Di fronte a Star Wars – Episodio VII: Il risveglio della forza il critico deve farsi spazio tra tanti modi diversi di vivere e intendere il film, deve superare attese e pressioni, ma anche empiti – o rigetti – dovuti alla propria condizione di fan o detrattore: ma l’operazione di J. J. Abrams, che ha preso da George Lucas l’incarico di una nuova trilogia, fa cadere molte barriere e restare alcune conferme e certezze.

Il film si apre 30 anni dopo le vicende della trilogia originaria: la Resistenza sta cercando disperatamente Luke Skywalker, l’ultimo Jedi rimasto e l’unico capace di aiutare la Repubblica a sconfiggere il Primo Ordine. Scritto da Abrams con Michael Arndt e Lawrence Kasdan, Star Wars – Episodio VII: Il risveglio della forza è un appassionante film d’avventure spaziali, in cui la space opera si mescola con il fantasy cavalleresco, recuperando afflati e spirito che la nuova trilogia aveva accantonato.  Questo nuovo inizio decide di affidarsi inizialmente al sicuro approdo del primo film della serie come base ispirativa per i percorsi narrativi e drammaturgici. Questa base però evolve e il film diventa un prodotto in cui Abrams ha preso possesso di una mitologia e l’ha rielaborata secondo la propria statura di narratore, con intelligenza e personalità: basti pensare a come racconta i viaggi tra luce e oscurità di vari personaggi, a come queste traiettorie si incontrino e scontrino, o come prende scelte narrative radicali e impreviste, facendo crescere tensione e fascinazione su moduli già narrati. Ma, soprattutto, il talento di Abrams lo si coglie nella consapevolezza con cui riflette sul rapporto tra nuovi spettatori e vecchi adepti tessendo un racconto corale in cui il calore e il carisma di Han Solo, Leia o Chewbecca non oscuri l’impatto dei nuovi personaggi. Il resto è un intreccio di rimandi e invenzioni, di scene spettacolari e una regia che usa il movimento, gli spazi filmici e i movimenti di macchina da erede di Spielberg, di momenti di grande potenza visiva ed epica. Certo, Abrams non ha la grandezza demiurgica di Lucas ma è un abile defibrillatore, che sa con passione, tenacia e acume far tornare a battere i cuori di appassionati di un cinema in cui la frenesia e l’eccesso devono lasciare il posto al cuore umano dell’avventura.

 

Emanuele Rauco

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
okja-poster-1
Bong Joon-ho

Okja

7.5

La pietra dello scandalo. Il film che al recente festival di Cannes ha fatto scattare la fatwa...
locandina
David Michôd

War Machine

6

Un paio di gambe storte sorregge un corpo rigidamente costretto in una postura dall’aria innaturale: è la...
mucchio_blame_poster
Dal 20 maggio su Netflix

Blame

6.5

Almodovar, pietà. Il cinema made in Netflix è una figata. Soprattutto se recapitato per tutti, nello stesso...
8o8
Lynne Ramsay

You Were Never Really Here

7

Il cinema di Lynne Ramsay è un cinema psico-patologico, in cui il delirio dei personaggi si rispecchia...
yju545
François Ozon

L'amant double

4

Non si può dire che L’amant double, il nuovo film di François Ozon, non sia chiaro fin...
kkkk
Ben Safdie, Joshua Safdie

Good Time

7.5

La vitalità del cinema nasce spesso dalle sue contraddizioni: Good Time dei fratelli Ben e Joshua Safdie...
grrere
Eugene Jarecki

Promised land

7.5

“Mister I ain’t a boy, no I’m a man\and I believe in a promised land”. E’ il...
vfewry
Sean Baker

The Florida project

8

Dall’iPhone al 35 millimetri, per Sean Baker il sogno americano e le sue declinazioni passano anche dal...
locandina
Fabio Grassadonia, Antonio Piazza

Sicilian Ghost Story

6

In un bosco che somiglia a quello delle fiabe, due giovani adolescenti si scambiano un bacio affettuoso....
tyutyu
Robert Campillo

120 battements par minute

8

Un cuore accelerato o un ritmo travolgente che possono essere sinonimi o contrari. Per Robin Campillo i...
locandina
Todd Haynes

Wonderstruck

8

Questo è un racconto che richiede pazienza e lentezza. Lo scrive Julianne Moore al piccolo protagonista di...
locandina
Terrence Malick

Song to Song

8

«Non c’è nessuna forma d’arte come il cinema per colpire la coscienza, scuotere le emozioni e raggiungere...
622506603
Rossella Schillaci

Libere

8

La Resistenza raccontata da Rossella Schillaci in Libere, documentario in uscita il 20 aprile nelle sale italiane,...