page_1_thumb_large
Tito Pioli

Alfabeto mondo - Romanzo Abbecedario

Diabasis / pp. 176 / € 15
9

Lui dice di essere uno scrittore, ma è più di uno scrittore. Tito Pioli è un poeta che scrive e costruisce un romanzo che è una grammatica dell’anima. “Alfabeto mondo – Romanzo abbecedario” (Diabasid edizioni) è un volume che lascia interdetti, che ti giri e rigiri tra le mani e non capisci da che parte affrontarlo. È flusso di coscienza, ma è anche narrazione categorica, percorso formativo, manuale pratico, grammatica interiore. Tutto ruota attorno a “Mammamia”, che è un personaggio allettato che vive a Lucca e che non può far nulla senza la madre che lo aiuti. E “Mammamia”, che si innamorerà di Alessandra la buddista, vive in una città che si sviluppa dentro le mura: Lucca. Una città che sembra a sua volta ferma ma che è cornice per gli sviluppi di un percorso che si incentra sulle parole immaginate da Mammamia.

Tito Pioli sceglie settantacinque parole che servono a stabilire l’alfabeto di quel mondo, un lessico familiare e difficile da digerire e sconvolgente da affrontare. C’è una bellezza che ti esplode quando lo leggi questo libro, che ha avuto una menzione allo scorso premio Calvino. Un esempio su tutti: “Sai ci voleva uno che si prendesse le sue responsabilità, che avesse senso dello Stato, io ce l’avevo e ho deciso di diventare il Dato Statistico, mi son beccato tutto io”. Tito Pioli è un autore difficile da classificare, ha scritto racconti per Perrone e per Guanda. Poi si è messo a fare reading in una libreria indipendente di Parma – Diari di bordo – e Diabasis ha scoperto questo piccolo capolavoro che si chiama  “Alfabeto mondo – Romanzo abbecedario”, decidendo di pubblicarlo.

Tito Pioli ha una forza espressiva che ricorda autori come Pessoa o come Alda Merini. Ha un fraseggiare che ricorda Rebora. Ha un uso della parola che sembra una metrica di poesia. Questo lavoro è un romanzo ma anche un antiromanzo, più che altro sembra un cahier de doleance: in questo la penna di questo scrittore regala pagine strepitose quando parla del mondo, di questo mondo esterno che Mammamia non conosce a causa della sua malattia ma che descrive col puntiglio onirico di un medico che ha già intuito tutto, in grado di dare un responso clinico che oscilla tra il baratro della realtà e la bellezza poetica della dolcezza. Un libro potente e schietto, visionario e iracondo, di quelli che dovrebbero leggere tutti quei lettori che amano definirsi “lettori forti”.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...
abbecedario
Alessandro Fiori

Abbecedario degli animali

7

In ordine sparso: cani, astici, balene, oranghi, delfini. Una lettera, un’illustrazione e un breve testo per ogni...
barnes
Julian Barnes

Prima di me

6.5

“La prima volta che Graham Hendrick sorprese la moglie con un altro, non ne fece una malattia....
piscine
Enrico Gabrielli

Le piscine terminali

7.5

La stessa fantasia superiore palesata nell’arrangiamento e/o nell’esecuzione di “circa 200 dischi in 14 anni di attività”,...
mucchio_hollywood_cover
Peter Decherney

Hollywood

6.5

Sono tanti i libri dedicati a Hollywood e al suo cinema, pochi quelli di cui vale la...