la-stanza-profonda-vanni-santoni
Vanni Santoni

La stanza profonda

Laterza / pp. 156 / € 14
7.5

Chiusi in scantinati e garage, per vent’anni hanno inventato mondi via via più sofisticati, mentre il mondo fuori, quello vero, sbiadiva di senso e fisionomia. Se con il precedente Muro di casse Vanni Santoni aveva storicizzato la subcultura dei rave, nel nuovo libro La stanza profonda, edito anch’esso da Laterza, l’autore toscano mantiene la forma ibrida a metà tra romanzo e saggio per compiere stavolta un viaggio tra i giochi e i giocatori di ruolo. Come si rivendica, però, il lascito di chi rinunciò all’identità per scegliersene un’altra, trovare asilo sottoterra e lì creare universi altri, vivere storie, possibilità e direzioni soltanto e del tutto immaginarie? Facendosi guidare giù ne La stanza profonda da Santoni, come un buon dungeon master che narra in seconda persona e rende quella “decina di sciamannati intorno a un tavolo” gli eroi di una vicenda dai connotati addirittura generazionali.

La parabola ventennale del Silli, del Bollo, di Paride, Andre, Leia, Tiziano e tanti altri – compresi personaggi di ritorno dal romanzo d’esordio di Santoni, quel Gli interessi in comune ormai introvabile e diventato oggetto di culto – incrocia la caduta della provincia profonda tra gli Ottanta e il nuovo millennio. Il Valdarno che fa da sfondo alla vicenda è assurto a paradigma regionale, nazionale e perfino continentale del disfacimento delle periferie, di una comunità che degrada in popolazione, dell’inaridirsi di una terra che, se non fertile, poteva almeno dirsi genuinamente arcigna, e ora si lascia invece ingoiare dal Nulla. Tornare al gioco ogni martedì sera, forgiare un mondo, condividerne regole e rituali, fu quindi – è la tesi dell’autore – una zona di autonoma e libera controcultura, un atto di resistenza alla spietata disumanità che tutto governa e mette in competizione fuori dalla Stanza. Con questo romanzo per la prima volta nella storia Laterza corre al Premio Strega. Una lettura imperdibile, che abbiate o meno mai affidato il vostro destino a un dado a venti facce.

Pubblicato sul Mucchio n. 755.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
9788804664529_0_0_1537_80
Teresa Ciabatti

La più amata

7.5

Questa è la storia di Teresa Ciabatti, scritta in prima persona, senzavvirgolette e un talento per la...
bambara
Toni Cade Bambara

Gorilla, amore mio

7.5

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

7

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...
krull
Georges Simenon

La casa dei Krull

7

La casa dei Krull è l’estrema periferia del paese, vicino il capolinea del tram e davanti a...
la-stanza-profonda-vanni-santoni
Vanni Santoni

La stanza profonda

7.5

Chiusi in scantinati e garage, per vent’anni hanno inventato mondi via via più sofisticati, mentre il mondo...
1hadelman
Nicola Manuppelli

Merenda da Hadelman

7

Si legge questo: “«Amo i cani. È la vita a essere dura». Più tardi imparai che questo...
Groff_300_COP_0000_cover_Layout-PDF-829x1160
Lauren Groff

Fato e Furia

8

Nei ringraziamenti, Lauren Groff scrive che questo libro è per Clay, per quella volta che lo ha...
Cognetti
Paolo Cognetti

Le otto montagne

8

Facciamo finta che l’acqua sia il tempo che scorre. Se qui, nel punto del fiume dove siamo...
Tony & Susan
Austin Wright

Tony & Susan

6.5

Lampeggia nelle sale cinematografiche e nei velodromi dello streaming piratesco l’ultimo film di Tom Ford, lo stilista...
nove
Aldo Nove

Anteprima Mondiale

6.5

La nave fantasma di Teseo traghetta le apocalissi di Aldo Nove. Niente sia risparmiato nell’allestimento di questo...
ferrè
Léo Ferré

Benoît Misère

7.5

Ha la forza di una poesia di Villon e la potenza di un canto anarchico. È poesia...
cesura
Andrea Dei Castaldi

La cesura

7.5

Catalogo di cesure: anzitutto la grande crisi del 2008, che fa da sfondo al ritorno a casa...
copertina-Mazzoni
Lorenzo Mazzoni

Un tango per Victor

7.5

Un giovane italo-cileno, di nome Denil, vive ad Amsterdam. Lavora in un coffe shop ed è uno...
1invaders
Nona Fernández

Space Invaders

9

La memoria è una pietra che può fare male, che forse a volte qualcuno dovrebbe scagliare lontano...
Cover Libro
Piero Balzoni

Come uccidere le aragoste

7

Non conosce il vero significato degli oggetti e delle persone chi non ha mai perso qualcuno. Quella...
9788874628513-b
Jean Talon

Incontro coi selvaggi

8

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto...