anatomia di un incubo
James Carol

Anatomia di un incubo

Giunti / pp. 368 / € 14,90
6.5

Se non fosse così sfrontato e di lingua sciolta, Jefferson Winter potrebbe pure scippare il trono a Clarice Starling. Quanto a professionalità, s’intende. I due hanno tanto in comune da procurare le vertigini. E mentre si avanza nella lettura di Anatomia di un incubo (il titolo originale è magnifico e più pertinente: Broken Dolls) dello scrittore scozzese James Carol, lo spettro di Thomas Harris e del suo fondamentale Il silenzio degli innocenti si fa sotto insistente, talvolta riciclando qualche efficace battuta in latino (do ut des) o cercando di frequentare le medesime, claustrofobiche atmosfere. Entrambi i personaggi in effetti tirano a campare trascinandosi traumatici legami con il padre che non c’è più. Tutti e due sono (o sono stati) agenti FBI, ottimi profiler e cacciatori di serial killer. Non fosse, appunto, che Jefferson Winter è un irriducibile chiacchierone e la narrazione dunque affidata a lui; uno sbruffone che tiene a precisare quanto il suo già elevato QI sia “dannatamente inferiore” a quello di Leonardo da Vinci. Ma bravi come lui, difficile trovarne. Ecco perché l’ispettore Hatcher lo chiama a Londra per dare un aiuto su un caso.

L’ambientazione londinese passa in realtà quasi inosservata mentre si portano avanti le indagini per catturare il famigerato “Sezionatore” che rapisce giovani donne, le tiene segregate qualche mese per poi lobotomizzarle. Un’apparenza di vita che Winter non esita a giudicare come appendice da troncare. Ma la carità cristiana non c’entra e i discorsi etici di oggi neanche: fa parte del suo personaggio. Nelle indagini lo affianca una poliziotta, Templeton, con fisico da modella, mentre una nuova vittima tenta come può di sopravvivere al suo destino crudele.

Anatomia di un incubo invece di svolazzare nei recessi più banali del genere thriller misto a poliziesco, si affida totalmente al carisma di Jefferson Winter procurando al lettore qualche inevitabile dubbio, dal momento che il padre del giovane era un famoso serial killer giustiziato in America. Dubbio con immunità visto che poi le stoccate deduttive vengono disseminate con abilità e perfette tempistiche. Il risultato è un romanzo con una sua idea e una sua presenza. Equilibrato e preciso, pure ben scritto. Appartiene a un partito, quello dei romanzi acchiappa assassini, ormai devoto alla serialità televisiva o al cinema. E per come Carol l’ha scritto, Anatomia di un delitto già lascia presupporre un’ulteriore aspettativa di vita su piccolo/grande schermo (a conferma, c’è la biografia dell’autore a dircelo). Un romanzo che suggerisce la generale condizione di chi scrive oggi questo tipo di libri. Proiettato in avanti, non solo per compiacere e rispettare il pubblico di appassionati, ma anche gli executive a corto di idee.

 

Ultime recensioni Letture / Libri
9788874628513-b
Jean Talon

Incontro coi selvaggi

8

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto...
download
Mario Vattani

Doromizu. Acqua Torbida

7

Nell’acqua torbida galleggia e vive di tutto. Uomini e donne senza dignità, rapporti malati, violenze psicologiche e...
esorcista-light
William Peter Blatty

L'esorcista

9

“…E un uomo, le ossa di un uomo. I resti calcificati dell’angoscia cosmica che un giorno l’avevano...
Qualcosa, là fuori
Bruno Arpaia

Qualcosa, là fuori

8

Più che visionario, un romanzo attuale e allo stesso tempo impegnato civilmente. Qualcosa, là fuori di Bruno...
il-grand-slam
Charles Webb

Il grande slam

7.5

Il Grande Slam è un termine tecnico che nel tennis indica il conseguimento della vittoria in quattro tornei ma...
scala
Georges Simenon

La scala di ferro

7.5

Ètienne e Louise vivono insieme da quindici anni. Da quando, cioè, Louise irretì e convinse il giovane...
kurt
Paolo Restuccia

Io sono Kurt

6.5

Inseguimenti, denaro, donne, uomini in fuga e musica. Soprattutto tanta musica nel nuovo romanzo Io sono Kurt...
purity
Jonathan Franzen

Purity

7.5

Ti diranno che può non essere corretto scrivere in una recensione, soprattutto al principio, un’impressione personale, puramente...
voland
Edgar Hilsenrath

Orgasmo a Mosca

8

Cherchez l’homme, verrebbe voglia di dire dopo aver letto Orgasmo a Mosca, romanzo manifesto di Edgar Hilsnerath...
arreola
Juan José Arreola

Bestiario

7

Capita spesso che gli esseri umani siano paragonati agli animali, sia dal punto di vista fisico che...
mo yan
Mo Yan

Il paese dell'alcol

8

Ding Gou’er è un ispettore inviato dalla procura a indagare sulla fondatezza delle anonime accuse di cannibalismo...
miranda
Miranda July

Il primo uomo cattivo

8.5

Avete quarant’anni, su per giù. Siete questa donna dai capelli corti e la carne flaccida, per niente...
MORRISON Prima i bambini_300X__exact
Toni Morrison

Prima i bambini

7

di Valeria Calò Ci sono alcuni personaggi che sanno vivere nella menzogna per tutta la vita. Altri...