‘Parigi ha la Tour Eiffel, Roma ha il Colosseo e Napoli ha le vele di Scampìa’: comincia così la visione e il progetto stesso di Ammore e malavita, l’inedito musical dei Manetti Bros in Concorso a Venezia 74. È una Napoli colorata quella che emerge da un musical divertente, capace di coinvolgere il pubblico in sala, che applaude senza aspettare i titoli di coda, in quella che il produttore ha definito ‘la risposta italiana a La La Land’. Colorata, sì, ma non necessariamente sopra le righe, precisano i registi, perché la realtà non è solo quella cupa raccontata dal ‘Gomorrismo’, alludendo all’immagine della Napoli violenta che da qualche anno si è imposta anche all’estero e di cui il film propone un’ironica parodia. Cliché che non vengono ignorati, anzi: gli americani felici di essere stati scippati a Scampia perché protagonisti di un’esperienza turistica più intensa è una scena che solo un vero napoletano poteva ribaltare in un lirismo geniale.

“La bellezza di una città con un panorama unico al mondo è stata oscurata da un ritratto a tinte fosche, dove davvero le Vele sembrano surclassare il Golfo e le vere attrattive artistiche, ma Napoli non è solo questo” spiegano i Manetti,“e noi abbiamo voluto provare a raccontarla nelle sue contraddizioni”. Le scene d’azione alla gangster-movie sembrano attingere allo stesso repertorio fantasioso di Quentin Tarantino (le tigri di Mompracem, Bruce Lee, gli inseguimenti su due ruote), senza edulcorare la realtà delle sparatorie, né ammansire l’impatto della malavita, ma la storia d’amore che fa da motore al film è un contrafforte altrettanto potente. Alla dimensione di violenza si contrappongono delle coreografie che offrono spesso chiari richiami cinematografici, da Flashdance con Serena Rossi alias Jennifer Beals, al ritorno dei malavitosi ammazzati viventi con una performance à la Thriller di Michael Jackson, dove le parti cantate sono comunque motore di azione della sceneggiatura e non rifugi in una realtà separata rispetto alla storia.

Il cast è tutto napoletano, ad eccezione di Claudia Gerini che nel ruolo di matrona camorrista si esibisce però in un napoletano perfetto perché, confessa, “in realtà il mio nonno materno era napoletano”. Accanto a lei Carlo Buccirosso, suo marito, nei panni del Re del Pesce, un boss cinico che cerca una fuga stile Johnny Stecchino per sottrarsi alle minacce del clan nemico e Giampaolo Morelli, il sicario che dovrà scegliere tra l’Ammore per la Rossi e la Malavita del titolo. Morelli, attore-icona dei fratelli Manetti da cui viene diretto per la serie TV L’Ispettore Coliandro, era già stato per loro protagonista di Song’e Napule del 2013. La pellicola è un omaggio alla città e ai molti volti della sua tradizione musicale: quella classica, legata alla cultura della sceneggiata, con il cameo del cantante neomelodico Pino Mauro, e la nuova scena rock rappresentata da Raiz degli Almamegretta, qui al suo quinto film come attore.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
locandina
Janus Metz Pedersen

Borg McEnroe

6

Si dice che il tennis sia uno sport poco adatto al cinema. Per cercare di smentire questa...
gospel_604_alk_s_binder2_016-h_2017
Jennifer Lebeau

Trouble No More

6.5

“Puoi chiamarmi Bobby, puoi chiamarmi Zimmy /Puoi chiamarmi in ogni modo ma non importa quello che tu...
v1.bTsxMjMyNzU0OTtqOzE3NTEyOzEyMDA7Mjg0OzQwNQ
Philippe Van Leeuw

Insyriated

5.5

La guerra in Siria, o in un luogo analogo, fa parte dell’oppressione quotidiana, non è una tensione...
54108
Paolo e Vittorio Taviani

Una questione privata

5

È il 1943. Sulle colline delle Langhe le brigate dei partigiani combattono i fascisti. Gli scontri sono...
screen-shot-2017-09-05-at-1-22-03-pm
Scott Cooper

Hostiles

7.5

È più moderno che classico Hostiles (e di sicuro non classicista), più crepuscolare che mitologico. Il film...
locandina
Andy Muschietti

It

7.5

E alla fine arrivò It. L’abbiamo sognato, temuto a lungo. Ci ha indottrinato a meraviglia grazie ai...
locandina
Jonathan Dayton, Valerie Faris

La battaglia dei sessi

6

È interessante il modo sottile, quasi “subdolo”, con cui La battaglia dei sessi racconta un personaggio per...
locandina
Leonardo Di Costanzo

L'intrusa

8

“Succede che per salvare qualcuno devi escludere altri.” E’ partito da qui Leonardo Di Costanzo, da un...
locandina
Denis Villeneuve

Blade Runner 2049

8

“Hai mai visto un miracolo?” chiede Dave Bautista a Ryan Gosling all’inizio di Blade Runner 2049. La...
Outrage-0-Coda-620x329
Takeshi Kitano

Outrage Coda

6.5

Con Outrage Coda Takeshi Kitano conclude la trilogia iniziata nel 2010 con Outrage e proseguita nel 2012 con Outrage Beyond, campione d’incassi,...
HANNAH-Charlotte-Rampling-2017-1
Andrea Pallaoro

Hannah

5.5

Lunga vita a chi cerca nuove strade e toni originali per raccontare le storie al cinema, purchè...
lou_luttiau_shain_boumedine_ophelie_bau
Abdellatif Kechiche

Mektoub, My Love: Canto uno

7

Ci sono infiniti modi di essere curiosi della vita e di volerla esplorare cinematograficamente. Osservare i personaggi...
morelli-e-rossi-ammore-e-malavita
Manetti Bros

Ammore e malavita

7.5

‘Parigi ha la Tour Eiffel, Roma ha il Colosseo e Napoli ha le vele di Scampìa’: comincia...
sakamoto-coda
Stephen Schible

Ryuichi Sakamoto: Coda

6.5

In conferenza stampa Ryūichi Sakamoto continua a muovere le dita. A Venezia74 per presentare il docufilm girato...
coverlg
Frederick Wiseman

Ex libris

7.5

“Così può essere l’uomo: esternamente un lupo, ma nell’anima un unicorno”: siamo alla New York Public Library,...
coverlg
Paolo Virzì

The Leisure Seeker

7.5

Alla prima di The Leisure Seeker, in concorso a Venezia74, gli applausi per Paolo Virzì scattano già ai...