9788874628513-b
Jean Talon

Incontro coi selvaggi

Quodlibet / pp. 204 / € 15
8

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto mirabilmente dall’autore bolognese Jean Talon è un  viaggio nel tempo, nel mondo dei viaggiatori e nell mirabili gesta di uomini che furono magnificati per la loro capacità di scoprire nuovi mondi e poco importava – all’epoca – se l’abitante di un popolo sconosciuto veniva comprato per un bottone di perla. Lo scrittore affronta la vicenda del viaggio compiendo un excursus che è anche letterario: per ogni episodio raccontato ci sono, alla base, almeno tre libri filtrati con acume e savoir faire per nulla usuali.

“Storie minori in gran parte ricavate dalla letteratura etnografica”, dice l’autore. E in questa sua definizione c’è il piglio di chi sa che le storie minori sono le storie migliori per capire certe follie umane, come quelle di un viaggiatore che si era fissato di entrare a Timbuctù e che fece di tutto per arrivarci: quando alla fine, dopo una serie di peripezie durate anni, ci fece il suo ingresso la sorpresa non fu poi così travolgente. Degno finale di chi ha capito che, a volte, raggiungere un sogno non è mai il massimo.

C’è molta attenzione critica anche nei confronti di chi – e in questo senso Talon è assolutamente impietoso – porta il viaggio a livelli di finzione. Come se l’esperienza di uno che girava nel mondo nei secoli scorsi fosse sempre considerato, comunque, un buon materiale di base da integrare con la fantasia, che nelle cronache del tempo sembra fare – a volte – da padrone.

Un libro che va dal Cinquecento ai giorni nostri e che è davvero un libro alto, capace di dosare linguaggio scarno e plot meravigliosi. Storie minori che lasciano il segno più di cosidette storie maggiori. Un libro bello bello, insomma.

Voto: 8

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...