Sion Sono, tra i registi giapponesi che hanno varcato il confine e sono divenuti pane per i festival, è sicuramente tra i più amati e idolatrati, sebbene non abbia sempre qualcosa di forte da proporre. Il suo nuovo film, Jigoku de naze warui (che d’ora in poi chiameremo con il suo titolo internazionale, Why Don’t You Play in Hell?), però conferma che a fronte di idee non sempre folgoranti il suo talento può contare sullo stile e sull’estro.

La storia di un gruppo di ragazzini appassionati di cinema e cineamatori si scontra con quella di una faida decennale tra due gang di yakuza e arriva al culmine quando la figlia di un boss scappa dal set in cui stava per diventare un’attrice affermata. La trama, scritta dallo stesso Sono, è piuttosto articolata per quello che è contemporaneamente un film di gangster, una parodia di Quentin Tarantino e una riflessione sul fare cinema e i cambiamenti radicali del linguaggio audio-visivo.

È un film di addii, Why Don’t You Play In Hell?, a un certo modo di fare cinema innanzitutto e alla pellicola, supporto materiale che veicolava veri sogni a differenza – secondo Sono – dell’immateriale video e digitale: sale che chiudono, attrezzature che cambiano, ma anche il sistema industriale e divistico vira verso lidi che i personaggi non sentono più i loro; e questi addii passano attraverso ultimi baci, ultimi combattimenti, ultime feste. Il discorso però serve solo a dare una patina, uno sfondo al film, perché Why Don’t You Play In Hell? in realtà dona l’impressione di non avere troppo da dire, se non una generale disillusione, lasciando il dubbio se il suo stile – vicino a un Kitano esagitato nei toni e nel linguaggio – sia decostruito o confuso.

A Sono manca la compattezza, l’inventiva, lo sfolgorio dell’ultima mezz’ora in cui l’esuberanza della regia sembra trovare adeguato sfogo diventando un guerrilla movie delirante, spiazzante, sorprendente, inesausto. Favoloso. Tanto da far perdonare le incertezze precedenti.

Ultime recensioni Cinema / Visioni
53917
Yorgos Lanthimos

Il sacrificio del cervo sacro

6.5

Indubbiamente l’unica salvezza di un film che pare non dare scampo a nessuno dei suoi personaggi è...
31170285_383905158779450_5862019829438873600_n
Yann Gonzalez

Knife + Heart

5

Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato...
30420767-160224807978263-4557987999146023396-o_187a
Matteo Garrone

Dogman

8

In una storia che trasuderebbe vendetta, violenza, disagio mentale, atrocità fisiche degne del migliore (o peggiore) torture...
locandina (2)
Ron Howard

Solo: A Star Wars Story

7

L’universo di Star Wars è talmente pieno di immaginari – tra trilogie ufficiali, spin-off, serie animate, romanzi...
locandina
Ramin Bahrani

Fahrenheit 451

5

Saranno in molti a rimanere delusi dopo la visione di Fahrenheit 451, remake del film diretto da...
locandina (1)
Lars von Trier

The House That Jack Built

6

Primo titolo alternativo facile facile per The House that Jack Built, il nuovo film di Lars von...
Lazzaro_Felice_Poster_Film_FestivalCannes2018
Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice

7

Il tempo si è fermato in Lazzaro felice, per Lazzaro e per la sua comunità. E il...
coverlg
Paul Dano

Wildlife

7

Montana, anni ’60. Una giovane famiglia americana come tante si è da poco trasferita in una nuova...
locandina
Asghar Farhadi

Everybody Knows

5.5

Una vecchia regola dell’analisi del film dice che dalla prima sequenza, a volte dai titoli di testa,...
loro-2-silvio-servillo
Paolo Sorrentino

Loro 2

8

“Essere buoni conviene”. Una filosofia di vita, di economia e soprattutto di politica: la bontà come merce...
121430920-a984694f-d13d-4700-a5a4-199d673d0ae0
Paolo Sorrentino

Loro 1

SV

Tutto documentato. Tutto arbitrario. Tutto vero e tutto falso. Ma anche tutto troppo. Paolo Sorrentino ci tiene...
Tonya-poster
Craig Gillespie

Tonya

8

Questa è la storia di Tonya Harding, pattinatrice americana, e del suo tonfo professionale avvenuto nel 1994...
locandina
Steven Spielberg

Ready Player One

7.5

Sembra voler rispondere a una precisa domanda Ready Player One, il nuovo film di Steven Spielberg che...
locandina
Alex Garland

Annientamento

8.5

Il lavoro che Alex Garland fa sulla fascinazione in Annientamento è fortissimo, tanto da diventare un futuro...