Nothing

Covo, Bologna - 1 ottobre 2016

Il resoconto della seconda delle tre date italiane previste all’interno di un lungo giro europeo.
021016_2298

A scherzare col fuoco ci si brucia. A furia di recitare la parte degli sfigati, i Nothing si prendono la pioggia per due tour di fila. Arriviamo così al Covo sotto il primo vero acquazzone di ottobre, memori e un po’ preoccupati per le conseguenze del diluvio che si abbatté due anni fa fuori dal Quirinetta a Roma. In quell’occasione i nu-shoegazer dello scazzo esistenziale si trovarono a suonare davanti a non più di venti paganti, in un’esibizione a tratti più vicina a un’ospitata in sala prove che a un vero e proprio live. Questa volta va meglio. Aiutati dal sabato sera, il locale è pieno e finisce di riempirsi durante l’esibizione con i fanatici della “rockoteca” che seguirà.

not
foto di Serena Veneziani – http://serenavenezianifoto.tumblr.com/

Chiunque abbia ascoltato Tired Of Tomorrow e abbia magari avuto modo di amare Guilty Of Everything si piazza sottopalco chiedendosi in quale modo i Nothing riusciranno a stupire i propri aficionados. Un tipo altissimo, con l’agilità da halfback, si piazza centrale suscitando l’istintiva simpatia in tutti quelli rimasti dietro. Un altro con una t-shirt che avvisa “I Love You But I’ve Chosen Shoegaze” si piazza più a destra. La risposta però non arriva forte e chiara come i volumi o’malleyani sulle note di Fever Queen. Con una maggiore maturità forse? A Nick Bassett è cresciuto un filo di barba, levandogli quell’aria da bimbominchia cresciuto a pane e grunge. Con una rosa di influenze che oramai vanno dallo shoeagaze all’alt-rock? Con un barile di birra? Domenic blatera di continuo ed è alticcio quanto basta per un fallimentare stage diving già alla terza canzone, Chloroform, su un pubblico ancora intorpidito dalla pioggia. Chi sa cosa e perché. Fatto sta che quando attaccano con Vertigo Flowers, Eaten By Worms o un’altra traccia del nuovo lavoro, ne faranno sette in tutto, lo sgomento è grande e gli applausi si susseguono. Il cantato di Palermo si mischia a quello di Setta – il primo di sicuro anima del gruppo nel bene e nel male, l’altro più per i fatti suoi dietro l’inseparabile chitarra rosa – che è una meraviglia. Senza perdere espressività nella pasta sempre più stratificata. Allo scopo aiuta molto il controllo di Kyle Kimball dietro le pelli, che riesce a mantenere tutto lontano dal caos. Poco più di un’ora e i Nothing ne hanno abbastanza di personificare tormenti e inseguire i saliscendi della loro musa malata. Ringraziano, non concedono bis e se ne vanno al banchetto dove, tra il merch ufficiale, ironia della sorte, autoironia o furfanteria, è possibile acquistare per 45€ anche una giacca per la pioggia. Si vede che di sola sfiga non si campa.

no2
foto di Serena Veneziani – http://serenavenezianifoto.tumblr.com/

Commenti

Altri contenuti
31170285_383905158779450_5862019829438873600_n

Knife + Heart

Cannes 2018

Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato...
30420767-160224807978263-4557987999146023396-o_187a

Dogman

Cannes 2018

In una storia che trasuderebbe vendetta, violenza, disagio mentale, atrocità fisiche degne del migliore (o peggiore) torture...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1

Le ricette della signora Tokue

La recensione del libro

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
locandina (2)

Solo: A Star Wars Story

Cannes 2018

L’universo di Star Wars è talmente pieno di immaginari – tra trilogie ufficiali, spin-off, serie animate, romanzi...
locandina

Fahrenheit 451

Cannes 2018

Saranno in molti a rimanere delusi dopo la visione di Fahrenheit 451, remake del film diretto da...
locandina (1)

The House That Jack Built

Cannes 2018

Primo titolo alternativo facile facile per The House that Jack Built, il nuovo film di Lars von...
Downtown Boys

Downtown Boys

Lottare per la libertà

Spirito DIY, dinamismo a mille, ritornelli killer sparati a pieni polmoni, contenuti di protesta per un mix...
Lazzaro_Felice_Poster_Film_FestivalCannes2018

Lazzaro Felice

Cannes 2018

Il tempo si è fermato in Lazzaro felice, per Lazzaro e per la sua comunità. E il...
orlandohd18

Orlando 2018

Il festival dedicato a identità, generi e rappresentazioni del corpo

Bergamo, dal 15 al 20 maggio più di 30 proposte in 11 diversi spazi della città.
coverlg

Wildlife

Cannes 2018

Montana, anni ’60. Una giovane famiglia americana come tante si è da poco trasferita in una nuova...
il-miracolo-ammaniti-serie-tv-sky

Il Miracolo

Il mondo musicale della serie tv

La colonna sonora della serie tv di Niccolò Ammaniti raccontata dal music supervisor Roberto Corsi
locandina

Todos lo saben

Cannes 2018

Una vecchia regola dell’analisi del film dice che dalla prima sequenza, a volte dai titoli di testa,...
loro-2-silvio-servillo

Loro 2

La recensione del film

“Essere buoni conviene”. Una filosofia di vita, di economia e soprattutto di politica: la bontà come merce...