Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato che uccide con un coltello nascosto in un dildo, uccelli ciechi che annunciano omicidi, il porno gay anni ’70 amato e parodizzato, i colori saturi e fluorescenti, la dance e l’elettronica, il queer all’ennesima potenza. Eppure Knife + Heart rimesta in una torbida materia che altrove dava frutti migliori.

Un assassino mascherato uccide gli attori di una società di produzione di film porno per omosessuali. A dirigere la società c’è Anne (Vanessa Paradis) che mentre deve far fronte al pericolo vive la fine del suo amore con la montatrice dei suoi film. I sentimenti e la morte si intrecciano nello script scritto dal regista con Cristiano Mangione e il thriller anni ’70 che naviga tra Sergio Martino, Dario Argento ed epigoni a seguire – in primis De Palma – vira nel mélo memoriale di Pedro Almodòvar.

A indispettire però non è la messe di citazioni e di riferimenti (su tutti: Vanessa Paradis come versione shocking di Jean-Daniel Cadinot, pioniere del porno gay europeo), ma il modo piatto con cui Gonzalez li assembla, come un appassionato ora goliardico ora romantico che si accontenti di lucidare degli immaginari vecchi, sepolti e poi tornati da moda: la serie B, C e anche Z, certi colori, certi suoni, certe modalità di anti-racconto. Senza passione vera né vera inventiva, a partire dal discorso su cinema e sguardo, arte e desiderio, eros e thanatos o alla metafora dell’AIDS (il film parte nel 1979, all’alba della nascita dell’epidemia) piuttosto banalotti.

Così  Knife + Heart si porta dietro l’aura precostruita di instant cult, titilla di continuo i gusti dei cinefili à la page e nel frattempo si bea di ricostruzioni da videoclip d’avanguardia (e nemmeno tanto, visto che certe cose le faceva George Michael 20 anni fa), pochi brevi minuti che non fanno un film, che non bastano a dare una forza. Un film di luci riflesse che vive all’ombra di ben altro cinema.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
locandina
Christopher McQuarrie

Mission: Impossible - Fallout

7

Giungono fondamentali conferme dall’ultimo episodio di Mission: Impossible. Una, neanche tanto sorprendente, riguarda il sempre gagliardo Tom...
locandina
Ari Aster

Hereditary

8

Meno male che l’hanno intuito tutti che Hereditary – Le radici del male marcia a un altro...
locandina
Gary Ross

Ocean's 8

6

Pace all’anima di Danny Ocean. In tutti i sensi. Più che giusto quindi che a ereditare il...
locandina
Rodrigo Cortés

Dark Hall

4

Il nuovo film di Rodrigo Cortés (Buried) ha un sottotitolo. Non immediatamente visibile: a volte ritornano. Un...
53917
Yorgos Lanthimos

Il sacrificio del cervo sacro

6.5

Indubbiamente l’unica salvezza di un film che pare non dare scampo a nessuno dei suoi personaggi è...
31170285_383905158779450_5862019829438873600_n
Yann Gonzalez

Knife + Heart

5

Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato...
30420767-160224807978263-4557987999146023396-o_187a
Matteo Garrone

Dogman

8

In una storia che trasuderebbe vendetta, violenza, disagio mentale, atrocità fisiche degne del migliore (o peggiore) torture...
locandina (2)
Ron Howard

Solo: A Star Wars Story

7

L’universo di Star Wars è talmente pieno di immaginari – tra trilogie ufficiali, spin-off, serie animate, romanzi...
locandina
Ramin Bahrani

Fahrenheit 451

5

Saranno in molti a rimanere delusi dopo la visione di Fahrenheit 451, remake del film diretto da...
locandina (1)
Lars von Trier

The House That Jack Built

6

Primo titolo alternativo facile facile per The House that Jack Built, il nuovo film di Lars von...
Lazzaro_Felice_Poster_Film_FestivalCannes2018
Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice

7

Il tempo si è fermato in Lazzaro felice, per Lazzaro e per la sua comunità. E il...
coverlg
Paul Dano

Wildlife

7

Montana, anni ’60. Una giovane famiglia americana come tante si è da poco trasferita in una nuova...
locandina
Asghar Farhadi

Everybody Knows

5.5

Una vecchia regola dell’analisi del film dice che dalla prima sequenza, a volte dai titoli di testa,...
loro-2-silvio-servillo
Paolo Sorrentino

Loro 2

8

“Essere buoni conviene”. Una filosofia di vita, di economia e soprattutto di politica: la bontà come merce...
121430920-a984694f-d13d-4700-a5a4-199d673d0ae0
Paolo Sorrentino

Loro 1

SV

Tutto documentato. Tutto arbitrario. Tutto vero e tutto falso. Ma anche tutto troppo. Paolo Sorrentino ci tiene...