anatomia di un incubo
James Carol

Anatomia di un incubo

Giunti / pp. 368 / € 14,90
6.5

Se non fosse così sfrontato e di lingua sciolta, Jefferson Winter potrebbe pure scippare il trono a Clarice Starling. Quanto a professionalità, s’intende. I due hanno tanto in comune da procurare le vertigini. E mentre si avanza nella lettura di Anatomia di un incubo (il titolo originale è magnifico e più pertinente: Broken Dolls) dello scrittore scozzese James Carol, lo spettro di Thomas Harris e del suo fondamentale Il silenzio degli innocenti si fa sotto insistente, talvolta riciclando qualche efficace battuta in latino (do ut des) o cercando di frequentare le medesime, claustrofobiche atmosfere. Entrambi i personaggi in effetti tirano a campare trascinandosi traumatici legami con il padre che non c’è più. Tutti e due sono (o sono stati) agenti FBI, ottimi profiler e cacciatori di serial killer. Non fosse, appunto, che Jefferson Winter è un irriducibile chiacchierone e la narrazione dunque affidata a lui; uno sbruffone che tiene a precisare quanto il suo già elevato QI sia “dannatamente inferiore” a quello di Leonardo da Vinci. Ma bravi come lui, difficile trovarne. Ecco perché l’ispettore Hatcher lo chiama a Londra per dare un aiuto su un caso.

L’ambientazione londinese passa in realtà quasi inosservata mentre si portano avanti le indagini per catturare il famigerato “Sezionatore” che rapisce giovani donne, le tiene segregate qualche mese per poi lobotomizzarle. Un’apparenza di vita che Winter non esita a giudicare come appendice da troncare. Ma la carità cristiana non c’entra e i discorsi etici di oggi neanche: fa parte del suo personaggio. Nelle indagini lo affianca una poliziotta, Templeton, con fisico da modella, mentre una nuova vittima tenta come può di sopravvivere al suo destino crudele.

Anatomia di un incubo invece di svolazzare nei recessi più banali del genere thriller misto a poliziesco, si affida totalmente al carisma di Jefferson Winter procurando al lettore qualche inevitabile dubbio, dal momento che il padre del giovane era un famoso serial killer giustiziato in America. Dubbio con immunità visto che poi le stoccate deduttive vengono disseminate con abilità e perfette tempistiche. Il risultato è un romanzo con una sua idea e una sua presenza. Equilibrato e preciso, pure ben scritto. Appartiene a un partito, quello dei romanzi acchiappa assassini, ormai devoto alla serialità televisiva o al cinema. E per come Carol l’ha scritto, Anatomia di un delitto già lascia presupporre un’ulteriore aspettativa di vita su piccolo/grande schermo (a conferma, c’è la biografia dell’autore a dircelo). Un romanzo che suggerisce la generale condizione di chi scrive oggi questo tipo di libri. Proiettato in avanti, non solo per compiacere e rispettare il pubblico di appassionati, ma anche gli executive a corto di idee.

 

Ultime recensioni Letture / Libri
barnes
Julian Barnes

Prima di me

6.5

“La prima volta che Graham Hendrick sorprese la moglie con un altro, non ne fece una malattia....
piscine
Enrico Gabrielli

Le piscine terminali

7.5

La stessa fantasia superiore palesata nell’arrangiamento e/o nell’esecuzione di “circa 200 dischi in 14 anni di attività”,...
mucchio_hollywood_cover
Peter Decherney

Hollywood

6.5

Sono tanti i libri dedicati a Hollywood e al suo cinema, pochi quelli di cui vale la...
lincoln nel bardo
George Saunders

Lincoln nel bardo

9

Dicevamo – qualche tempo fa devo averlo scritto, dopo averlo letto da qualche altra parte – di...
geye
Peter Geye

Dentro l'inverno

5.5

Peter Geye forse non avrà mai letto i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Eppure...
mucchio_Belmondo_cover
Jean-Paul Belmondo

Mille vite, la mia

7

Tutti pronti a ricordare Godard, De Sica o Melville per elogiare la strabiliante e lunghissima carriera dell’attore...
9788806233884_0_0_0_80
Mohsin Hamid

Exit West

8.5

Ci sono le stelle nel cielo e sotto le stelle ci sono la terra, le città e...
9788804664529_0_0_1537_80
Teresa Ciabatti

La più amata

7.5

Questa è la storia di Teresa Ciabatti, scritta in prima persona, senzavvirgolette e un talento per la...
bambara
Toni Cade Bambara

Gorilla, amore mio

7.5

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

7

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...
krull
Georges Simenon

La casa dei Krull

7

La casa dei Krull è l’estrema periferia del paese, vicino il capolinea del tram e davanti a...
la-stanza-profonda-vanni-santoni
Vanni Santoni

La stanza profonda

7.5

Chiusi in scantinati e garage, per vent’anni hanno inventato mondi via via più sofisticati, mentre il mondo...
1hadelman
Nicola Manuppelli

Merenda da Hadelman

7

Si legge questo: “«Amo i cani. È la vita a essere dura». Più tardi imparai che questo...
Groff_300_COP_0000_cover_Layout-PDF-829x1160
Lauren Groff

Fato e Furia

8

Nei ringraziamenti, Lauren Groff scrive che questo libro è per Clay, per quella volta che lo ha...