiana.

Progetti futuri?

B: Esportare il nostro party all’estero, aprire un nostro club, organizzare un festival …

Commenti

Altri contenuti
040916_2144

L7

Live Club (Trezzo sull'Adda, MI) - 04 settembre 2016

Questo è uno di quegli eventi che non possono passare inosservati.
1invaders

Space Invaders

La recensione del libro

La memoria è una pietra che può fare male, che forse a volte qualcuno dovrebbe scagliare lontano...
Cover Libro

Come uccidere le aragoste

Recensione e intervista all'autore

Non conosce il vero significato degli oggetti e delle persone chi non ha mai perso qualcuno. Quella...
U2
Quarant'anni da icone rock

U2

Quarant'anni da icone del rock

Il 25 settembre del 1976 nasceva il gruppo di Bono Vox e The Edge: quattro decenni dopo,...
locandina

Elvis & Nixon

La recensione del film

Negli Archivi Nazionali degli Stati Uniti d’America è conservata una fotografia datata 21 dicembre 1970 che è,...
Credits_Giorgio_Manzato

Kamasi Washington

Locus Festival

L’onda lunga del caso "The Epic", disco dalla durata monstre (circa tre ore) di Kamasi Washington, non...
The-beatles-manifesto

The Beatles – Eight Days a Week

Il film evento nelle sale italiane dal 15 al 21 settembre

Nella moltitudine di immagini e video inediti presenti in The Beatles – Eight Days a Week, c’è...
locandina

Heart of a Dog

La recensione del film

Secondo la celebre definizione di Cocteau, il cinema è la morte al lavoro e la settima arte...
61AG4lCxU3L._SL1215_

Nick Cave & The Bad Seeds

La recensione del disco

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
9788874628513-b

Incontri coi selvaggi

La recensione del libro

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto...
a1895762218_10

La recensione del disco

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
download

Doromizu. Acqua Torbida

La recensione del libro

Nell’acqua torbida galleggia e vive di tutto. Uomini e donne senza dignità, rapporti malati, violenze psicologiche e...
dinosaur-jr-tickets_10-06-16_17_5743419d0a05b

Dinosaur Jr.

La lunga coda

Guardi la copertina di GIVE A GLIMPSE OF WHAT YER NOT, con quelle tinte da psichedelia casereccia,...
ELYSIA CRAMPTON
Identità e club music

Elysia Crampton

Identità e club music

Attraverso il recupero di sonorità laceranti figlie dell’industrial e una propensione per la teoria, un gruppo di...
CHELSEA WOLFE
Una cupa estate italiana al Musica W Festival

Chelsea Wolfe

Dell'amore e di altri incubi

In occasione dell'imminente data italiana al Musica W Festival, riproponiamo la nostra ultima intervista con la cantautrice...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e

BadBadNotGood

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...