ferrè
Léo Ferré

Benoît Misère

Lindau / pp. 256 / € 22
7.5

Ha la forza di una poesia di Villon e la potenza di un canto anarchico. È poesia ma è qualcosa di più della poesia, è lirica cattiva e accidente semantico. In una parola sola: è una perla narrativa partorita da Leo Ferré che si intitola Benoît Misère. Caratteristica del libro è la storia di Benoìt, giovane francese di origine italiana che vive la famiglia e la miseria della sua famiglia in un Francia a cavallo delle due guerre, frequentando anche le scuole cattoliche che lo porteranno a sviluppare una strana repulsione verso la fede.

Ma il libro, nel quale si rintracciano facilmente i tratti essenziali della vita del cantautore francese che più di ogni altro rappresentò la passione parigina, è un abbecedario di poesia pura. “Destino e caso sono le bretelle del pensiero”, scrive l’autore in uno dei tanti capitoli che compongono l’opera. Capitoli che raccontano il rapporto del,p protagonista con la famiglia, con la madre, con lo zio, col tempo, con la musica, con la poesia, con le donne, con la morte, con l’anarchia, con la solitudine, con la voglia perfino di scappare.

Un mare al contrario, questo libro, che a suo modo porta il lettore a divorare ogni riga e a interrogarsi – almeno inconsciamente – su quanto la metrica musicale possa influire sul cadenzare di una storia a tratti cruda e a tratti immaginifica. “Sentivo e ripercorrevo a memoria Cloclò, la mia fidanzatina di cui conoscevo già ogni risvolto. Ebbi centosette anni, quella sera. Di colpo”, scrive Ferré gettando sulla pagina concetti che lega in maniera sensazionale, sorprendendo continuamente il lettore.

È davvero un bellissimo libro, adatto agli inquieti, come sintetizza nella prefazione Giuseppe Gennari. Uno che ha avuto la fortuna di conoscere e frequentare Leo Ferré e che quando ne scrive lo fa con cognizione di causa: le sue parole iniziali non sono un tributo ma il modo giusto per entrare dentro questo libro destinato a lasciare segni.

 

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...