_il-grande-male-1435803515
Georges Simenon

Il grande male

Adelphi / pp. 146 / € 18
8

Quando Georges Simenon nel 1933 iniziò la stesura de Il grande male cercò nella sua mente l’ispirazione per quella che sarebbe dovuta essere la protagonista del romanzo. E gelida, autorevole, giudicatrice si impose immediatamente la figura della nonna paterna (“Tutti i miei romanzi sono fantasmi della mia infanzia”). Nella fantasia dello scrittore la donna diventò ben presto la signora Pontreau, una delle figure femminili più memorabili che Simenon ci ha regalato: spietata, austera, sprezzante e orgogliosa.

È lei a dominare indiscussa la scena del romanzo, pubblicato per la prima volta in Italia da Adelphi: vedova e madre di tre figlie, la famiglia è il suo campo di potere, e pur di esercitare su di essa il totale controllo non esita a uccidere con gelida determinazione l’inutile genero, debole e incapace di farsi rispettare, gettandolo da una finestra del granaio durante un attacco di epilessia. E poco importa se la tranquilla vita di provincia nella società arcaica e rurale di Neuil non sarà più la stessa. Insensibile, imperturbabile, la signora in nero, la “castellana del paese” è preoccupata soltanto di salvare la rispettabilità borghese di facciata della famiglia.

A modo suo anche questo romanzo – come tanti altri dello scrittore belga – è un poliziesco. Ma stavolta non c’è il bonario Maigret a combattere il grande male. E la vita della signora Pontreau, che Simenon con crudele minuziosità ci descrive mentre cucina un coniglio o sceglie le verdure al mercato o ribocca le coperte alle figlie, può continuare come se nulla fosse successo. Il mondo è quello all’interno delle invalicabili mura domestiche: questa misurazione, questa ripetizione, questo odio, questa calma sinistra dove il grande male esercita indiscusso il suo potere sulle vittime e sui colpevoli, sui vivi e sui morti.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...