locandina
Steven Soderbergh

Unsane

8

Ci pensava già da un paio d’anni, Steven Soderbergh, a girare un film con l’iPhone e l’occasione è arrivata con un progetto di Jonathan Bernstein and James Greer che porta sugli schermi il problema dello stalking in pieno movimento #metoo, ma non solo. La sottrazione d’identità, poiché questo significa dover cambiare numero di telefono, lavoro, città per sfuggire a qualcuno, è operata prima da un singolo individuo e poi in maniera massiva da un’intera comunità, in un progredire che porta l’inquietudine ad estendersi sempre più a fondo e sempre più in orizzontale, fino ad assorbire ogni coordinata possibile.Se lo stalking è il motore dell’azione, nella storia che vede Claire Foy, volto televisivo noto per The Crown, essere trattenuta all’interno di una struttura psichiatrica contro la propria volontà, si scopre infatti un meccanismo coercitivo di proporzioni molto più vaste.

L’assistenza medicale negli Stati Uniti è un business e la detenzione giustificata dalla firma di alcuni documenti ‘di routine’ rappresenta una feroce critica a un sistema che cerca di accappararsi pazienti (e soldi) con ogni mezzo, prima ancora che un’originale trovata di sceneggiatura. I livelli di costrizione sono fisici, psicologi, concentrici:  chiudono e spostano i confini tra realtà e paranoia, trascinando in questa vorticosa perdita di punti di riferimento anche lo spettatore. Gli effetti visivi prevalgono sui dialoghi, materializzando le esperienze psicologiche della protagonista, intrappolata tra primi piani ravvicinatissimi e campi larghi dalle linee oblique, a segnare la totale mancanza di vie di fuga.

Alcune inquadrature sembrano richiamare le atmosfere distopiche de Il Processo kafkiano portato sullo schermo da Orson Welles: atmosfere ben note a Soderbergh che proprio a Kafka, nel 1991, aveva dedicato uno dei suoi primi progetti. Pensato e girato come un horror, Unsane si ricollega ad un altro film del genere, The Blair Witch Project, precursore della nuova era di film girati in maniera non convenzionale, con cui ha in comune sia il co-protagonista Joshua Leonard, qui nei panni dello stalker, che il thrilling di stampo psicologico che pervade l’intero script. Il risultato è una pellicola avvincente, capace di giocare tutte le carte filmiche a disposizione e impossibile da distinguere da uno girato con mezzi canonici. E se girare un film a basso costo con la massima libertà di espressione è da sempre il sogno di ogni regista, la scelta di un autore affermato come Soderbergh di affidarsi alle potenzialità creative delle nuove tecnologie, indipendentemente dalla disposizione di budget, sembra segnare definitivamente una nuova strada per il filmmaking.

Commenti

Ultime recensioni Cinema / Visioni
locandina
Stefano Sollima

Soldado

7

Per il resto del mondo Soldado (o meglio, nel loro caso Day of the Soldado) è il...
locandina
Christopher McQuarrie

Mission: Impossible - Fallout

7

Giungono fondamentali conferme dall’ultimo episodio di Mission: Impossible. Una, neanche tanto sorprendente, riguarda il sempre gagliardo Tom...
locandina
Ari Aster

Hereditary

8

Meno male che l’hanno intuito tutti che Hereditary – Le radici del male marcia a un altro...
locandina
Gary Ross

Ocean's 8

6

Pace all’anima di Danny Ocean. In tutti i sensi. Più che giusto quindi che a ereditare il...
locandina
Rodrigo Cortés

Dark Hall

4

Il nuovo film di Rodrigo Cortés (Buried) ha un sottotitolo. Non immediatamente visibile: a volte ritornano. Un...
53917
Yorgos Lanthimos

Il sacrificio del cervo sacro

6.5

Indubbiamente l’unica salvezza di un film che pare non dare scampo a nessuno dei suoi personaggi è...
31170285_383905158779450_5862019829438873600_n
Yann Gonzalez

Knife + Heart

5

Di materiale per divertirsi nel nuovo film di Yann Gonzalez ce ne sarebbe parecchio: un assassino mascherato...
30420767-160224807978263-4557987999146023396-o_187a
Matteo Garrone

Dogman

8

In una storia che trasuderebbe vendetta, violenza, disagio mentale, atrocità fisiche degne del migliore (o peggiore) torture...
locandina (2)
Ron Howard

Solo: A Star Wars Story

7

L’universo di Star Wars è talmente pieno di immaginari – tra trilogie ufficiali, spin-off, serie animate, romanzi...
locandina
Ramin Bahrani

Fahrenheit 451

5

Saranno in molti a rimanere delusi dopo la visione di Fahrenheit 451, remake del film diretto da...
locandina (1)
Lars von Trier

The House That Jack Built

6

Primo titolo alternativo facile facile per The House that Jack Built, il nuovo film di Lars von...
Lazzaro_Felice_Poster_Film_FestivalCannes2018
Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice

7

Il tempo si è fermato in Lazzaro felice, per Lazzaro e per la sua comunità. E il...
coverlg
Paul Dano

Wildlife

7

Montana, anni ’60. Una giovane famiglia americana come tante si è da poco trasferita in una nuova...
locandina
Asghar Farhadi

Everybody Knows

5.5

Una vecchia regola dell’analisi del film dice che dalla prima sequenza, a volte dai titoli di testa,...
loro-2-silvio-servillo
Paolo Sorrentino

Loro 2

8

“Essere buoni conviene”. Una filosofia di vita, di economia e soprattutto di politica: la bontà come merce...