locandina
Oliver Stone

Snowden

5

Se nel finale di un film basato su fatti e persone reali, il protagonista affronta il sole in controluce come un eroe epico, con tanti di violini in crescendo, standing ovation, dichiarazioni di stima e sguardi verso l’infinito e oltre, la biografia diventa un’agiografia: Oliver Stone ha deciso che il suo Snowden sia al servizio di un santino nella lotta contro i governi cattivi.

Ma il regista gioca una partita impari fin da subito, utilizzando come cornice la realizzazione del documentario Citizenfour che dell’uomo e del personaggio aveva raccontato tutto e meglio: partendo dall’incontro con Laura Poitras e i giornalisti che fecero scoppiare il caso, il film – scritto da Stone con Kierean Fitzgerald a partire da due inchieste giornalistiche – descrive la carriera di Edward da quando entra in CIA fino alla scoperta di una rete mondiale con cui il governo americano è in grado di spiare chiunque gli rovina la vita.

Se l’impianto ideologico era prevedibile e in fondo fa parte del gioco – anche se accettare un mini-comizio in cui Stone si incarna in Snowden (il piuttosto bravo Joseph Gordon-Levitt) è arduo -, quello che non ci si aspetta dal regista è la piattezza monocorde che si avverte dopo l’inizio scorrevole: gli aspetti interiori finiscono per appesantire la narrazione e si nota la completa mancanza di vigore stilistico. Non si chiede certo il rigore appassionato di JFK ma almeno, sorprendentemente visto l’autore, un certo furore registico. La tensione e la suspense, invece, sono completamente mal gestite (basti vedere come il gran finale con i file copiati e la “liberazione” in controluce sia del tutto sottotono nel montaggio, indegno di una serie tv), la messinscena è placida e un po’ fasulla.

Il messaggio è chiaro, e ci mancherebbe: la terza guerra mondiale è già in atto, è on line, la combattono hacker di varia specie e ne siamo tutti coinvolti, volenti o nolenti, fin dalla webcam del nostro laptop. Ma il film più che una chiamata alle armi sembra una chiamata persa, il ritratto acritico di un uomo che si è inserito nelle pieghe della legge e della società, che ha guardato in faccia le ambiguità del contemporaneo. Ecco, di quelle ambiguità in Snowden non vi è traccia.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
31170285_383905158779450_5862019829438873600_n
Yann Gonzalez

Knife + Heart

5

Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato...
30420767-160224807978263-4557987999146023396-o_187a
Matteo Garrone

Dogman

8

In una storia che trasuderebbe vendetta, violenza, disagio mentale, atrocità fisiche degne del migliore (o peggiore) torture...
locandina (2)
Ron Howard

Solo: A Star Wars Story

7

L’universo di Star Wars è talmente pieno di immaginari – tra trilogie ufficiali, spin-off, serie animate, romanzi...
locandina
Ramin Bahrani

Fahrenheit 451

5

Saranno in molti a rimanere delusi dopo la visione di Fahrenheit 451, remake del film diretto da...
locandina (1)
Lars von Trier

The House That Jack Built

6

Primo titolo alternativo facile facile per The House that Jack Built, il nuovo film di Lars von...
Lazzaro_Felice_Poster_Film_FestivalCannes2018
Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice

7

Il tempo si è fermato in Lazzaro felice, per Lazzaro e per la sua comunità. E il...
coverlg
Paul Dano

Wildlife

7

Montana, anni ’60. Una giovane famiglia americana come tante si è da poco trasferita in una nuova...
locandina
Asghar Farhadi

Everybody Knows

5.5

Una vecchia regola dell’analisi del film dice che dalla prima sequenza, a volte dai titoli di testa,...
loro-2-silvio-servillo
Paolo Sorrentino

Loro 2

8

“Essere buoni conviene”. Una filosofia di vita, di economia e soprattutto di politica: la bontà come merce...
121430920-a984694f-d13d-4700-a5a4-199d673d0ae0
Paolo Sorrentino

Loro 1

SV

Tutto documentato. Tutto arbitrario. Tutto vero e tutto falso. Ma anche tutto troppo. Paolo Sorrentino ci tiene...
Tonya-poster
Craig Gillespie

Tonya

8

Questa è la storia di Tonya Harding, pattinatrice americana, e del suo tonfo professionale avvenuto nel 1994...
locandina
Steven Spielberg

Ready Player One

7.5

Sembra voler rispondere a una precisa domanda Ready Player One, il nuovo film di Steven Spielberg che...
locandina
Alex Garland

Annientamento

8.5

Il lavoro che Alex Garland fa sulla fascinazione in Annientamento è fortissimo, tanto da diventare un futuro...