mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

Einaudi / pp. 184 / € 18
7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta ‘an’, che è anche il titolo originale del romanzo Le ricette della signora Tokue di DurianSukegawa.Gli affari non vanno bene.

Un giorno si presenta una vecchietta di nome Yoshii Tokuein risposta all’annuncio di ricerca di nuovo personale. Cortesemente, Sentarô se ne sbarazza. Ma poi la donna si ripresenta qualche giorno dopo con una confezione di an preparato con le sue mani. Un assaggio per curiosità, e Sentarô ne resta sbalordito. Da quel momento, la signora Tokue diventa l’aiuto pasticciere richiesto e improvvisamente la bottega Dorayaku conquista l’intero quartiere grazie ai dolcetti dal “nuovo” sapore. Un giorno si viene però a sapere che la signora vive in un sanatorio e che in passato ha avuto la lebbra…

Le ricette della signora Tokue, da cui Naomi Kawase ha tratto nel 2015 un bel film, stilisticamente è come i dolcetti dorayaki: una pasta morbida con al centro un sapore inebriante. Un inno ai piaceri del palato che i giapponesi sono evidentemente allenati a inquadrare con meticolosità zen e con una genuinità che a noi talvolta sfugge. Un dolcetto non è soltanto un dolcetto, ma custodisce un intero mondo di emozioni. Allo stesso modo, i ciliegi piantati nelle vicinanze del Dorayaku sono amici da ammirare all’apice della fioritura, amici da salutare e ascoltare. Non semplici alberi. Questo, almeno, si impara leggendo la storia di Tokue.

Nel suo romanzo, il poeta-pasticciere Durian Sukegawa insegue la ricerca della felicità, sentendosi pertanto in dovere di scrivere della preparazione e della consumazione di un pasto (non di soli dorayaki si vive) come di un evento unico e memorabile. Un procedimento che attiva la comunione di gruppo e una forma di comunicazione basata sulle emozioni del momento e, soprattutto, sui ricordi del passato che possono essere ancora amari. Due individui, in maniera diversa segregati, come Sentarô e Tokue, instaurano un rapporto di amicizia sublimato da un desiderio di libertà che entrambi rivedono in Wakana, l’adolescente discreta che frequenta il Dorayaku. Tre personaggi, tre generazioni a confronto. Tre diverse direzioni dove spingersi.

Al sapore dolce dei dorayaki di Tokueci si può arrivare tra l’altro mettendoci perfino una punta di sale, un’elegante sfumatura gastronomica per dire, con pacata insistenza, che le asprezze personalmente vissute possono davvero rendere la vita un’esperienza nuova e inimitabile. Le ricette della signora Tokue non è certamente un romanzo a senso unico. Te ne accorgi solo in seguito che forse il gusto non è il senso a cui obbedire. In realtà è un racconto sull’ascolto, forse una delle più originali o stravaganti ricette che la vecchietta tenta di tramandare ai nuovi amici. Forse la più ardua da realizzare.

Durian Sukegawa si avvicina a quel mondo interiore con uno stile semplice e immediato. Una dote di molti narratori giapponesi contemporanei. Non gli interessa inerpicarsi nella poesia, questa è già presente nelle immagini che evocano paesaggi, stati d’animo spensierati o più spesso ombrosi. Immagini talmente nitide e familiari al lettore che sembra di stare seduti a un tavolinetto del Dorayaku o, come nel finale triste e struggente, restando lì ad ammirare una semplice luna che sorge.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...