paradossocontrollore
Gonzalo Hidalgo Bayal

Il paradosso del controllore

Edizioni Socrates / pp. 212 / € 13,50
7

Devo essere capitato all’inferno”: questo pensa l’anonimo viaggiatore-forestiero protagonista di questo romanzo dai toni marcatamente novecenteschi, “Il paradosso del controllore”, rimasto bloccato in un paese altrettanto anonimo perché il treno su cui si muoveva è ripartito senza di lui. “Devo essere capitato all’inferno”, pensa il protagonista del libro di Gonzalo Hidalgo Bayal: perché addentando uno dei churros che ha acquistato da un bar si scotta, ed è la seconda volta che gli capita, nel giro di poche ore. Sta esplorando la città in cui è capitato, attirando occhiate sospettose, e osserva le geometrie del luogo, e si perde in riflessioni e conversazioni improvvisate. E se in un inferno è capitato, il nostro forestiero, è un inferno bizzarro e sognante, popolato da guardiani sordi, profeti alcolizzati e giovani irrisolti; tutte figure sfiorate o dominate da un certo misticismo; personaggi che attirano il forestiero come una calamita, dando la sensazione che non si trova lì per caso, che il treno ripartito senza di lui – sceso in stazione per comprare una bottiglietta d’acqua – è il pretesto della sua avventura. Un Cristo, addirittura, offrendogli vino e tapas, lo guiderà in una via crucis di osterie.

Quello che riesce meglio a Bayal, docente universitario, poeta e scrittore spagnolo, vincitore di un premio Vargas Losa – insegna a Madrid – è di tenere assieme le tensioni metafisiche che pervadono il romanzo senza scivolare in un astrattismo scontato e noioso: al contrario, Il paradosso del controllore – tradotto da Daniela Simula e Simonetta Nove – riesce a mantenere sveglia l’attenzione del lettore, che si perde nella stazione e nella città sconosciuta esattamente come il forestiero protagonista del libro, caratterizzato da tinte amare, dolcemente malinconiche.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...
abbecedario
Alessandro Fiori

Abbecedario degli animali

7

In ordine sparso: cani, astici, balene, oranghi, delfini. Una lettera, un’illustrazione e un breve testo per ogni...
barnes
Julian Barnes

Prima di me

6.5

“La prima volta che Graham Hendrick sorprese la moglie con un altro, non ne fece una malattia....
piscine
Enrico Gabrielli

Le piscine terminali

7.5

La stessa fantasia superiore palesata nell’arrangiamento e/o nell’esecuzione di “circa 200 dischi in 14 anni di attività”,...
mucchio_hollywood_cover
Peter Decherney

Hollywood

6.5

Sono tanti i libri dedicati a Hollywood e al suo cinema, pochi quelli di cui vale la...
lincoln nel bardo
George Saunders

Lincoln nel bardo

9

Dicevamo – qualche tempo fa devo averlo scritto, dopo averlo letto da qualche altra parte – di...
geye
Peter Geye

Dentro l'inverno

5.5

Peter Geye forse non avrà mai letto i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Eppure...
mucchio_Belmondo_cover
Jean-Paul Belmondo

Mille vite, la mia

7

Tutti pronti a ricordare Godard, De Sica o Melville per elogiare la strabiliante e lunghissima carriera dell’attore...
9788806233884_0_0_0_80
Mohsin Hamid

Exit West

8.5

Ci sono le stelle nel cielo e sotto le stelle ci sono la terra, le città e...
9788804664529_0_0_1537_80
Teresa Ciabatti

La più amata

7.5

Questa è la storia di Teresa Ciabatti, scritta in prima persona, senzavvirgolette e un talento per la...
bambara
Toni Cade Bambara

Gorilla, amore mio

7.5

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

7

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...
krull
Georges Simenon

La casa dei Krull

7

La casa dei Krull è l’estrema periferia del paese, vicino il capolinea del tram e davanti a...