Tra le poche certezze del cinefilo, soprattutto di quello che viene in trasferta al Torino Film Festival, c’è il livello del cinema di genere sud-coreano. Sotto la Mole, una delle fucine industriali più ricche dell’oriente presenta uno dei film horror più attesi e acclamati dell’anno: The Wailing diretto da Na Hong-jin e già presentato con successo a Cannes. Ma, come a volte capita con i prodotti dell’estremo oriente (per esempio, Sion Sono) l’aura di culto prevale sull’effettivo valore del prodotto.

Il film racconta di una strana epidemia di morti, comportamenti assurdi e gente che si putrefà in vita dentro una comunità sulle colline. Un poliziotto, che sta seguendo questi casi, si trova coinvolto in prima persona quando quello che si presume essere uno spirito s’impossessa della figlia. Da dove arriva il male? E come affrontarlo? Con l’aiuto spirituale di uno sciamano o attraverso mezzi eminentemente umani? La sceneggiatura di Na Hong-jin parte da elementi tipici dell’horror demoniaco per spostarsi con i minuti (molti, circa due ore e mezza, forse troppi) in territori più esoterici e ancestrali cercando di fondere un certo gusto antropologico con uno spirito più convenzionale e commerciale.

Na sa certamente gestire l’atmosfera: il gusto bizzarro e l’andamento buffonesco – con un protagonista che sembra Pinotto e una coppia di poliziotti non proprio acuti – lasciano lo spazio poco a poco a un tocco sempre più cupo e disperato, così come gli ambienti passano dall’urbanità alla natura che fa da sfondo allo scontro tra forze del bene e del male. E The Wailing sa come creare uno scontro apocalittico che cova sotto la quotidianità, mostrando l’umanità come frutto, spesso marcio, di ciò che avviene oltre la nostra comprensione.

I limiti principali del film, che si fa forte della competenza dietro la macchina da presa del suo autore, e di una bella cura di sonoro e montaggio, sono in un meccanismo narrativo altalenante e poco compatto e soprattutto in un tono sempre survoltato, sempre sopra le righe, in cui i crescendo – fatta eccezione per il duello a distanza tra lo sciamano e il “demone” giapponese, ottimo – sono sottolineati da urla continue, da attori che sovra-recitano senza posa, spegnendo così la tensione filmica. Non abbastanza per giustificare il culto quindi, ma sufficiente per chi cerca qualche dose di turbamento a tratti insolito.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
locandina
Andy Muschietti

It

7.5

E alla fine arrivò It. L’abbiamo sognato, temuto a lungo. Ci ha indottrinato a meraviglia grazie ai...
locandina
Jonathan Dayton, Valerie Faris

La battaglia dei sessi

6

È interessante il modo sottile, quasi “subdolo”, con cui La battaglia dei sessi racconta un personaggio per...
locandina
Leonardo Di Costanzo

L'intrusa

8

“Succede che per salvare qualcuno devi escludere altri.” E’ partito da qui Leonardo Di Costanzo, da un...
locandina
Denis Villeneuve

Blade Runner 2049

8

“Hai mai visto un miracolo?” chiede Dave Bautista a Ryan Gosling all’inizio di Blade Runner 2049. La...
Outrage-0-Coda-620x329
Takeshi Kitano

Outrage Coda

6.5

Con Outrage Coda Takeshi Kitano conclude la trilogia iniziata nel 2010 con Outrage e proseguita nel 2012 con Outrage Beyond, campione d’incassi,...
HANNAH-Charlotte-Rampling-2017-1
Andrea Pallaoro

Hannah

5.5

Lunga vita a chi cerca nuove strade e toni originali per raccontare le storie al cinema, purchè...
lou_luttiau_shain_boumedine_ophelie_bau
Abdellatif Kechiche

Mektoub, My Love: Canto uno

7

Ci sono infiniti modi di essere curiosi della vita e di volerla esplorare cinematograficamente. Osservare i personaggi...
morelli-e-rossi-ammore-e-malavita
Manetti Bros

Ammore e malavita

7.5

‘Parigi ha la Tour Eiffel, Roma ha il Colosseo e Napoli ha le vele di Scampìa’: comincia...
sakamoto-coda
Stephen Schible

Ryuichi Sakamoto: Coda

6.5

In conferenza stampa Ryūichi Sakamoto continua a muovere le dita. A Venezia74 per presentare il docufilm girato...
coverlg
Frederick Wiseman

Ex libris

7.5

“Così può essere l’uomo: esternamente un lupo, ma nell’anima un unicorno”: siamo alla New York Public Library,...
coverlg
Paolo Virzì

The Leisure Seeker

7.5

Alla prima di The Leisure Seeker, in concorso a Venezia74, gli applausi per Paolo Virzì scattano già ai...
Lean-on-Pete-3-e1504274174891
Andrew Haigh

Lean on Pete

5

Di Lean on Pete di Andrew Haigh, film in Concorso a Venezia74, si potrebbero prevedere i punti...
DE7gkh6XcAA5Lso
Ritesh Batra

Our Souls at Night

8

Jane Fonda e Robert Redford, Leoni d’Oro alla carriera a Venezia74, sono i protagonisti di una delicata...
the-shape-of-water-trailer
Guillermo Del Toro

The Shape of Water

6

Chi lascia la sala prima della fine della proiezione e chi applaude ai titoli di coda. Il cinema...
59a6c77a88212
Alexander Payne

Downsizing

8

Avrebbe potuto rischiare di essere l’ennesimo film di fantascienza, Downsizing di Alexander Payne, se i suoi minuscoli...
okja-poster-1
Bong Joon-ho

Okja

7.5

La pietra dello scandalo. Il film che al recente festival di Cannes ha fatto scattare la fatwa...