Slowdive

Berlino, 3 ottobre 2017

Il report dell'ultimo concerto a Berlino.
slowdive

Arrivando davanti all’Huxley Neu Welt, la sensazione è quella di trovarsi in prossimità di una zona di centri commerciali; il Bauhaus (corrispettivo del Brico Center italiano) sullo sfondo, un grosso parcheggio davanti, un supermercato e un Biomarkt al fianco. L’Huxley è un locale storico in una zona di Berlino in totale espansione, Neukölln.
Gli Slowdive tornano in tour con un nuovo disco dopo ventidue anni, facendo tappa, oltre che in Germania, anche in Danimarca, dove confermano tutto esaurito, Polonia, Olanda, Belgio. Chiudono giocando in casa con quattro date inglesi, ultimo concerto al mitico Roundhouse di Londra. Anche a Berlino c’è sold-out e, mentre la gente scivola nella bocca dell’Huxley, sorpassando i tornelli di controllo, si respira un’aria elettrica.
Gli Slowdive non sono i giovanotti di una volta. Sono vitange, è vero, sono retrò, volendo, ma non sono vecchi, nonostante l’età anagrafica dei componenti della band non sia nel fiore degli anni. A dimostrarlo, in qualche modo, è anche l’età media del pubblico accorso che, comunque, non fatica a far sentire il suo calore, pur sempre con la compostezza tipica della gente di Germania nell’approcciarsi ai concerti.
Spazio quindi allo shoegaze e anche al dream pop che ha contraddistinto parte della quasi immediata svolta artistica degli Slowdive. C’è anche del compromesso discografico e questo occorre sottolinearlo, ma forse va bene così. Te lo dicono già alla terza canzone in scaletta, una Crazy For You sparata a tutta forza, accentata (e accelerata) sul lato noise, piuttosto che su quello melanconico. E le teste nel buio sotto il palco dondolano rivolte verso le punte delle scarpe, gli occhi si chiudono, le labbra recitano quel mantra stupendo che è “crazy for lonvin’ you”.
E così scorre tutto in una vertigine, un tornado di delay, riverberi e feedback che prendono il nome di Star Roving, Souvlaki Space Station, l’antica Avalyn, la zuccherata When The Sun Hitz. Loro stanno bene sul palco e la scaletta parla abbastanza chiaro: l’intenzione è quella di tornare lì dove si sono fermati e fondere, ancora un volta, sonorità più impalpabili con bolidi rockeggianti. È un’ora e mezza di ritorno ad un passato che probabilmente non tornerà più. Il sognante pop bagnato di shoegaze si chiude quando i presenti vengono cinti da Alison. E se la prendono tutta, quella carezza, e ci si fanno schermo, perché la vita è questa cosa qui: basta un attimo inatteso per avere ciò che si aspettava da molto. Da ventidue anni, esattamente.

Commenti

Altri contenuti
1serino

Lo spirito della scrittura

Una guida appassionata

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
100x140-PRINT-CONTORNO.indd

TRI-P

Musica indisciplinata

Dalla rivelazione Moses Sumney ad un veterano come Mark Lanegan, ce n’è per tutti i gusti in...
Medimex 2018_Cartolina da Taranto

Medimex 2018

Cartolina da Taranto

Da giovedì 7 giugno a domenica 10 giugno siamo volati al Medimex, evento Puglia Sounds,...
Anteprima:Thelma_al cinema dal 21 giugno

Thelma

A Paranormal Queer Love story

Dal regista di "Reprise" e "Segreti di famiglia" il 21 giugno arriva in Italia "Thelma", quarta...
breeders 1

The Breeders

@Cortile Castello Estense, Ferrara (05/06/2018)

Prima data italiana, in assoluto, per la celebre band delle sorelle Deal, a inaugurare la 23esima edizione...
mucchio_Carrie_still

Carrie: horror rosso sangue

Un altro classico del cinema torna rimasterizzato in Home Video.

Dopo il super cofanetto dedicato a L’armata delle tenebre, Koch Media e Midnight Classics propongono in gran...
Yorke Firenze

Thom Yorke (+ Oliver Coates)

@Teatro Verdi, Firenze (28/05/2018)

Prima data del nuovo tour europeo da solista, per il leader dei Radiohead, con il violoncellista Oliver...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover

Father John Misty

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924

Iceage

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP

Beach House

La recensione del disco

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75

Sons Of Kemet

La recensione del disco

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640

Ryley Walker

La recensione del disco

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
Bruno Belissimo_intervista

Bruno Belissimo

Il party del musicista italo-canadese entra nel vivo con il secondo album “Ghetto Falsetto”, all’insegna della disco...
The Breeders_intervista

The Breeders

Icona indie rock, assente di lusso nel nuovo corso discografico dei Pixies, Kim Deal ritorna alla sua...
Greil Marcus racconta Lester Bangs

Lester Bangs

Greil Marcus ricorda l'amico e collega

35 anni fa moriva Lester Bangs. Ce lo racconta il critico rock Greil Marcus, suo amico e...