Dall’iPhone al 35 millimetri, per Sean Baker il sogno americano e le sue declinazioni passano anche dal formato dei suoi film. Dopo il cellulare con cui ha girato Tangerine, il regista americano ha realizzato il nuovo The Florida Project nel formato del cinema classico con i colori e le frontiere dell’immaginario hollywoodiano per rileggere tutto a suo modo.

Ambientato in un comprensorio alle porte di Orlando, a pochi passi da Disney World, il film racconta la storia di due bambine vivaci e pestiferi, di una madre sbalestrata che cerca di dare loro la miglior vita possibile e di tutte le difficoltà che incontrano: comuni, quotidiane, implacabili. Scritto dal regista e Chris Bergoch, The Florida Project è un dramma quotidiano e minimo nel racconto ma iperrealista e appassionato nello stile che racconta cosa ne è oggi dei valori di vita a stelle strisce guardandoli però ad altezza di bambino.

Più che il rapporto tra le piccole attrici e la madre e più che la questione sociale del sottoproletariato americano, il vero soggetto del film di Baker è la spontaneità della vita fuori asse che racconta, la ribellione anarchica e tenerissima di una famiglia al mondo che le circonda, in cui le risate e gli sberleffi celano una rabbia sopita ma mai rancorosa: per questo The Florida Project nonostante le apparenze non è un film pop, ma è un film popolare, in cui c’è l’amore per tutto ciò che riguarda i personaggi, in cui c’è la voglia di superare ogni difficoltà con la forza del sogno, del gioco o del cinema come nel finale meraviglioso e impossibile: non a caso in quella fuga per la libertà il 35 millimetri torna a essere digitale, la musica dance o hip hop diventa orchestrale, il castello Disney suggella il sogno.

Baker conferma uno sguardo lucido e acuto che sa catturare la vita oltre il pensiero, anzi che diventa pensiero attraverso una fotografia che reinterpreta i colori, li ribalta di senso, li usa come strumenti di gioia e di lotta sottilmente politica proprio nel suo rifiuto di ogni autorità: un film davvero indipendente e profondamente contemporaneo, che non rincorre alcuna moda e sa creare un suo minuscolo, forse, ma pulsante immaginario.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
locandina
Jonathan Dayton, Valerie Faris

La battaglia dei sessi

6

È interessante il modo sottile, quasi “subdolo”, con cui La battaglia dei sessi racconta un personaggio per...
locandina
Leonardo Di Costanzo

L'intrusa

8

“Succede che per salvare qualcuno devi escludere altri.” E’ partito da qui Leonardo Di Costanzo, da un...
locandina
Denis Villeneuve

Blade Runner 2049

8

“Hai mai visto un miracolo?” chiede Dave Bautista a Ryan Gosling all’inizio di Blade Runner 2049. La...
Outrage-0-Coda-620x329
Takeshi Kitano

Outrage Coda

6.5

Con Outrage Coda Takeshi Kitano conclude la trilogia iniziata nel 2010 con Outrage e proseguita nel 2012 con Outrage Beyond, campione d’incassi,...
HANNAH-Charlotte-Rampling-2017-1
Andrea Pallaoro

Hannah

5.5

Lunga vita a chi cerca nuove strade e toni originali per raccontare le storie al cinema, purchè...
lou_luttiau_shain_boumedine_ophelie_bau
Abdellatif Kechiche

Mektoub, My Love: Canto uno

7

Ci sono infiniti modi di essere curiosi della vita e di volerla esplorare cinematograficamente. Osservare i personaggi...
morelli-e-rossi-ammore-e-malavita
Manetti Bros

Ammore e malavita

7.5

‘Parigi ha la Tour Eiffel, Roma ha il Colosseo e Napoli ha le vele di Scampìa’: comincia...
sakamoto-coda
Stephen Schible

Ryuichi Sakamoto: Coda

6.5

In conferenza stampa Ryūichi Sakamoto continua a muovere le dita. A Venezia74 per presentare il docufilm girato...
coverlg
Frederick Wiseman

Ex libris

7.5

“Così può essere l’uomo: esternamente un lupo, ma nell’anima un unicorno”: siamo alla New York Public Library,...
coverlg
Paolo Virzì

The Leisure Seeker

7.5

Alla prima di The Leisure Seeker, in concorso a Venezia74, gli applausi per Paolo Virzì scattano già ai...
Lean-on-Pete-3-e1504274174891
Andrew Haigh

Lean on Pete

5

Di Lean on Pete di Andrew Haigh, film in Concorso a Venezia74, si potrebbero prevedere i punti...
DE7gkh6XcAA5Lso
Ritesh Batra

Our Souls at Night

8

Jane Fonda e Robert Redford, Leoni d’Oro alla carriera a Venezia74, sono i protagonisti di una delicata...
the-shape-of-water-trailer
Guillermo Del Toro

The Shape of Water

6

Chi lascia la sala prima della fine della proiezione e chi applaude ai titoli di coda. Il cinema...
59a6c77a88212
Alexander Payne

Downsizing

8

Avrebbe potuto rischiare di essere l’ennesimo film di fantascienza, Downsizing di Alexander Payne, se i suoi minuscoli...
okja-poster-1
Bong Joon-ho

Okja

7.5

La pietra dello scandalo. Il film che al recente festival di Cannes ha fatto scattare la fatwa...
locandina
David Michôd

War Machine

6

Un paio di gambe storte sorregge un corpo rigidamente costretto in una postura dall’aria innaturale: è la...